Crema pasticcera senza nichel, lievito. glutine e lattosio

Tempo di preparazione:

Questa è una ricetta di Stefania Roncali un’utente del gruppo di Facebook dedicato all’intolleranza al nichel. Un gruppo nato e in pochi mesi arrivato a ottimi numeri. Segno evidente che è un’intolleranza che sta aumentando il problema.

Non posso che ringraziare Stefania ma anche essere soddisfatta delle tantissime possibilità che ci vengono date ogni giorno con il web. Da quando la tecnologia è entrata a fare parte in maniera così importante delle nostre vite possiamo condividere molte più informazioni in merito alle intolleranze e avere la vita decisamente più facile per quanto riguarda la cucina.

Non ci credete? Forse è il caso che approfondiate questa straordinaria ricetta della crema pasticcera!

Proprietà della farina di riso

Per preparare la crema pasticcera senza nichel e adatta anche ai celiaci è necessario utilizzare la farina di riso. Si tratta di un’importante alleata della cucina gluten free. Caratterizzata da una bassa quantità di lipidi, si distingue per la presenza di proteine ad alto valore biologico.

Il consiglio che do spesso quando parlo di farina di riso è quello di orientarsi sui prodotti del riso integrale e biologico. In questo modo, infatti,  è possibile apprezzare al massimo le proprietà nutritive ed evitare i rischi delle sostanze chimiche frutto della raffinazione.

Di certo c’è che si tratta di un ingrediente molto versatile, che permette anche a chi soffre di celiachia di gustare delle vere e proprie delizie.

Viva il latte di riso, leggero e nutriente

Parlare della ricetta della crema pasticcera gluten free significa prendere in considerazione i benefici del latte di riso. Si tratta del latte vegetale più leggero che ci sia! Quali sono le sue proprietà più importanti? Elencarle vuol dire ricordare l’apporto calorico ridotto e, inoltre, la mancanza di lattosio.

Tra i benefici del latte di riso è bene citare l’alto livello di digeribilità. Il latte di riso è infatti ricco di zuccheri semplici, il che aiuta molto l’efficienza dei processi digestivi. Molto importante è ricordare il basso apporto calorico. Il latte di riso non fa ingrassare ed è particolarmente adatto alle diete orientate alla perdita di peso in maniera sana.

La quantità giornaliera raccomandata è di circa una tazza. Il latte di riso può essere fatto senza problemi anche in casa. Quello che bisogna ricordare in questo frangente è il fatto che la bevanda che si ottiene non è arricchita con calcio e proteine.

Cosa si deve fare di preciso? Il processo di preparazione è molto semplice. Si parte da mezza tazza di riso biologico e da un cucchiaio di zucchero di canna. Servono poi circa 700 ml di acqua e un po’ di sale. L’acqua va portata a temperatura di ebollizione e il riso va fatto cuocere per circa dieci minuti.

Ingredienti:

  • 5 tuorli
  • 6 cucchiai zucchero (se riesci a farlo a velo meglio ma misuralo prima di polverizzarlo)
  • 3 cucchiai colmi di farina di riso
  • mezzo litro di latte Zymil o latte di riso
  • 1 limone non trattato
  • 1 noce di burro chiarificato freschissimo

Preparazione:

Scaldare bene il latte con la zeste di limone fino a quando non fa la pellicina (non bollirlo!).
Nel frattempo sbattere i tuorli con lo zucchero fino a quando non sono chiari.
Aggiungere la farina di riso e sbattere nuovamente.
Versare il latte passandolo in un colino e mescolare (non sbattere…mescola!) fino a quando non sarà tutto emulsionato. Rimettere il tutto nella pentola a fuoco medio-basso.
Se la pentola avesse del latte raggrumato prima di usarla lavarla bene.

Quando è addensata come vi piace aggiungere la noce di burro, farla sciogliere e togliere dal fuoco. Versare in una ciotola e mescolare.
Se avesse fatto dei grumetti si può sbattere di nuovo con lo sbattitore elettrico: li toglierà tutti ma meglio farlo a freddo per chi è intollerante al nichel.

Attenzione: il fuoco non deve essere troppo alto altrimenti la crema “impazzisce” cioè fa tutti dei granellini e non addensa più.
Con questa ricetta la consistenza è abbastanza liquida e può servire a farcire un pan di spagna oppure da servire in coppa con dei biscotti. Se vi piacesse più densa potete aumentare la quantità di farina di riso.

Condividi!

2 commenti a “Crema pasticcera senza nichel, lievito. glutine e lattosio

  1. Elisa Caimi

    Idea geniale! E che buonaaaa! :D Questa crema non potrei mai evitarla, sapere che si può fare anche senza allergeni è un tale conforto!! Un abbraccio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *