Frittata di zucchine e pancetta, veloce da preparare!

Frittata zucchine e pancetta
Commenti: 0 - Stampa

Frittata di zucchine e pancetta, veloce da preparare! Se non vi piacciono le zucchine potete utilizzare altre verdure che avete a portata di mano. L’importante è fare attenzione alle verdure che acquistate.

Qualche piccolo accorgimento quando acquistate le verdure

asparagiASPARAGI:Gli asparagi (Asparagus officinalis) li conosciamo bene. Hanno un sapore unico e anche una forma inconfondibile. Appartengono alla famiglia delle Liliacee e sono noti per le loro notevoli proprietà benefiche e per il valore nutrizionale. Con le loro foglie aghiformi e l’aspetto sempre verde, sono molto diffusi nella parte centro-meridionale dell’Europa fin dai tempi antichi. Vengono coltivati, ma crescono anche spontanei… e quelli selvatici sono ancor più ricchi di nutrienti!

melanzane perlineMELANZANE: Pìccìolo fresco, buccia lucida perfetta, consistenza compatta: poi si possono scegliere tonde se vanno cotte a fette, oblunghe se da farcire o tagliare a dadolata. Se sono freschissime sono una prelibatezza gustate crude, a dadini, previa marinatura con olio e sale.

Carote al naturaleCAROTE: Meglio acquistarle con il loro ciuffo di foglie. Se sono novelle, basta spazzolarle, altrimenti la scorza va raschiata. A casa, eliminate le foglie (che assorbono l’umidità della radice seccandola) e conservatele, anche a lungo, in luogo fresco e buio.cottura della patata

PATATE :non devono essere raggrinzite o con germogli (contengono alcaloidi tossici), ma è facile acquistarle belle tutto l’anno. Scegliete il tipo giusto: quelle bianche, più vecchie e farinose per gnocchi, purè, sformati. Quelle gialle, che non si sfaldano, per cotture al forno, frittura, al vapore

insalata di finocchi e meleFINOCCHI: Sceglieteli allungati se sono da cuocere, ben tondi se da consumare crudi. Si mantengono in frigorifero fino a dieci giorni.

insalata con peperoni e polloINSALATE Devono essere turgide, croccanti, senza orli scuri. Meglio comprarle e consumarle subito. Altrimenti, lavate e asciugate si conservano non più di tre o quattro giorni in recipiente ermetico in frigorifero. Un’insalata come lo scarola o la lattuga, comunque, può essere cotta, se appena appare un po’ “sciupata”.

farina di piselliPISELLI:La freschezza si valuta dal baccello, ovviamente. Per la qualità, quelli grossi e farinosi sono preferibili per minestre, creme, macedonie di legumi; quelli piccoli per contorno perfetto di molti piatti. Da tenere in considerazione anche le taccole, piselli “mangiatutto” (semi e baccello) da trattare come i fagiolini verdi.

peperoniPEPERONI: Buccia lucida e tesa, senza macchia, è garanzia di un peperone fresco che potremo conservare in frigorifero una decina di giorni o congelare tagliato a falde. Quelli rossi e verdi sono i più adatti alla cottura, quelli gialli sono perfetti alla griglia.

Cipolla Rosa di RoscoffPORRI (E CIPOLLE) Devono essere sodi, compatti, la parte verde dei porri fresca; la cipolla non deve avere germogli. Conservare al fresco e al buio, i porri meglio se in frigorifero

SPINACI freschi, carnosi, verdi. E da consumare subito perché perdono vitamine ossidandosi. Se conservati cotti, poi, i residui di concimi chimici si trasformano in sali assorbibili (a danno) dell’ organismo.spinaci

Flan di zucchine e mentaZUCCHINE Tante sono le varietà, ma comunque devono sempre essere sode e preferibilmente con il loro fiore attaccato e non completamente sbocciato. In frigorifero si conservano, pulite e asciutte, per circa una settimana.

Frittata zucchine e pancetta

Ed ecco la ricetta della Frittata di zucchine e pancetta

Ingredienti per 4 persone:

  • 6 uova
  • 2 zucchine
  • 1 cucchiaio di timo tritato
  • 50 gr. di pancetta a dadini
  • 100 gr. di parmigiano reggiano 36 mesi grattugiato
  • q.b. olio extravergine d’oliva
  • q.b. sale

Preparazione:

Mondate le zucchine, tagliatele a rondelle non troppo sottili e cuocetele in una padella antiaderente  con il timo tritato,  un pizzico di sale e  un cucchiaio di olio; quando sono stufate togliete la padella dal fuoco e fatele raffreddare.

In una padella antiaderente fate soffriggere con pochissimo olio la pancetta fino a che risulta essere ben rosolata e croccante.

In una ciotola sbattete le uova con il parmigiano e salate; aggiungete le zucchine e la pancetta rosolata,  amalgamate bene gli ingredienti e  versate il composto in una teglia antiaderente senza condimento. Mettete la teglia in forno già caldo a 200°C per 20 minuti.

2.5/5 (4 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Frittata di cipolle al forno

Frittata di cipolle al forno, una variante squisita

Frittata di cipolle al forno, un contorno gustoso La frittata di cipolle al forno è una variante della classica frittata di uova, nonché un ottimo secondo piatto. Le differenze rispetto alla...

uova a colazione

Uova a colazione, un’abitudine molto nutriente

Perché le uova a colazione? Mangiare uova a colazione, già questa espressione rievoca contesti che ben poco hanno a che vedere con la tradizione italiana, invece hanno a che fare con quella...

Frittata di cicoria selvatica

Frittata di cicoria selvatica, una piatto semplice

Frittata di cicoria selvatica, una variante fuori dal comune La frittata di cicoria selvatica è una frittata diversa dalle altre e di facile preparazione. E’ semplice perché il procedimento è...

Millefoglie di frittata con formaggio di capra

Millefoglie di frittata con formaggio di capra per...

Millefoglie di frittata con formaggio di capra, una ricetta con un ingrediente speciale La Millefoglie di frittata con formaggio di capra è una ricetta molto corposa, colorata e gustosa. E’ anche...

Frittata con peperoni e carote

Frittata con peperoni e carote, un contorno gustoso

Frittata con peperoni e carote, una scelta azzeccata di ingredienti La frittata con peperoni e carote è solo all’apparenza una frittata come le altre. Certo, potrebbe darvi l’impressione di una...

Omelette con borragine

Omelette con borragine, una piacevole alternativa

Le peculiarità delle omelette con borragine Le omelette con borragine rappresentano una gradevole alternativa alle classiche frittate. Allo stesso tempo si differenziano da queste ultime per la...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


09-02-2014
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti