Intolleranze alimentari? Le possiamo curare mangiando!

Intolleranze alimentari: gli esperti consigliano di curarle mangiando

Anche se sembra un paradosso le intolleranze alimentari possono essere curate mangiando. I problemi con alcuni alimenti possono essere curati con il consumo di altri alimenti.

Il trucco è ovviamente prediligere i cibi giusti, ma anche dedicare delle giornate al detox dell’organismo, portare in tavola gustosi piatti cruditè e, quando è il momento, effettuare dei test infiammatori per capire a quali alimenti dobbiamo prestare più attenzione. Andiamo a conoscere nel dettaglio tutte le caratteristiche di questa interessante soluzione.

Le intolleranze alimentari: ecco cosa dobbiamo sapere

Ci sono oramai molti medici che da sempre si dedicano con interesse allo studio dei rimedi naturali, trovando così tante ottime alternative per tutti coloro che desiderano recuperare la tolleranza di un determinato alimento. Ad ogni modo, prima di iniziare ad agire e ad utilizzare i suoi consigli, è opportuno capire che le intolleranze e le allergie sono due disturbi alimentari differenti che molto spesso confondiamo. Fare chiarezza è decisamente il primo passo.

Le intolleranze alimentari non sono altro che delle reazioni che il nostro organismo ha nei confronti di ciò che mangiamo. Si tratta di sintomi fastidiosi, ma non gravi come quelli causati dalle allergie. Solitamente, si presentano dei malesseri a livello gastrointestinale, difficoltà a digerire un determinato alimento e, a volte, piccoli sfoghi cutanei. Tuttavia, questo non sempre è correlato ad un’intolleranza, ma può anche rivelarsi un semplice problema occasionale.

Quando i sintomi sono frequenti e si presentano ogni volta che si consuma un particolare alimento, allora possiamo dire che il nostro corpo non lo tollera più, ma per ottenere una precisa e corretta diagnosi è opportuno effettuare dei test. Quando l’esito è positivo, è necessario ridurre il consumo di quel determinato cibo (o più alimenti), ma senza eliminarlo completamente dal proprio regime alimentare. Un’allergia alimentare è invece molto diversa.

In questo caso, infatti, accade che alcuni anticorpi reagiscono all’ingerimento di un alimento o sostanza, scatenando una notevole produzione di istamina e altri elementi infiammatori. In seguito, l’organismo presenta sintomi diversi e spesso gravi, che partono da un semplice prurito e possono finire con uno shock anafilattico. Ognuno reagisce in maniera diversa, ma in questa eventualità è comunque necessario eliminare quello specifico alimento.

Da questo, avrete capito che le intolleranze non devono destare troppe preoccupazioni. Inoltre, la maggioranza di queste problematiche sono temporanee, a parte l’intolleranza al lattosio (dove gli unici prodotti facilmente digeribili sono lo yogurt e il parmigiano) e la celiachia. A questo punto, è il momento di scoprire come possiamo curare le nostre intolleranze mangiando gli alimenti giusti nel modo più giusto.

Il cibo non è un nemico, ma è la soluzione alle intolleranze alimentari

Una volta fatti i test, potrete scoprire precisamente qual è l’alimento che il vostro organismo fatica a digerire. Dopodiché, oltre alla riduzione del consumo di quello specifico cibo, sarà opportuno non allarmarvi e iniziare ad elaborare un piano alimentare sano ed equilibrato. Posso solo che consigliare di  variare spesso, ma anche di effettuare altri piccoli cambiamenti e seguire alcune regole.

Uno dei consigli principali per curare le intolleranze alimentari è quello di scegliere un giorno alla settimana in cui gli alimenti che mangiamo più spesso vengono messi da parte per essere sostituiti con altri, anche perché solitamente sono proprio gli alimenti che mangiamo più spesso che finiscono per scatenare un’intolleranza.

Inoltre, può essere molto utile provare a introdurre nella vostra alimentazione alcuni cruditè di verdure, utili per depurarvi. La soluzione migliore è tuttavia mangiare frutta o verdura fresca anche a colazione: in quanto questo andiamo a stimolare la risposta tollerogena del nostro organismo.

Un altro consiglio che mi è stato dato più volte dal mio prof. è quello di rispettare un giorno di digiuno il venerdi. In questo giorno bevete molto e fatevi delle tisane depurative.

L’ultimo suggerimento è masticare correttamente: facendo così, potrete gustare al meglio ogni alimento, ma anche favorire la corretta digestione.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *