Olive ascolane : contorno appetitoso dal ripieno goloso

Olive ascolane
Commenti: 0 - Stampa

Olive ascolane : il contorno appetitoso dal ripieno goloso. Il classico: andare in pizzeria e non poter fare a meno di gustare, prima della pizza, qualche stuzzichino. Uno dei più graditi è decisamente rappresentato dalle olive ascolane, le golosissime palline dal ripieno gustoso.

Ma, visto l’alto indice di gradimento ed il successo che esse riscuotono nel pubblico dei consumatori, perché non provvedere a realizzarle a casa?

La preparazione non è del tutto semplice, ammettiamolo, ma i risultati sono assolutamente appaganti, d’altronde senza fatica non si possono ottenere risultati eccellenti.

E’ anche vero che, una volta cotte, le olive ascolane possono essere conservate per qualche giorno, dunque se ne potrà apprezzare il gusto anche nei giorni immediatamente successivi alla loro preparazione. L’ideale per offrirne a familiari, amici o vicini.

Olive ascolane : antica e naturale fonte di polifenoli

Che le olive rappresentino una buona fonte di sostanze preziose per il nostro organismo c’era da immaginarselo. Esse sono state infatti da sempre sfruttate sin dall’antichità in ogni modo,  a partire dalla spremitura, sino ad arrivare alla preparazione di creme e soluzioni per capelli e per la doccia. Al forno, snocciolare, ripiene, le olive sono sempre presenti in ogni occasione, dalla cena più raffinata al buffet più informale.

Olive ascolane

A questa estrema duttilità va ad aggiungersi il suo elevato apporto di polifenoli, utili per il benessere del nostro organismo, nonché l’altissimo livello di grassi monoinsaturi, entrambi in grado di regalare al nostro corpo un incredibile apporto di antiossidanti.

Non tutti sanno che …

Le olive, oltre a rappresentare un valido alleato contro il colesterolo e contro il naturale processo di ossidazione del nostro organismo, sono in grado di stimolare la digestione e favorire l’appetito.

Ne consegue che, consumare qualche oliva a tavola, significa aumentare le probabilità di digerire meglio il pasto. Stesso discorso vale per l’olio extravergine di oliva, il sano prodotto risultante dalla spremitura delle olive, che garantisce enormi vantaggi in seno all’intero processo di digestione, un motivo questo in più per prediligerne la sua sostituzione al burro.

Altra curiosità: per tutti coloro che si siano da sempre chiesti se è un bene preferire alle olive nere  quelle verdi o viceversa, potrà rivelarsi utile apprendere che le olive nere contengono un contenuto calorico  e lipidico e leggermente superiore a quello di cui alle olive verdi, ma che, di contro, esse presentano una minore quantità di carboidrati e si rivelano più digeribili rispetto a quelle verdi.

Ed ecco la ricetta delle Olive ascolane

Ingredienti per 6 persone

  • 500 gr grosse olive verdi snocciolate
  • 160 gr polpa di vitello magra tagliata a dadi­ni
  • 150 gr salsiccia fresca di maiale, spel­lata e sbriciolata
  • 50 gr pancetta tagliata a dadini
  • 160 gr pangrattato consentito
  • 1 tazza brodo
  • 2 uova
  • 2 cucchiai farina di riso
  • 20 gr burro chiarificato
  • 1 pizzico curcuma e un pizzico timo
  • q.b. sale
  • abbondante olio per friggere
  • 1 uovo leggermente sbattuto
  • farina di riso per impanare

Preparazione

Fate sciogliere il burro in una casseruo­la e ponetevi a rosolare i dadini di polpa di vitello e la salsiccia spellata e sbriciolata. Bagnate con il vino, poi unite la pancetta, mescolate e portate a termine la rosolatu­ra.

Successivamente, versate nel recipien­te il brodo, portate a bollore e lasciate bol­lire per cinque minuti, quindi sgocciolate le carni, passatele al tritatutto emettetele in una terrina.

Lasciate nel tegame il fon­do di cottura, unitevi due o tre cucchiaiate di pane finemente grattugiato e amalga­mate l’insieme.

Aggiungete alle carni tritate il fondo di cottura e il pane grattugiato rimasto; me­scolate il tutto e unite il timo trita­to, le uova intere sgusciate, il sale e un piz­zico di curcuma. Ricavatene un composto piuttosto liscio ed omogeneo, che la­scerete riposare a temperatura ambiente per 30 minuti.

Trascorso questo tempo, farcite le olive snocciolate con il ripieno e infarinatele leggermente. Sbattete in un piatto fondo l’uovo rima­sto e passatevi le olive infarinate, quindi giratele nel pane grattugiato.

Portate quasi a bollore l’olio nella padel­la e mettetevi a friggere le olive rigirandole più volte. Quando saranno pronte, prelevatele con la paletta forata, sgocciolatele sulla carta assorbente e ser­vitele in tavola ben calde.

nota per gli intolleranti al nichel:   Per tutti gli alimenti questa ricetta va bene anche per questa intolleranza. L’unica differenza è che non dovete friggerle ma cuocerle nel forno caldissimo.

5/5 (445 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Polenta fritta

Polenta fritta, un eccellente piatto di recupero

Polenta fritta, un’idea semplice da fast food La polenta fritta è uno splendido esempio di cucina di recupero, infatti si prepara con gli avanzi della polenta, che vanno tagliati a fette o a...

Camembert al forno con timo e miele

Camembert al forno con timo e miele, ricetta...

Camembert al forno con timo e miele, un gradevole mix di sapori Il camembert al forno con timo, miele e noci è una ricetta della tradizione francese, nonché un’ottima idea per valorizzare uno...

Camembert con aglio e rosmarino

Camembert al forno con aglio e rosmarino, una...

Camembert al forno con aglio e rosmarino, un antipasto suggestivo Il Camembert al forno con aglio e rosmarino può essere definito un antipasto fuori dall’ordinario. A suo modo, il metodo di...

Falafel con lupini

Falafel con lupini, un delizioso spuntino vegetariano

Falafel con lupini, a metà strada tra la cucina araba e mediterranea I falafel con lupini sono uno spuntino vegetariano, molto leggero e nutrienti. Si tratta, di base, di polpettine realizzate con...

Focaccia con filetto di maiale tonnato

Focaccia con filetto di maiale tonnato per intenditori

Focaccia con filetto di maiale tonnato, una sofisticata combinazione di sapori La focaccia con filetto di maiale tonnato, pomodorini gialli e puntarelle può essere considerata, a secondo degli usi,...

Tramezzino con barbabietola

Sandwich con barbabietola, un pasto veloce e squisito

Sandwich con barbabietola, un meraviglioso incontro tra sapori Il sandwich con barbabietola può essere considerato uno spuntino delizioso, facile da preparare, nutriente e sano. E’ perfetto per i...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


11-09-2015
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti