bg header
logo_print

Biscottini piccanti per una merenda stuzzicante

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Biscottini piccanti
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Biscottini piccanti, un’idea sfiziosa da condividere con tutti

Biscottini piccanti per una merenda stuzzicante. Ebbene si , sono un appassionato amante delle cose dolci e come tale mi piace condividere il buono anche con amici che hanno delle intolleranze. Ed è cosi che in un lampo nascono dei semplici biscottini che diventano una coccola piccante anche per loro.

Sono dei biscotti rustici e dal sapore gradevole, che fanno perno su ingredienti di grande impatto come il liquore Strega e il peperoncino. Una ricetta alternativa per gustare un momento di convivialità con amici in modo gustoso ed originale.

Ricetta biscottini piccanti

Preparazione biscottini piccanti

Passare le mandorle al mixer e farne una farina grossolana. Mettere in ammollo l’uvetta con il liquore Strega.

Mescolare le farine con il cacao e lo zucchero, unire al centro tocchetti di burro ammorbidito, i semi della bacca di vaniglia e la scorza grattugiata dell’arancia.

Impastare formando delle briciole a cui aggiungere l’uovo, l’uvetta ammorbidita con lo Strega , il peperoncino e amalgamare fino ad ottenere un composto liscio.

Far riposare per 20 minuti in frigo. Con l’aiuto di un cucchiaio porzionare parti del peso di 15 g .

Arrotolare ogni tocchetto a pallina e passarle nello zucchero semolato e far riposare ancora per 30 minuti in frigo.

Mettere le palline fredde sulla placca rivestita di carta forno e cuocere i biscotti per 12 minuti a 180° in forno caldo.

Ingredienti biscottini piccanti

  • Ingredienti per 45 biscottini
  • 60 gr. di mandorle
  • 250 gr. di farina di riso
  • 15 gr. di cacao amaro
  • 100 gr. di zucchero di canna grezzo
  • 1 uovo
  • 180 gr. di burro (fresco di frigo ma ammorbidito)
  • 1/2 bacca vaniglia (solo i semini)
  • 1 pizzico di peperoncino fresco tritato
  • 1 arancio (solo buccetta grattugiata)
  • 1 cucchiaio di uvetta passa tritata
  • 1/2 cucchiaio di liquore Strega
  • 100 gr. di zucchero semolato.

Biscottini piccanti, una merenda fuori dal comune

Vi presento i biscottini piccanti, una merenda straordinaria frutto del connubio inedito tra cacao, farine e peperoncino. La ricetta reca la firma di Almerindo Santucci, che proprio con i suoi biscottini partecipa al contest “Le intolleranze? Le cuciniamo”.

Ho indetto questa gara per dimostrare come l’arma migliore per gestire le intolleranze alimentari e la celiachia sia la creatività in cucina. E’ un contest vero e proprio, con vincitori e premi, sicché in bocca al lupo ad Almerindo e agli altri concorrenti.

Tornando ai biscottini, questi spiccano per l’amalgama di sapori diversi e per la capacità di stupire al primo assaggio. Al palato si avverte distintamente la corposità delle mandorle e l’aroma del cacao, ma anche il piccante del peperoncino. Nel complesso è una merenda per tutte le occasioni, che può essere spesa per fare bella figura con parenti e amici in visita. D’altronde, la ricetta è inedita e creativa.

Le speciali farine di questi biscottini piccanti

I biscottini piccanti sono compatibili con le esigenze degli intolleranti al lattosio. Lo si intuisce già dalla lista degli ingredienti, che comprende farine alternative, ovvero la farina di riso e la farina di mandorle. Quest’ultima viene ricavata frullando le mandorle fresche. Questo tipo di farina risulta giocoforza grossolana, ma è perfetta per questi biscottini, che tra le altre cose intendono deliziare con una texture irregolare.

La farina di mandorle commuta i principi nutritivi della mandorla. E’ ricca di grassi benefici, che proteggono il cuore e il sistema cardiovascolare. Inoltre, non manca di magnesio, un minerale che mantiene elevati i livelli di energia. Per quanto concerne il sapore, spicca per la corposità e per la dolcezza.

Più neutra è invece la farina di riso, che lascia spazio agli altri ingredienti. Vanta però un ottima resa e una quantità di grassi davvero irrisoria.

Il contributo dell’uvetta

Tra i punti di forza dei biscottini piccanti spicca l’abbondanza di sapori, ben resa da una lista di ingredienti più lunga del solito. Tra gli ingredienti troviamo anche l’uvetta, che si incastona perfettamente all’interno di un impasto irregolare ma suggestivo. L’uvetta va ammollata nel liquore Strega, un superalcolico a base di erbe e dalla storia illustre.

La leggenda vuole che sia stato inventato da una strega del beneventano nel lontano XVII secolo. Attualmente il liquore è realizzato con ben 70 specie vegetali diverse, tra cui spiccano la menta e il finocchio. Emergono chiare anche le note della camomilla, della noce moscata e della cannella. E’ dunque un liquore abbastanza aromatico e molto dolce, dunque impreziosisce l’impasto dei biscotti.

Il liquore Strega è attualmente utilizzato come digestivo e per la preparazione di dolci. D’altronde, è uno degli ingredienti principali dei famosi struffoli napoletani.

Perché abbiamo scelto il burro chiarificato?

Al di là dei tanti aromi che impreziosiscono questi biscottini piccanti, l’impasto conta su alcuni ingredienti più ordinari. Su tutti spicca il burro. Il suo ruolo è duplice: da un lato insaporisce, dall’altro lato stabilizza l’impasto. Mi raccomando, utilizzate solo il burro chiarificato in quanto è privo di caseine, che hanno conseguenze positive sotto tutti i punti di vista.

Il burro chiarificato, infatti, sopporta bene le elevate temperature, a tal punto da essere impiegato come grasso di cottura. In secondo luogo propone un sentore delicato, che non copre gli altri ingredienti (a differenza del burro standard). Infine, è del tutto privo di lattosio, un dettaglio non di poco conto per chi soffre di intolleranza a questa sostanza.

In occasione della ricetta dei biscottini piccanti, il burro va fatto riposare fuori dal frigorifero in modo che si ammorbidisca, poi va tagliato a tocchetti e inserito nella prima versione dell’impasto (a base di farine, zucchero e cacao). Non esagerate con le dosi se non volete compromettere la stabilità del composto. Per 45 biscottini, vanno bene 180 grammi di burro.

Come aromatizzare i biscottini piccanti?

Il vero punto di forza di questi biscottini piccanti è dato dalla fase di aromatizzazione, che vede come protagonisti molti ingredienti. A fare la parte del leone è proprio il peperoncino, che forma con il cacao un connubio all’apparenza strano ma in realtà molto azzeccato. Ovviamente non esagerate con le dosi, basta giusto un pizzico di peperoncino, scegliendo una varietà poco impegnativa.

Tra gli aromi si segnala anche la scorza dell’arancia, che va grattugiata per bene. La buccia d’arancia apporta dei sentori amarognoli che ricordano le note più acri della polpa.

Può essere considerato un aroma anche lo zucchero di canna, e più precisamente lo zucchero bruno, che propone note caramellate frutto dei residui di melassa. Insomma, piccante, cacao e caramello si fondono in questi deliziosi biscottini per regalare una merenda deliziosa e fuori dal comune.

Contest – Le intolleranze? Le cuciniamo

Ricetta di Almerindo Santucci

Biscottini piccanti

 

Ricette dolci ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Chebakia

Chebakia, dal Marocco un delizioso dolce alle mandorle

Quale miele utilizzare? Una volta modellati, i chebakia vanno fritti in olio di semi, ma la ricetta non si conclude con la cottura. Arrivati a questo punto, infatti, si prepara un composto di miele...