bg header
logo_print

Minestra di castagne, ideale per chi è soggetto a stress

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

minestra di castagne
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 1 or
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

La speciale minestra con castagne

Lo sapevate che la castagna è ricca di glucidi, ideali per chi pratica sport o è soggetto a stress? Grazie alla presenza di zuccheri, fondamentali per il buonumore, è un alimento alternativo per i bambini allergici al latte di mucca o al lattosio. Per questo oggi portiamo in tavola la minestra di castagne.

Cosa c’è di meglio nel gustarsi a cena una buonissima minestra, approfittando dell’atmosfera autunnale? In questo caso abbiamo a che fare con un primo piatto caldo e ricco di sapori: la cremosità della minestra insieme al retrogusto tipico della castagna, formano una vera e propria specialità culinaria!

Come si deduce dal titolo la ricetta è molto semplice, inoltre ha una lista ingredienti molto povera e di facile reperibilità, adatta per non trasformare anche la cucina in un ambiente stressante!

Ricetta minestra di castagne

Preparazione minestra di castagne

Per preparare la minestra di castagne procedete in questo modo. Immergete le castagne in acqua tiepida per tutta la notte. Poi scolatele ed eliminate la buccia che le avvolge.

Versatele in una pentola, aggiungete l’acqua fredda in modo che risultino del tutto coperte e salate un po’. Poi accendete il fuoco e portate ad ebollizione, infine proseguite la cottura per altri 10 minuti circa. Terminata la cottura scolatele e mettetele da parte.

In un’altra pentola versate il latte e 3 dl. di acqua, poi fate bollire, immergeteci le castagne e mescolate almeno un paio di volte fino a quando non si saranno ammorbidite.

Ora aggiungete il riso e cuocete per 10-12 minuti. Poco prima di spegnere il fuoco aggiungete il burro per mantecare e servite la minestra quando è ancora calda.

Ingredienti minestra di castagne

  • 500 gr di castagne secche
  • 80 g r. di riso
  • 1 litro di latte intero consentito
  • 30 g di burro chiarificato
  • un pizzico di sale-

I sapori autunnali che vi porteranno tanto nutrimento

Questa minestra di castagne deve essere gustata in autunno, fino a quando possiamo ancora trovare castagne fresche e con una giusta maturazione. Oltre al sapore fantastico, l’aggiunta della castagna ai nostri pasti, ci propone vitamine di quantità, in particolare vitamina A, B1, B3 e C. Troviamo inoltre carboidrati, proteine, acqua, fosforo, ferro e molti altri minerali.

La minestra di castagne e verdure ci permette di portare in tavola un piatto proteico che non contiene glutine e che si rivela molto nutriente, nonché idoneo anche per tutte le persone celiache. Non a caso la farina realizzata con la castagna sopperisce, nella preparazione di dolci e minestre, anche al fabbisogno di carboidrati nei soggetti che presentano intolleranza ai cereali.

Infine, è utile considerare che la castagna è un frutto ricco di zuccheri e di potassio, il suo infuso unito al miele aiuta a curare la tosse molesta. Essendo un alimento ricco e calorico, la castagna non è consigliata a chi deve seguire un regime alimentare povero di zuccheri e a chi soffre di diabete. Negli altri casi basta non esagerare con le quantità, ma non dimenticate neanche di mangiare questo alimento in ogni sua forma!

Minestra di castagne fresche, quando l’unione fa la forza

Per finire possiamo dire che questa ricetta, cucinata soprattutto in Valle d’Aosta, è molto benefica ed anche molto facile da portare in tavola. Se questa sera proverete a farla alla vostra famiglia, rimarranno tutti stupidi dal gusto. Pertanto, non vi resta che scrivere nel menù la minestra di castagne per gustarla al più presto!!

Questa minestra di castagne è molto gustosa. Inoltre, come accennavo prima, è il piatto ideale nei mesi autunnali poiché proprio in questi periodi si trovano le castagne più fresche e saporite!

Ecco perché le castagne fanno così bene

La minestra di castagne è uno di quei piatti popolari che spicca non solo per il gusto, ma anche per la capacità di nutrire, regalando un pasto completo. Sulle proprietà nutrizionali delle castagne ho già accennato qualcosa, ma vale la pena evidenziare ancora una volta l’abbondanza di sostanze nutritive tra cui il ferro.

Non è frequente che un alimento vegetale contenga questa sostanza, ed è ancora meno frequente che lo contenga in questa misura. Stesso discorso per il magnesio e per il manganese. In ragione di ciò possiamo affermare che la castagna sono tra gli alimenti più “ricostituenti” in natura, che si abbinano alla perfezione con l’elevato apporto di carboidrati.

Non stupisce dunque come la castagna abbia svolto in passato il ruolo di surrogato dei cereali, un ruolo che svolge ancora oggi in caso di celiachia o quando vi è la volontà di provare sentori diversi.

Il segreto per rendere questa minestra con castagne così morbida

La minestra con castagne stupisce per la morbidezza e per la sua cremosità. Ciò è dovuto principalmente alla presenza del latte, che è parte integrante della ricetta, infatti se ne utilizza addirittura un litro. Nello specifico, il latte va messo prima di rifinire la cottura delle castagne e di cuocere il riso. L’amido presente nelle castagne e nel riso si unisce al latte in via di condensazione, generando una texture davvero gradevole.

La ricetta suggerisce l’impiego di latte intero. Il latte intero è ricco di grassi che aumentano l’apporto calorico, tuttavia favorisce una piena amalgama degli ingredienti e dona un gusto davvero unico.

Se soffrite di intolleranze alimentari non abbiate paura, basta utilizzare il latte delattosato, che è reperibile un po’ ovunque. Il sapore del latte delattosato è identico a quello normale, sebbene si possa avvertire qualche nota dolce in più.

Minestra di castagne, una ricetta semplice anche nella mantecatura

La minestra di castagne è una ricetta molto semplice per quanto abbastanza originale. La lista degli ingredienti è corta e comprende anche il burro, che viene utilizzato per mantecare. Poco prima che il riso giunga a cottura si versa nella pentola il burro e lo si fa sciogliere. Il suo impatto sulla texture è evidente in quanto conferisce ulteriore cremosità a questa zuppa di castagne.

Per questa ricetta vi consiglio di utilizzare il burro chiarificato in quanto è privo di caseine, dunque propone un sapore molto delicato che non copre gli altri ingredienti. L’assenza delle caseine aumenta l’integrità del burro alle elevate temperature ed anche in termini di sapore.

Il burro chiarificato è privo di lattosio quindi è perfetto per chi soffre di intolleranza a questa sostanza. L’unico difetto è l’apporto calorico, più elevato del burro standard e molto vicino agli oli vegetali.

Potreste mantecare la minestra ben calda anche con un po’ di Parmigiano, un po’ come si fa con il risotto. In questo caso il sapore risulterà più sapido e in parte coprirà quello delicato delle castagne.

Ricette con castagne ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gnocchi alla sorrentina

Gnocchi alla sorrentina: una ricetta a base di...

Gnocchi alla sorrentina, le differenze con la ricetta originale riguardano i formaggi Le differenze più importanti tra questi gnocchi e gli gnocchi alla sorrentina tradizionali consistono nei...

Caserecce con pesto di kale

Caserecce con pesto di kale, un primo rustico...

Cosa sapere sul cavolo riccio Il protagonista di queste caserecce è il pesto di kale, o di cavolo riccio. E’ un pesto particolare e un po’ meno aromatico rispetto al pesto con foglie di...

Zuppa di asparagi

Zuppa di asparagi, un primo colorato e gustoso

Un focus sugli asparagi I protagonisti di questa zuppa sono ovviamente gli asparagi. Gli asparagi esprimono una bella tonalità di verde, d’altronde si utilizza un mazzo intero, che equivale a...