Patate rosse con pancetta, un piatto equilibrato

Patate rosse con pancetta
Commenti: 0 - Stampa

Patate rosse con pancetta, uno splendido abbinamento

Le patate rosse con pancetta sono il classico contorno ricco di sapore e nutrimento. Ovviamente, non stiamo parlando di un piatto dietetico, anche perché la lista degli ingredienti comprende non solo le patate ma anche la pancetta. Tuttavia, stiamo parlando di una ricetta equilibrata dal punto di vista nutrizionale. Infatti, apporta quasi in egual misura carboidrati, proteine, sali minerali e vitamine. La ricetta, come da tradizione per i contorni veloci, è davvero semplice, infatti si tratta di riunire gli ingredienti in una pirofila e cuocerli al forno, guarnendoli con i giusti condimenti e con un rametto di rosmarino. La partita, quindi, non si gioca su chissà quale metodo di cottura o trattamento, ma piuttosto su una scelta azzeccata degli ingredienti. Le protagoniste di questo contorno sono, però, le patate rosse.

Si tratta di una varietà tropicale, coltivata soprattutto nelle americhe, ma presenti nel territorio europeo e in particolar modo italiano. Le patate rosse si caratterizzano per una polpa molto morbida, che tende decisamente all’arancione, mentre la buccia assume spesso una coloritura rossastra. Il sapore è leggermente dolce, ma sufficientemente sapido da valorizzare alimenti di origine animale. Dal punto di vista nutrizionale, le patate rosse si difendono molto bene. Sono ricche di vitamine, e in particolar modo della vitamina A e della C. Lo stesso si può dire per i sali minerali, con esplicito riferimento al potassio, al manganese e al magnesio. Nonostante il sapore dolce, le patate rosse possono essere considerate un toccasana per chi soffre di diabete, in quanto impattano in maniera positiva sulla glicemia. L’apporto calorico è simile alle altre patate, pari a 80 kcal per 100 grammi.

Le proprietà organolettiche e nutrizionali dei peperoni

La lista degli ingredienti delle patate rosse con pancetta si arricchisce della presenza dei peperoni. L’abbinamento patate e peperoni non è certamente un’esclusiva di questa ricetta, anzi rappresenta quasi un must per molti contorni. Ad ogni modo, in occasione della preparazione delle patate rosse con pancetta, consiglio di optare per i peperoni gialli. Non tanto per una questione di gusto, quanto per l’impatto visivo, infatti il giallo (tendente all’arancione) delle patate, si sposa alla perfezione con il giallo brillante dei peperoni.

Patate rosse con pancetta

Questioni cromatiche a parte, la presenza dei peperoni gialli valorizza la ricetta non solo dal punto di vista organolettico, ma anche da quello nutrizionale. In buona sostanza, i peperoni gialli (come tra l’altro quelli rossi e verdi) possono essere considerati degli ottimi alimenti. Il riferimento è alla concentrazione piuttosto elevata di vitamina C, che non ha nulla da invidiare a quella delle arance e degli altri agrumi. Inoltre, i peperoni sono ricchi di sali minerali e in particolare di potassio. I peperoni non è vero che siano difficili da digerire, infatti è sufficiente sbucciarli a dovere per renderli pienamente digeribili. Per giunta non sono affatto grassi, piuttosto ad incidere in tal senso è come sempre il metodo di cottura. Molto spesso i peperoni vengono fritti, anche se in questa ricetta vengono semplicemente cotti al forno.

La pancetta è un alimento poco salutare?

Le patate rosse hanno tra gli ingredienti anche la pancetta. Molti avranno storto il naso una volta verificata la presenza della pancetta nella lista degli ingredienti. Infatti, la pancetta non gode di buona fama presso i salutisti. Nello specifico, è considerato un alimento dannoso per la salute. A incidere sarebbe la concentrazione di grassi e sostanze non esattamente salutari, come i nitriti e i nitrati, tradizionalmente associati ai derivati dalla carne. Ebbene, che la pancetta sia grassa non c’è dubbio, tuttavia è sufficiente non esagerare con le dosi per godersi l’alimento senza il timore di pregiudicare la propria linea.

Tra l’altro, le dosi suggerite in questa ricetta sono più che equilibrate: un etto e mezzo di pancetta per un’intera teglia di patate. Per quanto concerne la presenza di nitriti e nitrati, la loro concentrazione è piuttosto scarsa, dunque il problema non si pone. Va considerato, poi, che la pancetta è comunque un’ottima fonte di proteine, persino più abbondante rispetto alla carne non trattata. Dunque, è bene prendere in considerazione il consumo di questo alimento senza esagerare.

Ecco la ricetta delle patate rosse con pancetta e peperoni:

Ingredienti per 4 persone:

  • 10-12 patate rosse,
  • 2 peperoni gialli,
  • 150 gr. di pancetta,
  • un rametto di rosmarino,
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva,
  • q. b. di sale,
  • q. b. di pepe.

Preparazione:

Per la preparazione delle patate rosse con pancetta iniziate lavando le patate e sbucciandole per bene, poi fatele a fette e mettetele in un contenitore pieno d’acqua. Ora lavate i peperoni e sbucciateli, poi tagliateli a pezzi e asciugateli accuratamente. Intanto, preriscaldate il forno a 200 gradi e fate la pancetta a dadini.

Coprite una teglia con carta da forno, adagiate le patate (dopo averle scolate), poi aggiungete i peperoni a pezzi, la pancetta, un po’ di rosmarino, sale, pepe e condite il tutto con olio extravergine d’oliva. Cuocete per 40 minuti a 200 gradi. Servite e buon appetito!

5/5 (389 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Melanzane a funghetto

Melanzane a funghetto, un contorno anti intolleranze

Melanzane a funghetto, semplicità e versatilità per un contorno speciale Oggi vi presento le melanzane a funghetto, un delizioso contorno tipico campano facile da preparare e salutare, realizzato...

Scalogno sotto olio

Scalogno sotto olio, uno splendido contorno

Scalogno sotto olio, una preparazione versatile Lo scalogno sotto olio è un’ottima idea per un contorno sfizioso, leggero e aromatico. Può essere impiegato come ingrediente da antipasto e si...

Verdure miste arrostite

Verdure miste agli agrumi, un pieno di oligoelementi

Verdure miste agli agrumi, un’idea semplice, gustosa e salutare Le verdure miste agli agrumi con aceto di mele e agrumi sono un piatto molto colorato, gustoso e facile da preparare. E’ concepito...

Insalata di zucchine crude

Insalata di zucchine crude, un’idea singolare e squisita

Insalata di zucchine crude, un contorno sfizioso La ricetta dell’insalata di zucchine crude è una ricetta sui generis, anche perché è realizzata con le zucchine “al naturale”, non...

Caprese con melanzane e zucchine

Caprese con melanzane e zucchine, un contorno gourmet

Caprese con melanzane e zucchine, una variante gustosa La caprese con melanzane e zucchine è una variante sfiziosa della classica caprese, che è un piatto tra i più conosciuti ed apprezzati. E’...

Nidi di agretti con le uova

Nidi di agretti con le uova, un contorno...

Nidi di agretti con le uova, una ricetta semplice e sostanziosa I nidi di agretti con le uova sono un contorno delizioso, semplice e nutriente. Gli ingredienti si contano sulle dite di una mano, ma...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


15-09-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti