Sfogliatelle al prosciutto crudo per un antipasto sfizioso

sfogliatelle al prosciutto crudo
Commenti: 0 - Stampa

Avete mai provato le sfogliatelle al prosciutto crudo?.

Le sfogliatelle al prosciutto crudo sono sfiziosi stuzzichini, adatti alle feste, ai buffet e agli antipasti, ma anche alle merende ricche di sostanza. Nutrienti e gustose, sono facili da preparare e ci propongono una buona dose di energia, di proteine e carboidrati.

Perciò, se amate il salato e il prosciutto crudo, nonché le tante stuzzicanti preparazioni che questo salume ci permette di portare in tavola, adesso è il momento di provare anche queste sfogliatelle! Il successo e la soddisfazione sono assicurate… Credetemi!

Le caratteristiche di questo delizioso stuzzichino

Queste sfogliatelle vengono preparate con la pasta fillo, in greco “sfoglia”. Come recita il nome, si tratta di una sfoglia sottilissima che, una volta cotta al forno o fritta, diventa croccante e gustosa. È ideale per piccole delizie da aperitivo, come ad esempio dei golosi fagotti ripieni di verdure, formaggi o carne, ma anche per preparazioni in crosta o dolci tradizionali come strudel e cannoli.

La pasta fillo è un impasto di origine greco-turca, diffusasi in Occidente solo di recente, fino a compromettere la supremazia delle più famose pasta sfoglia e pasta brisée. In realtà ha molto in comune con queste ultime perché possono essere considerata una derivazione. Si narra, infatti, che la pasta fillo sia stata preparata per la prima volta nel lontano XV secolo, a Istanbul, nel palazzo reale dell’imperatore ottomano. Da lì si è diffusa quasi subito in Grecia e poi nel resto dei Balcani.

La pasta fillo è simile alla sfoglia e alla brisée, è vero, ma vanta una caratteristica speciale, ossia è sottilissima. Infatti, gli strati che la compongono sono stesi così a lungo da sembrare trasparenti. Da cruda è anche tendenzialmente più secca, dunque è bene coprirla adeguatamente, in modo da non disidratarla del tutto. Un’altra particolarità risiede nel sapore, che è incredibilmente neutro. Ciò permette di utilizzarla tanto per i dolci quanto per le preparazioni salate. La preparazione a base di pasta più famosa è comunque la baklava, un dolce greco-turco dal ripieno molto corposo, realizzato principalmente con frutta secca.

Per gli intolleranti al lattosio che non hanno voglia e tempo di mettersi ai fornelli consiglio di utilizzare la pasta fillo fresca di Exquisa, senza coloranti, senza lattosio e adatta a vegani e vegetariani. Comoda pratica e facile da utilizzare.

Ho trovato la ricetta per queste sfogliatelle al prosciutto crudo che sono venute una bontà! La pasta fillo che useremo è caratterizzata da tempi di cottura ridottissimi e si utilizza in forno o fritta per preparare i più variegati piatti di alta cucina, sostituendo anche l’involucro di svariati involtini in varie cucine del mondo. Per la sua estrema versatilità ha trovato innovativi e svariato impieghi anche nella cucina italiana.

Sfogliatelle

A differenza delle comuni paste sfoglie, questa è prodotta senza aggiunta di grassi e il gusto è neutro per garantirne l’uso sia nella preparazione di dolci che di piatti salati. Ci offre una buona dose di carboidrati, fibre ed energia, che potremo unire alle caratteristiche nutrizionali dell’altro ingrediente della nostra ricetta.

Tanto nutrimento anche in una sola sfogliatella al prosciutto crudo!

Il prosciutto crudo è un salume stagionato, lavorato in maniera naturale e per questo non contiene alcun conservante o additivo (ma ovviamente ne dobbiamo scegliere uno di qualità). Contiene però molto sale: 50 grammi di prodotto propongono ben 500 mg di sodio, ovvero il 25% dell’apporto consigliato giornaliero. Quindi, non dobbiamo esagerare.

Tuttavia, grazie ad esso, le vostre sfogliatelle al prosciutto crudo proporranno in modo equilibrato sia le proteine che i grassi (eliminando il grasso visibile dalle fette è possibile ridurne la quantità), le vitamine del gruppo B (in particolare B1 e B12), la vitamina E, e minerali come selenio, zinco e ferro. Pertanto, direi che è un stuzzichino che possiamo concederci almeno ogni tanto e nelle occasioni speciali, senza troppi rimorsi!

Ingredienti per 4 persone

  • 2 fogli di pasta fillo
  • 4 fette di prosciutto crudo
  • 3 coste di finocchi
  • 1 cucchiaio di besciamella (vedi ricette consentite)
  • 15 gr. di parmigiano reggiano 48 mesi grattugiato
  • 40 g di burro chiarificato fuso
  • q.b. sale

Preparazione

Pulite i finocchi, lavateli e tagliateli a pezzi lunghi circa 5 cm; scottate li per pochi minuti in acqua bollente salata, sgocciolateli e asciugateli bene. Mescolate la besciamella con il grana grattugiato e insaporitela con un po’ sale.

Tagliate il prosciutto crudo a striscioline, spennellate ogni striscia con il mix di besciamella e avvolgetele sui pezzi di finocchi.

Fate scongelare la pasta fillo, quindi tagliatela a strisce di 3-4 cm; arrotolate anche queste sui pezzi di finocchi e spennellate con il burro fuso. Sistemate le sfogliate sulla placca del forno precedentemente rivestita con cartaforno e infornatele a 200 gradi per 10 minuti circa finché la superficie sarà leggermente dorata. Servite le sfogliatelle tiepide.

Potete sostituire il sedano con un finocchio: tagliatate a bastoncini piuttosto sottili e suddìvideteli in parti uguali nelle fette di prosciutto. Prima di infornare, se vi piace, spolverizzate le sfogliate con semi di finocchio.

4/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Polenta fritta

Polenta fritta, un eccellente piatto di recupero

Polenta fritta, un’idea semplice da fast food La polenta fritta è uno splendido esempio di cucina di recupero, infatti si prepara con gli avanzi della polenta, che vanno tagliati a fette o a...

Camembert al forno con timo e miele

Camembert al forno con timo e miele, ricetta...

Camembert al forno con timo e miele, un gradevole mix di sapori Il camembert al forno con timo, miele e noci è una ricetta della tradizione francese, nonché un’ottima idea per valorizzare uno...

Camembert con aglio e rosmarino

Camembert al forno con aglio e rosmarino, una...

Camembert al forno con aglio e rosmarino, un antipasto suggestivo Il Camembert al forno con aglio e rosmarino può essere definito un antipasto fuori dall’ordinario. A suo modo, il metodo di...

Falafel con lupini

Falafel con lupini, un delizioso spuntino vegetariano

Falafel con lupini, a metà strada tra la cucina araba e mediterranea I falafel con lupini sono uno spuntino vegetariano, molto leggero e nutrienti. Si tratta, di base, di polpettine realizzate con...

Focaccia con filetto di maiale tonnato

Focaccia con filetto di maiale tonnato per intenditori

Focaccia con filetto di maiale tonnato, una sofisticata combinazione di sapori La focaccia con filetto di maiale tonnato, pomodorini gialli e puntarelle può essere considerata, a secondo degli usi,...

Tramezzino con barbabietola

Sandwich con barbabietola, un pasto veloce e squisito

Sandwich con barbabietola, un meraviglioso incontro tra sapori Il sandwich con barbabietola può essere considerato uno spuntino delizioso, facile da preparare, nutriente e sano. E’ perfetto per i...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


13-11-2010
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti