Chi ha detto che un celiaco non può viaggiare?

un celiaco non puo viaggiare
Stampa

Chi ha detto che un celiaco non può viaggiare ed è limitato a tal punto da dover rinunciare a questa opportunità?

La celiachia in viaggio non posso certo negare che sia un punto cruciale soprattutto nel momento della scelta ma anche in quello della preparazione alla trasferta. Quindi come comportarsi in caso di viaggi, trasferte o impegni improvvisi fuori casa?

Prima di tutto occorre documentarsi, verificando on-line la disponibilità di strutture che offrono un menù senza glutine e quindi a conoscenza della problematica. Esistono svariate applicazione scaricabili su cellulare per ricercare più velocemente questi locali e dove sono disponibili anche valutazioni da parte degli altri utenti.

Un celiaco non puo’ viaggiare … una fesseria da non ascoltare

Un altro passo importante in questo campo è la ricerca di eventuali supermercati o negozi che dispongono di alimenti gluten free tra i loro scaffali in modo da avere una cosiddetta ancora di salvataggio nel caso in cui nessun locale soddisfi le vostre esigenze o richieste.

Infine, a mio avviso indispensabile perché, come dico io, non si può mai sapere, porto sempre con me quello che definisco il mio “kit di sopravvivenza” che include qualche pacchetto di cracker, biscotti, snack e pane a fette.

Perché solo questo? Semplicemente perché poi frutta e verdura sono tranquillamente disponibili e permessi, affettati confezionati senza glutine sono ormai facili da trovare ed uniti al pane a fette saranno adatti nella preparazione di qualche panino al volo che ci aiuterà a colmare il vuoto allo stomaco in attesa di trovare altre soluzioni.

Con la giusta informazione andate ovunque

E se si va all’estero? Io consiglio sempre una cosa che ritengo fondamentale: informarsi prima di partire, magari anche prima di prenotare il viaggio.

Capisco che possa essere una scocciatura e che magari, prima di essere diagnosticati celiaci, non eravate abituati a queste accortezze, ma ora, conoscendo il problema, è giusto premunirsi per raggirarlo.

Documentatevi anche e soprattutto on-line in merito ai trattamenti riservati ai celiaci nei paesi stranieri, se esistono siti simili alla nostra AIC dove esistono elenchi di strutture che offrono menù per voi sicuri ed infine le opinioni di chi c’è stato prima di voi.

Prendete tutto in considerazione e, nel dubbio, optate come spesso ho fatto anche io per un soggiorno in appartamento o un alloggio con angolo cucina; nel caso in cui proprio nessun ristorante riuscirà a soddisfare le vostre esigenze vi potrete preparare da voi qualcosa che avrete la certezza non vi farà stare male.

vacanza gluten free

Anche con la celiachia, partire non è più un problema: organizziamo una vacanza gluten-free

È finalmente arrivato quel periodo dell’anno (sia in estate che in inverno) in cui potete organizzare e prenotare una meritata vacanza, ma la vostra intolleranza al glutine vi spaventa un po’. Probabilmente, avete paura che, nella località in cui desiderate soggiornare, non esistano delle strutture ricettive o dei ristoranti efficienti e adatti a soddisfare le vostre esigenze. Vi capisco, ma niente paura… Basterà seguire in anticipo alcuni accorgimenti e vedrete che ogni vacanza potrà diventare totalmente gluten-free!

Quando decidete di spostarvi da casa, non dovete preoccuparvi della vostra celiachia. Infatti, oramai, sono numerosissime le strutture e i locali che sono in grado di colmare senza alcun problema le più disparate esigenze alimentari, sia in Italia che nel mondo. Tuttavia, prima di partire o di prenotare la vacanza, è opportuno fare alcune ricerche: chi può rispondere alle vostre necessità quando si tratta di intolleranza al glutine o celiachia?

Prevenire è meglio che curare… anche in Italia!

La celiachia e l’intolleranza al glutine sono condizioni così diffuse che anche i settori della ristorazione e del turismo (in particolare le strutture ricettive) si stanno adeguando ed evolvendo per rispondere alle esigenze di ogni singolo ospite. Nonostante questo, quando si tratta di intolleranza al glutine o celiachia, è fondamentale avere la situazione sotto controllo e partire preparati. Per questo, vi consiglio di contattare sempre l’albergo che vi ospiterà, per spiegare quali sono le vostre necessità ed accordarvi su cosa mangerete durante il soggiorno.

Vedrete che non sarà un problema e che questo sarà un buon primo passo per organizzare un’ottima vacanza gluten-free. In seguito, ogni volta che sarete a tavola, dovrete ricordare al cameriere della vostra celiachia o intolleranza e chiedere quali sono gli ingredienti della portata che avete richiesto.

Inoltre, prima di partire, sarà opportuno prepararvi una lista di piatti semplici, che potrete chiedere in un qualsiasi ristorante, così da non avere problemi, neanche se doveste capitare in un ristorante poco preparato. Ad ogni modo, sappiate che in rete potete trovare persino la lista dei ristoranti approvati dall’Associazione Italiana Celiachia, contenente i migliori locali presenti in ogni parte d’Italia.

Una vacanza gluten free … nel resto del mondo e lontani da casa!

Quando si tratta di viaggi più lunghi e/o all’estero, i consigli da seguire sono i medesimi. Tuttavia, anche in questo caso, non importa preoccuparsi: visionate il sito internet della struttura ricettiva in cui soggiornerete e fatevi un’idea dei ristoranti nei dintorni, sempre grazie al web. Tra l’altro, non dimenticate che oggi le più importanti compagnie di trasporti e servizi turistici sono già preparate alle necessità di chi soffre di intolleranza al glutine.

Infatti, quasi tutte le compagnie aeree o ferroviarie offrono diverse alternative gluten-free, e lo stesso vale per le crociere. Ad ogni modo, è sempre una buona idea contattare per tempo le strutture e/o compagnie, avvisando della vostra celiachia e spiegando le caratteristiche della vostra dieta. Infine, non dimenticate di avere sempre con voi (sia nelle vacanze in Italia che all’estero), una piccola scorta di alimenti senza glutine (farine o snack a lunga conservazione), così da poter stare tranquilli in qualunque eventualità!

CONDIVIDI SU
18-11-2016
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti