logo_print

Tartare di salmone e avocado – un’ottimo antipasto

Tartare di salmone e avocado
Stampa

Tartare di salmone e avocado – un’ottimo antipasto per iniziare bene una cena o un pranzo. L’accoppiata vincente in un piatto fresco e leggero…Mettiamo insieme il salmone con il suo carico di proteine e di omega 3, e l’avocado con il suo carico di grassi monoinsaturi e poi ne parliamo…

Scherzi a parte questo è un piatto che per il nostro organismo è una autentica miniera di benessere.

Tartare di salmone e avocado e fai un figurone!

E adesso vi spiego il perché soffermandomi in particolare sull’avocado un frutto a noi abbastanza sconosciuto, ma che vedrete ci sorprenderà…

L’avocado, è il frutto della Persea Americana, una pianta della famiglia  delle Lauracee  che vive nei paesi tropicali conosciuta fin dai tempi antichi e utilizzata dagli antichi  Aztechi e Maya prima ancora dell’ arrivo degli Spagnoli.

Cominciamo considerando l’avocado come un alimento molto particolare,  dalla doppia classificazione: è da considerare un frutto, quindi è un vegetale, ma nel contempo è da considerare un grasso  per il suo contenuto nutrizionale.

La principale caratteristica nutrizionale di questo frutto , infatti, è la sua ricchezza di acidi grassi monoinsaturi incredibilmente benefici.

Tartare di salmone e avocado

in particolare di acido linolenico, e di Omega3 in grado di stimolare la produzione di colesterolo buono (HDL) e frenare il deposito di quello cattivo (LDL).

L’avocado è ricco di vitamina A

Grazie a queste  proprietà l’avocado ci aiuta a far  diminuire il colesterolo nel sangue, a contrastare l’arteriosclerosi e a combattere alcune patologie del sistema circolatorio.

Ricco di vitamina A e vitamina E con il suo potere antiossidante  ci aiuta a rallentare il processo d’invecchiamento della pelle e a contrastare la sua perdita di elasticità, ci protegge dalle  malattie cardiache ed è un potente tampone contro gli acidi metabolici e digestivi. La vitamina D, che contiene favorisce l’assorbimento del calcio e del  fosforo, aiutandoci a contrastare l’artrosi. Ricco di fibre hanno la capacità di rallentare l’assorbimento del glucosio a livello intestinale, e quindi di regolazione dei livelli di glicemia, ed è ottimo per i diabetici.

Il lato negativo??? L’ avocado non è un frutto “light“, considerando che in gran parte è composto da grassi, teniamo presente che 100 grammi forniscono 230 calorie, quindi utilizziamo senza eccessi

L’avocado è anche chiamato  “pera dell’alligatore” per la sua forma che ricorda quella di una pera, per la sua buccia rugosa  che ricorda le squame di un alligatore e per il nocciolo che quando lo apri, sembra guardarti ricordando  un po’ l’occhio di un alligatore.

Componiamo il nostro piatto, sediamoci a tavola e con calma gustiamoci questo delizioso e salutare antipasto…

Ed ecco la ricetta della Tartare di salmone e avocado

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr. di salmone affumicato
  • 2 avocado maturi
  • un cucchiaino di pepe rosa in grani
  • il succo di 4 lime
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale di maldon.

Preparazione

Prendete il salmone e tagliatelo a dadini, mettetelo in una bastardella e conditelo con il pepe, il sale e spruzzatelo con il succo di lime. Copritelo con della pellicola trasparente e mettete in frigorifero per un paio d’ore.

Nel frattempo sbucciate gli avocado, eliminate la parte centrale e tagliate la polpa a fettine. Poi irrorateli con il succo di lime e mescolateli al salmone aromatizzato.

Trasferite il composto in coppette monouso o piattini individuali e irrorate con un filo di olio extravergine di oliva e una spruzzata di succo di lime.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


13-01-2014
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti