Allergia al nichel da farmaci : come evitarla ?

Nichel: come si manifesta l‘allergia da farmaci e quali sono i problemi dermatologici

Anche per quanto riguarda i farmaci il problema del nichel è molto attuale e sempre più in molti sono quelli che preferiscono soluzioni naturali ed omeopatiche per contrastare l’inconveniente.

Infatti, l’intolleranza al nichel è in costante aumento: in Italia il problema interessa il 32,1% della popolazione, dove sono soprattutto le donne ad essere più colpite dagli uomini.

Prurito, bruciore, dermatiti, arrossamenti, vescicole e gonfiore: se si soffre di questi sintomi, con buona probabilità, potrebbe essere diagnosticata l’allergia al nickel. I problemi cutanei che si possono riscontrare hanno origine dal contatto con oggetti che contengono questo metallo ed alcuni dei quali sono di uso comune e diffuso.

Naturalmente, l’allergia al nichel da farmaci e cosmetici può manifestarsi sulla pelle sia in modo leggero sia, a volte, in modo più grave sotto forma di dermatite particolarmente aggressiva e tale da rendere difficile il contatto con le altre persone. Qui, nella maggior parte dei casi si tratta di una forma allergica, dove la reazione si manifesta generalmente tra le 24 e le 72 ore dal momento successivo al contatto con il nickel.

Altre situazioni, invece, fanno registrare disturbi che interessano il tratto gastrointestinale che si verificano, invece, nel caso in cui il nichel venga ingerito mediante una serie di alimenti che lo contengono.

Farmaci

In questo caso specifico, l’organismo tenta di difendersi con manifestazioni di vomito, diarrea, forme di orticaria e, nei casi più gravi, si registrano anche con un aumento notevole della temperatura corporea, forte bruciore, gonfiore e crampi allo stomaco.

Dunque, ben si comprende che l’allergia al nichel da farmaci può risultare anche molto debilitante ed invalidante, sia dal punto di vista fisico sia da quello psicologico e che è necessario che venga tenuta sotto controllo.

Essere intolleranti al nichel: quali sono le principali cause?

L’allergia al nichel rintraccia le sue cause principali in una eccessiva sensibilità che l’organismo registra nei confronti di questo metallo: sia fattori genetici ed ereditari, sia un organismo che scatta subito sulla difensiva non appena viene in contatto con il nichel, determinano un potenziamento del lavoro svolto dal sistema immunitario che si mette in moto sviluppando meccanismi di autodifesa e di autoprotezione.

Farmaci

Chi risulta allergico al nickel dovrà evitare l’uso di bigiotteria per contenere le reazioni cutanee che, comunque, verrebbero solo limitate: infatti, monete (in particolare i centesimi di euro), chiavi e, ancora, oggetti come forbici ed attrezzi vari di uso quotidiano sono costituiti per buona parte dal metallo responsabile dei disturbi della pelle e dell’intestino.

Ma la presenza del nickel è presente anche in alimenti come i legumi, la frutta secca quale noci e nocciole, ma anche padelle e vari utensili usati in cucina e, non a caso, infatti, a soffrirne maggiormente, secondo le statistiche, sono le donne che vengono più facilmente a contatto con questi oggetti.

Precauzioni e buoni consigli per chi è allergico al nichel: scopriamoli insieme!

Un consiglio per evitare l’acquisto di farmaci contenente alti dosi di nichel è quello di confrontare la lista degli eccipienti vietati ed evitarne l’acquisto preferendo altre alternative.

Nel caso in cui venga riscontrata l’allergia al nickel, la prima cura, preventiva ed imprescindibile, è quella di tentare di evitare il contatto o l’assunzione. Nei casi più gravi, per contenere i fenomeni cutanei, dietro consultazione e conseguente prescrizione da parte di un medico specialista, sarà possibile applicare delle creme e prodotti a base di cortisone o l’uso di antistaminici.

Fondamentalmente, per quanto detto, sarà determinante la fase di prevenzione dell’allergia che, se rilevata dal principio, potrebbe avere più ampi margini di guarigione.

Nota per l’intolleranza al nichel

Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione a basso contenuto di Nichel e osservare tutte le regole relative a cosmetici, detersivi, pentole e stoviglie, abbigliamento idoneo etc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *