bg header
logo_print

Insalata di fagioli cannellini, rucola e tonno per il pranzo

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Insalata di cannellini, rucola e tonno
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
4.6/5 (7 Recensioni)

Insalata di fagioli cannellini, rucola e tonno nella mia schiscetta. I cannellini sono fagioli bianchi, lucidi, non troppo grandi, utilizzati in cucina soprattutto per contorni e insalate; come in questa ricetta, dove si accompagnano perfettamente ai pomodori che impreziosisco con il timo, un aroma che con i fagioli ci sta benissimo.

Ricetta Insalata di cannellini rucola e tonno

Preparazione Insalata di cannellini rucola e tonno

Lavate i fagioli secchi sotto l’acqua corrente. Versateli nella pentola a pressione e riempite d’acqua fino a ricoprirli completamente. Chiudete il coperchio e lasciate in ammollo per una notte.

Verificate se c’è abbastanza acqua per la cottura e nel caso aggiungetene.  Chiudete e fate cuocere circa mezz’ora da quando inizia a fischiare abbassando la fiamma.

Trascorso il tempo, spegnete e lasciate uscire il vapore prima di aprire il coperchio. Lasciate raffreddare prima di consumare. Se non avete tempo potete acquistare i cannellini precotti confezionati  in vaso di vetro.Lavate e scolate la rucola. Spezzettate il tonno. Sbucciate e affettate finemente la cipolla.Unite in un’insalatiera i cannellini, la rucola e il tonno. Condite il tutto con sale e olio. Mescolate bene e la vostra insalata è pronta per essere portata in tavola e servita.

Ingredienti Insalata di cannellini rucola e tonno

  • 400 gr. di fagioli cannellini
  • erbe aromatiche a piacere
  • 100 gr. rucola
  • 150 gr. tonno al naturale
  • 1 cipolla rossa
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale. 

Insalata di fagioli cannellini, rucola e tonno per il pranzo di oggi. Questi piccoli fagioli, sono indubbiamente buoni e offrono notevoli benefici per la salute. Uno dei più importanti riguarda il loro effetto antiossidante.

Tutti i legumi sono particolarmente indicati nella cura della stitichezza e nelle cure ingrassanti, dato il loro alto contenuto in lecitina, sostanza che esplica un’azione favorevole all’ingrassamento. Le controindicazioni riguardano invece coloro che sono affetti da gastrite o da colite, poiché molti residui di questi alimenti vengono digeriti solamente nel colon, dando origine a fermentazioni e flautolenze. I legumi sono anche controindicati in caso di gotta, essendo ricchi di purine, sostanze che catabolizzandosi provocano la formazione di acido urico.

Può accadere a volte che qualcuno non abbia le idee chiare sul termine « legumi », con il quale si indicano spesso, impropriamente, numerose verdure.

I veri legumi sono invece soltanto certi semi commestibili contenuti in baccelli; in cucina si usano esclusivamente: ceci, fagioli, fagiolini, fave, lenticchie, piselli, benché alla categoria appartengano anche altre varietà, come lupini e carrube. Tra i legumi, alcuni si trovano in commercio solo secchi (lenticchie e ceci), mentre gli altri possono essere freschi o secchi, oppure conservati in scatola. Il periodo di produzione va da marzo a maggio per i piselli, da aprile a maggio per le fave, da giugno a settembre per i fagioli.

I cannellini sono, infatti, una fonte incredibile di antiossidanti, delle molecole che offrono numerosi benefici per la salute. La loro funzione fondamentale è proteggere la pelle e il resto del corpo dai radicali liberi, degli atomi distruttivi che invadono e danneggiano le cellule del nostro organismo.

I danni compiuti dai radicali liberi sono stati collegati allo sviluppo di una serie di condizioni e malattie degenerative di tipo cardiovascolare, come le trombosi, l’arteriosclerosi, problemi al sistema immunitario, morbo di Alzheimer, artrite, alcuni tipi di cancro e il diabete.

Un’insalata rucola e tonno molto salutare

La rucola è tra le specie vegetali più amate in cucina. In genere viene utilizzata per preparare semplici ma deliziose insalate, altrettanto spesso viene utilizzata come condimento per la pasta e per la pizza, magari in abbinamento con lo speck e il grana. La rucola cresce anche selvatica e matura in particolare nei mesi primaverili ed estivi. Molto apprezzata è la rucola che viene raccolta a luglio.

La rucola è ha un sapore deciso, capace di valorizzare i piatti senza coprire gli altri sentori. E’ apprezzata anche per il suo potere nutrizionale, che è davvero notevole. Il riferimento è, in particolare, alla presenza della vitamina C, del ferro e del calcio. La rucola contiene anche una certa quantità di antiossidanti, come il preziosissimo beta-carotene. Si segnalano,  infine, concentrazioni rilevanti di sulforafano, importante sostanza dagli effetti anticancerogeni.

Gli antiossidanti non ci aiutano solo a mantenere giovane l’organismo dall’interno, ma i loro effetti benefici si vedono anche all’esterno. Le proprietà d’inibizione dei radicali liberi mantengono la pelle elastica e giovane prevenendo la perdita di elasticità della pelle causata dal troppo sole, così da contrastare la comparsa delle rughe e delle linee sottili.

Insalata di cannellini, rucola e tonno

Agli antiossidanti non va però tutto il merito, i cannellini ci aiutano a mantenere una pelle di pesca per via anche dell’importante quantità di rame e proteine, nutrienti importanti per combattere le rughe.

E se mantenervi giovani dentro e fuori non bastasse, sappiate che i cannellini offrono tante altre salutari sorprese. Sono ricchi di fibre, solubili e insolubili, vitamine e Sali minerali, il rame, che ho già citato, ma anche ferro, fosforo e zinco. Non dimentichiamo, poi, le vitamine, in particolare, alcune del gruppo B (B1, B2, B3).

Ecco, scommetto che ora mangerete i cannellini molto più volentieri! Preparatevi questa insalata di tonno e fagioli con l’aggiunta di questi piccoli fagioli e poi ditemi la vostra opinione.

Ricette con cannellini ne abbiamo? Certo che si!

4.6/5 (7 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata di pane zichi

Insalata di pane zichi, una tipica ricetta sarda...

Cosa sapere sullo zichi Il protagonista di questa insalata è ovviamente il pane zichi, anche noto come “su zichi” (dove per “su” si intende l’articolo “il/lo”). Lo zichi è un...

Insalata di germogli di fagiolo mungo

Insalata di germogli di fagiolo mungo, un contorno...

Cosa sapere sui germogli di fagiolo mungo L’ insalata di germogli di fagiolo mungo ci da l’occasione di parlare di un tipo di fagioli davvero unico. I germogli di fagioli mungo sono dei legumi...

Insalata di Camembert e mele

Insalata di Camembert e mele, un piatto dolce...

Un focus sul Camembert Il vero protagonista di questa insalata è il Camembert. Questo formaggio in crosta bianca cambia le carte in tavola, valorizzando con la sua “delicata sapidità” la...