bg header
logo_print

Nasello in padella con salvia e pistacchi: un piatto veloce

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

nasello con salvia, pistacchi e cipollotti
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 5 min
cottura
Cottura: 20 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (2 Recensioni)

Conosciamo più da vicino il nasello, un pesce buono e salutare

Parente stretto del merluzzo, il nasello è caratterizzato da numerose proprietà benefiche. Tra le più importanti è possibile ricordare la presenza di proteine nobili, che rendono l’assunzione del nasello una soluzione utile quando si tratta di sostituire la carne rossa come fonte principale di proteine.

Tra i benefici dell’assunzione del nasello è possibile ricordare anche il contenuto di omega 3, grassi salutari che consentono di tenere sotto controllo il colesterolo LDL nel sangue, prevenendo le patologie a carico del sistema cardiovascolare.

Quando lo si compra è bene fare attenzione a diversi aspetti, in primo luogo al colore delle scaglie, che deve essere il più argentato possibile. Fondamentale è anche che la carne sia soda e che l’occhio risulti vivo. Grazie al suo sapore delicato il nasello è adatto all’alimentazione di bambini e anziani, che possono condirlo con olio, maionese o salsa di soia, mantenendo sempre in primo piano le sue importanti proprietà.

Ricetta Nasello con salvia, pistacchi e cipollotti

Preparazione nasello in padella

  • Versate due cucchiai di olio in una pentola e aggiungete le foglie di salvia e i filetti di nasello.
  • Lasciate rosolare da tutte e 2 i lati per  4 o 5 minuti in totale.
  • Togliete dalla pentola e tenete da parte e nella stessa versate i cipollotti  tagliati grossolanamente e fate rosolare per una decina di minuti aggiungendo un po’ di acqua se necessario.
  • Al termine rimettete i filetti nella pentola con i cipollotti e aggiungete i pistacchi tritati.
  • Fate scaldare per un minuto e servite.

Ingredienti nasello in padella

  • 600 gr. circa di filetti di nasello
  • 500 gr. di cipollotti
  • 4 cucchiai di pistacchi tritati
  • un mazzetto di salvia
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale e pepe

Il ruolo dei cipollotti nel nasello in padella con salvia e pistacchi

Il nasello in padella con salvia e pistacchi si avvale di un altro importante ingrediente per completare al meglio la ricetta: i cipollotti. Esistono periodi durante i quali diventa particolarmente importante intervenire a livello di disintossicazione. Ovviamente in casi del genere risulta decisiva la scelta di particolari alimenti, come per esempio i cipollotti.

Assumerli dopo aver esagerato a livello alimentare significa, in molti casi, contribuire a disintossicare l’organismo da tossine e altre sostanze dannose. Antibatterici, emollienti e decongestionanti, i cipollotti sono verdure che possono fare la differenza per quanto riguarda la salute, in quanto ottimi alleati anche contro patologie come l’osteoporosi.

Utilizzati per alleviare sintomi legati alla sfera dell’umore, i cipollotti sono decisivi anche per quanto riguarda la prevenzione di infezioni a livello intestinale. Raccontare dei loro benefici vorrebbe dire scrivere pagine a pagine, motivo per cui non resta che dare spazio alla ricetta, ottima sia per chi soffre di celiachia, sia per chi deve affrontare ogni giorno l’intolleranza al lattosio, che può essere combattuta con gusto direttamente ai fornelli.

Non ci credete? Forse è perché davvero non avete mai cucinato il nasello in padella con salvia e pistacchi. Non vi resta quindi che provarlo! Vi assicuro che farete un figurone con i vostri ospiti e, perché no, passerete una serata piacevole se sceglierete di cucinarlo anche solo per voi!

Come accompagnare il nasello in padella?

Il nasello in padella con salvia e pistacchi è un secondo “nobile”, che merita un adeguato accompagnamento. Il piatto si abbina a una vasta gamma di vini bianchi, che per loro natura esaltano la delicatezza del pesce senza sovrastarla. Un esempio è dato dal Vermentino di Sardegna, che spicca per le note fresche e minerali, accompagnate da un grado alcolico vicino al 12-13%.

Un’altra buona scelta è il Fiano di Avellino, un famoso vino della Campania che, grazie al suo aroma di frutta e fiori bianchi, e ad un’alcolicità moderata, offre un sorso equilibrato e piacevolmente persistente.

Stesso discorso per il Friulano, che si fa apprezzare per la sua struttura e per le sue sfumature di frutta a polpa bianca, con un potere alcolemico che oscilla tra il 12,5% e il 13,5%. Infine vi propongo il Greco di Tufo, un altro vino campano che con il suo carattere vivace e minerale offre una gradazione alcolica che varia dal 12,5% al 13%. Grazie alle sue proprietà completa questo delizioso secondo a base di nasello con delicatezza ed equilibrio.

Il nasello, un pesce che va valorizzato

Il nasello, che sia fatto in padella o al forno, è un pesce dal sapore delicato che merita di essere valorizzato. Basta qualche erba aromatica, come la salvia, per far compiere al nasello un salto di qualità, garantendo un aroma intenso e delle deliziose note amarognole.

La salvia spicca anche per le proprietà nutrizionali, come dimostra l’abbondanza di vitamine e sali minerali. Non mancano nemmeno gli antiossidanti, che spiccano nella prevenzione del cancro e per la capacità di rallentare l’invecchiamento cellulare.

Se la salvia non vi piace potete pensare a qualche erba aromatica più leggera e meno intensa, come il timo e il dragoncello. Il timo, in particolare, conferisce alla preparazione un tocco agrumato molto adatto per i pesci.

Che ci fanno i pistacchi in una ricetta di pesce in padella?

La ricetta del nasello in padella con salvia include anche i pistacchi. Si tratta di un’aggiunta azzeccata in quanto dona una tenue sapidità al piatto ed esalta i sapori delicati e morbidi del pesce. Inoltre, questa deliziosa frutta in guscio garantisce l’elemento croccante, trasformando ogni boccone in una vera e propria esperienza.

I pistacchi sono più salutari di quanto si possa immaginare. Certo sono anche molto calorici, ma ciò è dovuto all’abbondanza di grassi benefici per il cuore. Al di là di ciò, i pistacchi sono preziosi in quanto placano il senso della fame. Inoltre sono ricchi di magnesio (un minerale coinvolto nel metabolismo energetico) e di vitamina E, che funge da buon antiossidante, oltre che da tonico per le difese immunitarie.

FAQ sul nasello in padella con salvia e pistacchi

A cosa fa bene il nasello?

Il nasello è un pesce azzurro che fa molto bene all’organismo. E’ un’ottima fonte di proteine, vitamina D (che giova al sistema immunitario), fosforo (che fa bene al cervello) e acidi grassi omega tre (essenziali per la salute del cuore e del sistema vascolare).

Che differenza c’è tra il nasello e il merluzzo?

Il nasello e il merluzzo sono pesci molto simili, a tal punto che spesso vengono confusi l’uno con l’altro. Ad ogni modo, il nasello è un po’ più piccolo ed più grasso rispetto al merluzzo, ma allo stesso tempo è anche meno calorico. La quantità di proteine, vitamine, sali minerali e acidi grassi omega tre è invece sovrapponibile. Per quanto concerne il sapore il nasello propone note un po’ più delicate e neutre rispetto al merluzzo.

Quante calorie ha il nasello?

Il nasello apporta solo 71 kcal per 100 grammi, dunque è uno dei pesci meno calorici in assoluto. Per quanto concerne la ricetta che vi presento oggi si aggira sulle 200-300 kcal a porzione abbondante.

Quanto costa il nasello al kg?

Il nasello è considerato meno pregiato del merluzzo, dunque può costare anche 15 euro al kg. Esistono comunque varietà più nobili, come quelle pescate nel Pacifico, che possono superare anche i 30-40 euro al kg.

Ricette con nasello ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gamberi saltati al tamarindo

Gamberi saltati al tamarindo, un secondo agrodolce di...

Un focus sui gamberi Nonostante l’abbondanza di ingredienti e di abbinamenti arditi, i protagonisti della ricetta rimangono i gamberi saltati. I gamberi sono tra i crostacei più consumati, che si...

Baccalà in umido alla Veneta

Baccalà in umido alla Veneta, un gustoso piatto...

Origini e storia del baccalà in umido alla veneta Il baccalà in umido alla veneta è una delle più antiche e tipiche ricette della cucina veneta. Le origini di questo piatto risalgono al periodo...

Carne di renna grigliata

Carne di renna grigliata, una salsiccia per eventi...

Cosa sapere sulla carne di renna Vale la pena parlare della carne di renna, che è il vero protagonista di questa ricetta. E’ una carne sui generis molto rara dalle nostre parti, ma che può...