bg header
logo_print

Frittelle alle mele con miele profumato al rosmarino

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

frittelle di mele al rosmarino
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (6 Recensioni)

Frittelle alle mele con miele profumato al rosmarino, dei dolci delicati ed aromatici

Oggi prepariamo le frittelle alle mele con miele profumato al rosmarino. La ricetta è molto semplice. Amo prepararle per la colazione del week end, quando si può riunirsi con calma attorno ad un tavolo e pianificare la giornata con la propria famiglia. Se per la pastella si usa la farina di riso, oltre ad essere gluten free, la croccantezza è assicurata. Sono da mangiare caldissime.

Complice l’arrivo di un libro ho pensato ad una ricetta che volevo gluten free (per andare incontro alle esigenze di mio cugino) e con il miele. Ho pensato così a queste frittelle di mele accompagnate da del miele aromatizzato al rosmarino.

Non sapevo ancora che aprendo il libro al primo capitolo avrei trovato un incipit proprio sul miele al rosmarino che l’autrice assicura essere il miele del risveglio e della chiarezza che dona il coraggio di cambiare.

Quindi consiglio queste frittelle a colazione, per iniziare bene la giornata!

Ricetta Frittelle alle mele con miele

Preparazione Frittelle alle mele con miele

  • Sbucciate le mele, con uno scavino eliminate il torsolo e la parte centrale con i semi.
  • Tagliate a fettine la mela e bagnate le fette con il succo di mezzo limone per prevenire l’annerimento.
  • Preparate la pastella con la farina di riso, l’uovo, il cucchiaio raso di zucchero ed il latte.
  • Impanate le fette di mela nello zucchero, passatele nella pastella e tuffatele nell’olio bollente finché le frittelle assumono un bel colore dorato.
  • Servite con del miele al rosmarino oppure fate come me.
  • Mettete in un pentolino il classicissimo miele millefiori con un piccolo rametto di rosmarino.
  • Fate sciogliere il tutto a fuoco dolce, eliminate il rosmarino e versate questo miele al profumo di rosmarino sulle vostre frittelle.

Ingredienti Frittelle alle mele con miele

  • 2 mele
  • 120 gr. di farina di riso
  • 1 uovo medio
  • 1 cucchiaio di zucchero semolato
  • 1/2 bicchiere di latte
  • succo di 1/2 limone
  • q. b. di olio per la frittura
  • q. b. di miele di rosmarino
  • 1 rametto di rosmarino
  • q. b. di zucchero per impanare le fettine di mela.

Frittelle alle mele con miele profumato al rosmarino, delicate e aromatiche al punto giusto

Le frittelle alle mele con miele profumato al rosmarino sono un’alternativa alle classiche frittelle vegetali, ad esempio quelle realizzate con i fiori di zucca. Spiccano per la dolcezza, per il sapore delicato ma anche per l’aspetto, che è dorato e lucido. Specifico che la ricetta non è mia, bensì di Rosa D’Anna, che proprio con essa partecipa al mio contest sulle intolleranze alimentari. Il nome del contest è “Le intolleranze? Le cuciniamo” e si prefigge uno scopo nobile: dimostrare il ruolo della cucina buona e creativa nella lotta alle intolleranze.

Questa ricetta, in particolare, si fregia di ingredienti senza glutine, dunque è adatta a chi lamenta una marcata sensibilità a questa sostanza e ai celiaci. Il procedimento è molto semplice e non differisce da quello delle altre ricette. E’ necessario solo prendere alcuni accorgimenti al fine di preservare gusto e aspetto delle fette di mele. Molto banalmente, vanno immerse in acqua acidulata per evitare che si anneriscano.

Le frittelle alla mele con miele profumato al rosmarino sono perfette per una merenda golosa o per un dessert corposo, magari in abbinamento ad un caffè o ad un succo di frutta.

Quali mele utilizzare?

Le protagoniste delle frittelle alle mele con miele sono ovviamente le mele stesse. Ma quali tipi di mele è opportuno utilizzare? D’altronde le varietà abbondano e si potrebbe avere l’imbarazzo della scelta. Ebbene, dovreste utilizzare le mele Renetta, che sono le più indicate quando “c’è da friggere”.

Sono infatti molto consistenti, esprimono una texture pastosa e scarseggiano in termini di succo. In ragione di ciò, resistono alle elevate temperature e garantiscono la massima adesione alla panatura o alla pastella, proprio come in questo caso.

Il gusto della mela Renetta è particolare, in quanto è dolce e solo leggermente acidulo, inoltre propone un gradevole retrogusto amarognolo, che smorza il sapore leggermente pesante dell’olio caldo di frittura.

La Renetta è una mela valida dal punto di vista nutrizionale. Oltre al consueto bagaglio di vitamine e sali minerali, apporta molti antiossidanti. Il riferimento è ai polifenoli, che esercitano un interessante effetto antiage. Per quanto concerne l’apporto calorico, la Renetta non va oltre le 50 kcal per 100 grammi.

Una pastella abbondante per le frittelle alle mele con miele

Uno dei punti di forza di queste frittelle alle mele con miele profumato al rosmarino è la pastella. La pastella è corposa, ricca di ingredienti ed equilibrata. Nello specifico, si compone di farina, zucchero, latte e uova.

La presenza della farina e del latte potrebbero far storcere il naso a chi cerca una ricetta al cento per cento anti-intolleranze alimentari. A tal proposito, è utile sottolineare che Rosa propone l’impiego esclusivo della farina di riso, naturalmente priva di glutine. Questo tipo di farina vanta anche un sapore neutro, sicché lascia molto spazio agli altri ingredienti.

E per quanto riguarda il latte? Le possibilità da questo punto di vista sono numerose per chi soffre di intolleranza al lattosio. Si può procedere con il classico latte delattosato, che è solo un po’ più dolce rispetto al latte normale. D’altronde, il processo di delattosamento altro non è che la scomposizione del lattosio in due zuccheri semplici, digeribili da chiunque.

In alternativa, potete utilizzare anche il latte vegetale, stando però attenti a scegliere quello giusto, ossia che non interferisca troppo con il sapore. Le soluzioni più equilibrate, almeno per l’uso che se ne farebbe in questa ricetta, sono il latte di soia e il latte di riso.

Come preparare il miele al rosmarino?

La guarnizione delle frittelle di mele è affidata al miele al rosmarino. Potete acquistarlo al supermercato, infatti, pur essendo un prodotto di nicchia, si trova con relativa facilità. In media, i prodotti acquistati esprimono una buona qualità ed un carattere quasi artigianale.

Tuttavia, Rosa consiglia la preparazione fatta in casa. E’ una soluzione che mi trova d’accordo in quanto ne trarrete maggiore divertimento e avrete pieno controllo sulla qualità degli ingredienti. Il procedimento non è nemmeno troppo complicato, basta riscaldare il miele in un pentolino a fiamma dolce, aggiungendo un rametto di rosmarino. Quando  il miele si è completamente sciolto, rimuovete il rosmarino e versate il tutto sulle frittelle.

Quale miele utilizzare? Rosa consiglia il millefiori, che è il più saporito e quindi in grado di “resistere” alla spinta aromatica del rosmarino. Se il millefiori non vi piace, magari perché troppo forte e dolce, potreste provare con altre varietà. Il miele di acacia è il più leggero in assoluto, presenta una tonalità bianco-trasparente e un sapore quasi neutro. Il miele di ulmo, originario del sud America, è invece molto aromatico. Infine, il miele di sambuco si caratterizza per le sue note fruttate e la texture cremosa.

Frittelle alle mele con miele al rosmarino

Contest – Le intolleranze? Le cuciniamo

Ricetta di Rosa D’Anna

Ricette frittelle ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (6 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Chebakia

Chebakia, dal Marocco un delizioso dolce alle mandorle

Quale miele utilizzare? Una volta modellati, i chebakia vanno fritti in olio di semi, ma la ricetta non si conclude con la cottura. Arrivati a questo punto, infatti, si prepara un composto di miele...