bg header
logo_print

Tortilla spagnola, una versione con le cipolle

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Tortilla spagnola
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana, Cucina spagnola
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (7 Recensioni)

Tortilla spagnola con le cipolle, un’idea gustosa

Oggi cuciniamo la tortilla spagnola in una variante ricca e molto gustosa. Oltre alle classiche patate e alle uova, infatti, la ricetta suggerisce l’impiego della cipolla. L’idea, per quanto sporadicamente ripresa dalla cucina castigliana, è di Jamie Oliver, un famoso chef e conduttore televisivo britannico. La ricetta è molto semplice, basta tagliare finemente sia le patate che le cipolle, poi vanno rosolate e infine unite ad una soluzione di uovo sbattuto. Il composto che ne deriva viene poi cotto come se fosse una frittata, ma senza far coagulare troppo l’uovo, infatti la tortilla deve risultare estremamente morbida.

La tortilla è una preparazione tipica della zona di Madrid che viene condita con la salsa brava a base di pomodoro, aceto e peperoncino. Viene servita in occasione delle tapas, i celebri aperitivi della tradizione spagnola. Le tapas, sull’onda dell’interesse manifestato dagli studenti che hanno trascorso l’Erasmus in terra iberica, si stanno diffondendo anche dalle nostre parti.

Le tapas rappresentano una valida alternativa ai classici aperitivi, benché si caratterizzano per due elementi peculiari: il rispetto della tradizione e l’estrema varietà. Di norma, la tapa è alcolica, ossia viene servita con vino e birra, ma può essere accompagnata anche da bevande analcoliche, come succhi di frutta e centrifughe.

Ricetta tortilla spagnola

Preparazione tortilla spagnola

Ecco le fasi da seguire per preparare la tortilla spagnola con le patate.

  • Pelate le patate finemente, utilizzando se possibile un pelapatate.
  • Fate le patate a fette molto sottili e asciugatele con un canovaccio.
  • Poi pelate la cipolla e riducetela a fette sottili.
  • Intanto scaldate due cucchiai di olio in una padella piccola a fiamma moderata.
  • Ora aggiungete la cipolla e le patate, poi abbassate la fiamma al minimo e cuocete per 25-30 minuti. Le cipolle devono diventare dorate. In questa fase mescolate di tanto in tanto con delicatezza in modo da mantenere le patate integre.
  • In una terrina aprite le uova, conditele con un po’ di sale e di pepe nero, poi sbattetele con la forchetta.
  • Mettete nella terrina le cipolle e le patate. Poi versate questo nuovo composto nella padella e accendete a fiamma bassa.
  • Infine, cuocete per 20 minuti fino a completo rassodamento delle uova.
  • Poi allentate i lati della tortilla con una spatola, capovolgetela su un piatto di portata e riposizionatela nella padella.
  • Cuocete per altri 5 minuti, fino a completa doratura.
  • Infine, mettete la tortilla sul piatto di portata, tagliatela in sei spicchi e accompagnatela come meglio credete, magari con una semplice insalata verde.

Ingredienti tortilla spagnola

  • 400 gr. di patate cerose
  • 1 cipolla
  • q. b. di olio extravergine di oliva
  • 5 uova grandi.

Quali patate utilizzare nella tortilla spagnola?

Le patate sono tra gli ingredienti principali della tortilla spagnola, e in particolare della versione di Jamie Oliver. Da questo punto di vista si segnala un’importante differenza con la tortilla messicana, che è realizzata con la farina di mais. Se state pensando a una frittata di patate siete sulla strada giusta, infatti la tortilla della cucina spagnola può essere considerata come una variante più sottile e morbida delle frittate nostrane.

Ad ogni modo una domanda sorge spontanea: quali patate utilizzare? La scelta in genere è tra le patate a pasta gialla e le patate bianche. Ebbene, in questo caso è meglio optare per le patate a pasta gialla in quanto vantano una consistenza più coriacea e una quantità di amido inferiore, quindi possono essere cotte in padella ed affettate finemente.

Le patate a pasta gialla vengono chiamate “cerose” e si contrappongono alle patate bianche, che sono più farinose in virtù della loro cedevolezza. In occasione di questa ricetta, le patate vanno pelate e ridotte a fette molto fini, per poi essere cotte in padella con la cipolla. A prescindere dalla varietà, le patate vantano un profilo nutrizionale migliore di quanto si possa immaginare. Sono ipocaloriche in quanto apportano solo 80 kcal per etto, inoltre sono ricche di vitamine, sali minerali e carboidrati.

Un focus sulle uova

La tortilla spagnola, essendo parente stretta della frittata all’italiana, richiede l’impiego di molte uova. In questo caso occorrono cinque uova grandi, oppure sei o addirittura sette se le uova sono piccole. La presenza delle uova potrebbe far storcere il naso ai più salutisti, in quanto giudicate troppo grasse o dannose per la salute. Il riferimento è al contenuto di colesterolo. In effetti questa sostanza è ben presente, ma basta procedere con un consumo moderato (in media sette a settimana) per porsi al riparo da ogni rischio.

Tortilla spagnola

Per il resto le uova sono molto nutrienti. Apportano una discreta quantità di proteine, distribuite più o meno equamente tra tuorlo e albume. Inoltre, sono ricche di vitamine e sali minerali abbastanza rari. Il riferimento è alla vitamina K, che ottimizza la densità del sangue, e alla vitamina B12, che è fondamentale per il metabolismo e per la crescita. Le uova contengono anche zolfo e zinco, che fanno bene al sistema immunitario. Per quanto concerne l’apporto calorico, siamo su livelli accettabili: un uovo grande apporta circa 70-80 kcal.

Come accompagnare la tortilla spagnola

La tortilla spagnola, e in particolar modo la versione di Jamie Olivier, può essere consumata senza alcun accompagnamento. Se viene porzionata al meglio costituisce la tapa perfetta, ovvero uno stuzzichino con cui accompagnare un bicchiere di birra o un calice di vino. Tuttavia, si può pensare anche a qualche farcitura. Lo stesso Jamie Oliver suggerisce una bella insalata verde, che crea un ottimo contrasto a livello di colore e non copre il sapore della tortilla.

I più audaci possono pensare a farciture di carne. Una bella fetta di prosciutto cotto andrebbe bene, in quanto creerebbe un bel contrasto tra delicatezza e corposità. Invece, semaforo giallo per i formaggi, che potrebbero coprire il sapore della tortilla. I formaggi cremosi, invece, rappresentano una soluzione gradita se vengono distribuiti con accortezza e senza esagerare.

Ricette di tortillas ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (7 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

tacos con baccala

Tacos farciti con baccalà, una ricetta tra Messico...

Qualche curiosità sui tacos farciti I tacos farciti sono un alimento base per la cucina messicana. Traggono origine nell’America precolombiana quando gli impasti venivano realizzati...

Spezzatino di alce

Spezzatino di alce, un gustoso secondo di selvaggina

Cosa sapere sulla carne di alce Al netto degli ingredienti a supporto, che pure non mancano, la vera protagonista di questo spezzatino è la carne di alce. Si tratta di una carne particolare per...

Jalapenos Ripieni

Jalapenos ripieni, un delizioso piatto messicano

Il jalapeno, un peperoncino da scoprire La ricetta dei jalapeno ripieni ci danno modo di parlare di questo tipo di peperoncini di media grandezza e di colore rosso o verde, inoltre sono abbastanza...