Merenda con la parigina al prosciutto alla napoletana!

parigina al prosciutto
Commenti: 0 - Stampa

La parigina al prosciutto … piace proprio a tutti!.

Che si tratti di un picnic, di una festa, di un pranzo o di una cena in famiglia, la parigina al prosciutto si presenta ogni volta come la scelta ideale. Infatti, è una pietanza amata praticamente da tutti ed è l’ideale da portare in tavola sia durante i pasti principali che a merenda. Oltre al prosciutto, contiene mozzarella, pomodoro, erbe aromatiche, olio extravergine d’oliva e un po’ di sale… Semplice e genuina!

Chiaramente, la base per la parigina al prosciutto potrete prepararla con le vostre mani, ma potrete anche optare per una base pronta per l’uso. Personalmente, per questa ricetta utilizzo sempre la pasta per la pizza e la pasta sfoglia di Exquisa, Entrambe sono adatte a vegani, vegetariani e intolleranti al lattosio, nonché prive di grassi idrogenati, conservanti e coloranti. In pratica, sono ottime da un punto di vista organolettico e nutrizionale. Ma andiamo per qualche momento a parlare degli altri ingredienti. Dopodiché, saremo pronti per darci da fare!

Dalla base alla farcitura…

Come dicevo, per preparare la parigina al prosciutto, useremo delle basi pronte (o fatte in casa, a voi la scelta!) e quindi porteremo in tavola una buona dose di carboidrati ed energia. Chiaramente, non posso fare a meno di dire due parole sul prosciutto cotto, ricco principalmente di proteine. È ovvio che contiene anche grassi, ma usandolo in quantità moderata e assaporandone la giusta porzione, non dovrete di certo preoccuparvi. Grazie a questo alimento, potrete contare persino su un buon apporto di vitamine del gruppo B e rinforzare il vostro corpo in tutto e per tutto!

Per preparare una parigina al prosciutto, vi suggerisco di prediligere un salume di elevata qualità e di prestare attenzione agli ingredienti usati dal marchio da voi scelto. Infatti, capita spesso di trovare il lattosio negli insaccati, in quanto viene usato durante le varie lavorazioni. Ad ogni modo, dovreste sapere che ci sono alcune aziende più scrupolose in questo senso, che propongono prodotti idonei anche per gli intolleranti. Il problema non si pone per la mozzarella: scegliendola specificatamente senza lattosio, potrete portare in tavola un prodotto digeribile, gustoso e proteico!

parigina al prosciutto

Pronti/e per passare alla preparazione della parigina al prosciutto ?

Nella nostra ricetta, useremo anche la passata di pomodori e un mix di erbe aromatiche in grado di rendere la nostra pizza ripiena ancor più gustosa e nutriente. Con una buona porzione di parigina al prosciutto e la mozzarella, potremo fare un pieno di energia, soddisfazione e vitalità! Piacerà ai bambini e agli adulti e, preparandola grazie alle basi già pronte, con poca fatica e poco tempo potrà essere assaporata e apprezzata da tutti i vostri amici e familiari.

Perciò, se avete in programma una festa, una cena o un’altra occasione per stare in compagnia, non esitate a provare questa semplice ricetta. Non ve ne pentirete, anzi… ve ne innamorerete!! Detto questo, passiamo subito alla lista completa degli ingredienti e alle rapide modalità di preparazione della parigina al prosciutto. Buon lavoro e buon appetito!

Ed ecco la ricetta della Parigina al prosciutto

Ingredienti per 4 persone

  • 1 confezione di base per la pizza consentita (per me Exquisa)
  • 1 confezione di pasta sfoglia consentita (per me Exquisa)
  • 150 gr. di prosciutto cotto
  • 100 gr. di mozzarella consentita
  • 90 gr. di passata di pomodori pachino
  • 10 gr. di mix alle erbe aromatiche tritate (rosmarino, salvia, prezzemolo, basilico e timo)
  • 3 gr. di sale grosso
  • 10 ml di olio extravergine d’oliva

Preparazione

Srotolate la pasta per la pizza e posatela con la sua carta da forno su una teglia rettangolare.

Distribuite sulla pasta per la pizza la passata di pomodoro, le fette di prosciutto cotto e la mozzarella senza lattosio tagliata a cubetti.

Ricoprite la pasta della pizza con la pasta sfoglia srotolata. Richiudete bene i bordi, esercitando una leggera pressione con le dita.

Spennellate la superficie della pasta sfoglia con l’olio extravergine d’oliva e distribuitevi sopra il sale grosso e il mix alle erbe aromatiche.

Fate cuocere la parigina nel forno già caldo a 190°C, per circa 25/30 minuti o fino a far dorare la superficie.

Estraete dal forno, tagliate la parigina in quattro parti e servitela subito ancora calda.

5/5 (595 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Polenta concia

Polenta concia, una versione cremosa e nutriente

Polenta concia, la tradizione a portata di mano La polenta concia è un modo diverso di intendere la polenta, nonché un piatto facile da preparare. La ricetta fa comunque parte della tradizione...

Purple strudel

Purple strudel o strudel salato viola, merenda gustosa

Purple strudel, una merenda davvero speciale. Il purple strudel o strudel salato viola è una merenda salata che presenta alcuni elementi peculiari. Per esempio, il colore viola. Non che uno strudel...

Quiche lorraine

Quiche lorraine, la torta salata per eccellenza

Quiche lorraine, dalla Francia la torta salata per eccellenza Oggi vi presento la quiche lorraine, uno dei piatti unici francesi più amati in patria e all’estero. E’ una torta salata tipica...

Quiche con funghi chiodini

Quiche ai funghi chiodini, una torta leggera e...

Quiche ai funghi chiodini, uno splendido esempio di torta salata La quiche ai funghi chiodini è una torta salata tutto sommato tradizionale, ma che non manca di stupire per l’abbinamento di...

Torta con finocchio e cocco

Torta salata con finocchi e cocco, dolce e...

Torta salata con finocchi e cocco, una delicata combinazione La torta salata con finocchi e cocco è una torta salata molto particolare, anche perché contiene alcuni elementi dolci. E’ comunque...

Focaccia con pastinaca

Focaccia con pastinaca, una variante aromatica

Focaccia con pastinaca, una ricetta con una base perfetta La focaccia con pastinaca è una variante gradevole alle solite focacce. E’ realizzata infatti con ingredienti particolari, a partire...


Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


16-04-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti