bg header
logo_print

Fusilli con finocchi dorati, un primo piatto ricco di fibre

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Fusilli con finocchi dorati
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 15 min
cottura
Cottura: 10 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
4.8/5 (5 Recensioni)

Mangiare bene per vivere meglio con i fusilli con finocchi dorati

I fusilli con finocchi dorati rappresentano un modo del tutto appetitoso di mangiare un piatto integrale. Una scelta questa seguita oggi dai più, una grande rivelazione che ha investito, in questi ultimi anni, non solo pietanze come il pane e la pizza, ma anche la pasta, il piatto più amato dagli italiani.

Non bastano le sole fibre a giustificare il posto di primo piano che queste farine integrali hanno conquistato in seno alla nostra dieta: le farine integrali, infatti, sono ricche di antiossidanti e vitamine, esse sono altresì efficacemente in grado di contrastare e/o ridurre il diabete ed il colesterolo, nonché alcuni tumori, in particolare quelli all’intestino.

Ricetta fusilli con finocchi

Preparazione fusilli con finocchi

  • Mondate e lavate i finocchi, poi tagliate a fette. Schiacciate l’aglio e rosolate con l’olio d’oliva in un largo tegame.
  • Togliete l’aglio e aggiungete  finocchi. Lasciate rosolare per 5 minuti, unite il succo di ½ limone e regolate di sale.
  • Lasciate cuocere e dorare i finocchi, mescolando di tanto in tanto, poi togliete dal recipiente e mettete da parte.
  • Versate poi il pangrattato nel fondo di cottura dei finocchi e rosolate a fiamma media.
  • Mettete nuovamente i finocchi nel tegame e aggiungete la scorza grattugiata del 1/2 limone rimasto.
  • Insaporite con il peperoncino, mescolate per qualche minuto.
  • Lessate la pasta in abbondante acqua leggermente salata, scolate al dente e versate nel tegame coi finocchi. Fate saltare e servite.

Ingredienti fusilli con finocchi

  • 300 gr. di fusilli consentiti
  • 3 finocchi
  • 1 limone bio
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
  • 40 gr. di pangrattato consentito
  • q. b. di sale e peperoncino

Fusilli con finocchi dorati: gusto e leggerezza possono camminare insieme

Questa pasta con finocchi è un piatto povero in grassi e molto ricco di fibre. Il finocchio è uno degli ortaggi da preferire sotto il profilo del corretto funzionamento dell’intestino. Particolarmente indicato per chi soffre di aerofagia e di meteorismo, questo nobile ortaggio si rivela estremamente ricco di sali minerali, in testa ad essi il calcio, ivi presente in buone quantità, rendendosi così ottimo alleato della salute delle nostre ossa.

I fusilli con finocchi dorati constano di pochi ingredienti e si rivelano di facile preparazione. Piatto principe del sud Italia, tipici della tradizione culinaria calabro-sicula, si narra che essi vedano quale protagonista i finocchi cotti per favorirne il consumo da parte degli anziani, chiamati a fare i conti con la straordinaria, per alcuni versi forse eccessiva, croccantezza di tali ortaggi.

Conosciuto fin dall’antichità per le sue proprietà aromatiche, la coltivazione del finocchio sembra risalire addirittura al 1500. La finalità sottesa a tale coltivazione non era, almeno inizialmente, la produzione del grumolo – ossia quello che troviamo oggi regolarmente sui nostri banchi alimentari –  bensì la produzione e la raccolta dei fiori.

Come dorare al meglio i finocchi?

L’elemento distintivo di questi fusilli dal carattere gourmet è il condimento a base di finocchi dorati. L’aggettivo non è esagerato, infatti è sufficiente dare un’occhiata al piatto per rendersene conto. Potreste chiedervi come sia possibile dorare i finocchi, in realtà è tutto molto semplice.

Basta creare un soffritto di aglio, che può essere eliminato dopo la cottura, e aggiungere i finocchi. Poi si mettono da parte i finocchi semi-cotti e si aggiunge nella stessa padella il pangrattato per farlo tostare.

Infine, si integrano di nuovo i finocchi e si mescola il tutto. Si ottiene così un condimento granuloso (grazie al pangrattato) e morbido (grazie ai finocchi ben cotti) dal colore dorato, capace di impreziosire la pasta e dare vita ad un primo davvero speciale.

Una pasta golosa e fresca, ideale per l’estate

I fusilli con finocchi sono davvero un piatto salutare. Il sapore dolce e rinfrescante dei finocchi è l’ideale per condire i piatti freddi tanto graditi nel periodo estivo. La combinazione poi con il succo di un limone bio rende queste caratteristiche organolettiche ancor più marcate, senza contare il contributo in tal senso offerto dallo spicchio d’aglio, capace di conferire quel tocco in più piccante in termini di gusto.

I fusilli con finocchi dorati rendono davvero onore a questo straordinario ortaggio, noto fin dall’antichità principalmente per i suoi semi e per il suo peculiare aroma, più che per la sua consistenza, oggi invece particolarmente apprezzata in campo culinario.

Come rendere i fusilli con finocchi a prova di celiachia?

Nella sua forma base i fusilli con finocchi dorati non possono essere consumati dai celiaci, infatti contengono ben due ingredienti ricchi di glutine: la pasta e il pangrattato. Per fortuna la soluzione è dietro l’angolo.

E’ sufficiente utilizzare una pasta e un tipo di pane a base di farine gluten-free. In questo caso è ricorrente è l’impiego della farina di riso e di farina di mais, ma potete provare versioni più esotiche come la farina di grano saraceno (dal sapore dolce e rustico), la farina di teff (dalle note nocciolate), la farina di sorgo e di fonio.

Il semaforo è invece verde per gli intolleranti al lattosio e per gli intolleranti al nichel, infatti la ricetta non contiene derivati del latte, formaggi etc. Analogamente, non è presente alcun alimento contenente nichel.

Come aromatizzare i fusilli con finocchi dorati?

I fusilli con finocchi dorati sono perfetti così come sono, tuttavia possono essere valorizzati mediante l’aggiunta di qualche erba aromatica, magari alla fine o al momento di unire i finocchi al pangrattato. Le soluzioni a tal proposito sono numerose. Potete ad esempio utilizzare il timo, che ha un sapore delicato che non sovrasta il finocchio, aggiungendo così delle raffinate note agrumate.

L’utilizzo della salvia aggiunge invece un sapore robusto dal carattere leggermente amarognolo che vivacizza il finocchio stesso. Se usate il rosmarino donerete una nota pungente al piatto, che si lega bene con il finocchio cotto.

Infine, potete pensare anche alla menta per aggiungere maggiore freschezza, o all’aneto, che si abbina alla perfezione con il gusto dei finocchi grazie al suo sapore leggermente dolce. L’accoppiata finocchio – aneto funziona bene nelle insalate e nei contorni, ma anche nei condimenti per la pasta (come in questo caso). Per ultimo, potete valutare anche l’aggiunta del prezzemolo, un’erba amarognola e delicata che rispetta le peculiarità del finocchio.

FAQ sui fusilli con finocchi

Che forma hanno i fusilli?

I fusilli hanno la forma di una molla a spire molto ravvicinate. Sono un tipo di pasta corta molto amato in quanto è ricca di rientranze e quindi capace di assorbire meglio il sugo, inoltre esalta al meglio le cotture al dente.

Come condire i fusilli?

I fusilli danno il meglio di sé sia con i condimenti solidi che con i sughi. Sono perfetti anche per i condimenti che si pongono un po’ a metà strada, ovvero che sono solidi ma capaci di fungere da copertura. In questa categoria di condimenti rientrano i finocchi dorati presenti in questa ricetta.

Quanto tempo ci vuole per cuocere i fusilli?

I fusilli sono molto spessi quindi hanno tempi di cottura molto lunghi, in media pari a 11-12 minuti. Ovviamente, se li gradite al dente sottraete 2 minuti al tempo suggerito in confezione.

Dove nascono i fusilli?

La paternità dei fusilli è contesa tra Molise e Campania. In generale sono tipici della zona corrisponde all’ex Sannio, che vanta un’illustre tradizione pastaia. Secondo alcuni storici i fusilli sarebbero di derivazione araba.

Ricette con i finocchi ne abbiamo? Certo che si!

4.8/5 (5 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Zuppa di legumi con funghi e castagne

Zuppa di legumi con funghi e castagne, una...

Come scegliere i legumi La ricetta della zuppa di legumi con funghi e castagne è pensata per garantire ampia flessibilità nella scelta degli ingredienti. Di base potete utilizzare i legumi che...

Ravioli con sugo di pesce

Ravioli con sugo di pesce, un primo piatto...

Come preparare il sugo di pesce Il pezzo forte di questo primo piatto di pasta a base di ravioli è il sugo di pesce. Potremmo considerarlo come una sorta di ragù “ittico”, specie se si guarda...

Riso Jasmine con tofu

Riso Jasmine con tofu, un bel primo orientale...

Cosa sapere sui germogli di fagioli mungo Prima di parlare della ricetta del riso Jasmine facciamo un bella panoramica degli ingredienti in gioco, o almeno di quelli che meritano una menzione...