Ricette degli Spaghetti allo scoglio

  • Porzioni per
    4 persone
  • Tempo di Preparazione
    1 Ora 30 Minuti
  • Tempo di Cottura
    1 Ora 20 Minuti
  • Tempo Totale
    1 Ora 50 Minuti
spaghetti allo scoglio

Mangiare un piatto di spaghetti è usuale, conoscere la loro storia e le loro origini lo è un po’ meno.

Spaghetti allo scoglio: un piatto tanto amato quanto nutriente!

Un piatto tradizionale italiano come gli spaghetti allo scoglio non poteva mancare su questo sito. Ovviamente rivisitato in qualche particolare come di consueto…. altrimenti non c’è gusto!!! Naturalmente, gli ingredienti principali restano gli stessi, ma come sempre c’è un tocco finale che non potrete che apprezzare!

In generale, avrete a che fare con un primo delizioso e nutriente, dove i minerali e le vitamine si presentano in grande quantità, così come le fibre e i carboidrati. Si tratta di una pietanza saziante e amata anche dai bambini. Tuttavia, ci sono anche molte altre cose interessanti da sapere!

Un po’ di storia e alcune curiosità!

Le discussioni in merito all’origine degli spaghetti sono molte e le parole dette a riguardo non si contano più! Infatti, c’è chi dice che furono importati dalla Cina da Marco Polo nel 1291 e chi sostiene che erano già conosciuti nell’antica Roma… Nonostante ne rivendichino la scoperta sia i cinesi che gli arabi e gli italiani, la risposta più plausibile è quella che questo tipo di pasta fu realizzato in più parti nel mondo ed in tempi diversi. Pertanto, le loro origini rimangano comunque avvolte dal mistero…

In Italia, per la precisione, sono i napoletani a rivendicarne la nascita nei loro vicoli. Ciò che è certo è che la buona cucina italiana ha portato lo spaghetto al massimo del suo splendore creando piatti colorati, saporiti e molto variegati tra di loro, proprio come nel caso degli spaghetti allo scoglio. Non a caso, gli spaghetti si abbinano bene sia ai prodotti del mare che a quelli della terra e sono ottimi con qualsiasi condimento.

L’impasto per la loro preparazione è composto da sola farina e acqua, ma può essere preparato anche utilizzando altri tipi di farine (es. di soia, di grano duro, integrale, di mais, di riso, etc.…)  e viene prodotto in diverse forme e misure. Quindi, la scelta è molto ampia e possiamo provarli anche tutti. Il loro valore nutrizionale varia perciò in base alla tipologia di spaghetto scelta ma, in ogni caso, ci regalano sempre una buona quantità di carboidrati e fibre, garantendoci energia, sazietà e soddisfazione.

A tavola con gli spaghetti allo scoglio!

La ricetta di oggi è una delle tante che possiamo preparare grazie a questo tanto amato tipo di pasta e, generalmente, gli ingredienti da usare sono quelli che conosciamo tutti. Ad ogni modo, ricordate che è meglio un sugo preparato a casa che uno scoglio congelato!

Gli spaghetti allo scoglio, principalmente a base di molluschi, come cozze e vongole, e crostacei, come i gamberi, si presentano come un piatto tipico della cucina campana. Li possiamo preparare con il pomodoro oppure senza. A voi la scelta… In ogni caso, vi lascio la mia ricetta!

Ingredienti per 4 persone

  • 320 gr spaghetti senza glutine Misura
  • 500 gr di cozze nere
  • 500 gr di vongole
  • 500 gr di gamberi
  • 2 spicchi d'aglio
  • 1 ciuffo prezzemolo
  • q.b. olio d'oliva extravergine
  • q.b. sale
  • q.b. pepe bianco

Procedimento

  1. Raschiate bene le cozze nere con un coltello a lama liscia o, per fare prima utilizzate una paglietta di acciaio che userete solo per questo lavoro: fate questa operazione di pulizia sotto l’acqua fredda corrente. Le cozze devono avere i gusci perfettamente puliti prima di essere cucinate.
  2. Mettetele in una padella con uno spicchio d’aglio, coprite la padella col coperchio e fatele aprire a fiamma vivace; scuotetele di tanto in tanto e fatele cuocere ancora un paio di minuti dopo che si sono aperte tutte. Eliminate lo spicchio di aglio e filtrate il liquido di cottura che terrete da parte.
  3. Lavate molto bene le vongole; mettetele in una padella fatele saltare a fuoco vivo fino a quando si sono aperte. Filtrate anche il loro liquido di cottura e tenetelo da parte.
  4. Sgusciate i molluschi tranne qualcuno per decorare i piatti.
  5. In una padella antiaderente fate rosolare uno spicchio d’aglio con un filo d’olio, poi unite i gamberi puliti e ben lavati e fateli insaporire a fiamma bassa; dopo alcuni minuti aggiungete nella padella le cozze, le vongole, un po’ dei loro liquidi di cottura e fate cuocere a fiamma bassa per circa un quarto d’ora.
  6. Lavate, asciugate e tritate il prezzemolo.
  7. Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata a cui avrete aggiunto un po’ di liquido di cottura dei molluschi, scolateli al dente e versateli nella padella con i molluschi e i gamberi. Regolate di pepe macinato al momento, aggiungete il prezzemolo tritato, un filo d’ olio e serviteli fumanti.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *