Bicchierino alla mousse di cannellini con crostino

Bicchierino alla mousse di cannellini
Commenti: 0 - Stampa

L’antipasto ideale: bicchierino alla mousse di cannellini

Un antipasto goloso è sicuramente rappresentato dal bicchierino alla mousse di cannellini con crostino, gambero e melagrana! Questo aperitivo, molto bello da presentare, sa anche essere la proposta perfetta per soddisfare le esigenze di soffre di celiachia o non tollera il lattosio. Senza, però, mai dimenticare il gusto, che in questo caso è davvero sorprendente e speciale. Oggi, per celebrare al meglio il nuovo anno vi propongo il bicchierino alla mousse di cannellini con crostino, gambero e melagrana: un piatto indiscutibilmente protagonista delle vostre feste!

Cannellini, alimento ricco di proprietà nutritive

Prima di approfondire le caratteristiche specifiche dei cannellini, lasciatemi fare una premessa sui legumi. Questi semi commestibili delle piante appartenenti alla famiglia delle Leguminose, sono una vera fonte di ricchezza a livello nutrizionale, soprattutto quelli freschi o secchi e possibilmente biologici. Dovete sapere, poi, che molti legumi offrono incredibili benefici alla salute.

Basta pensare che diete ricche di legumi sono seguite per abbassare i livelli di colesterolo e per contrastare l’insorgere di tumori. Non solo, i legumi offrono una potente azione antiossidante, apportano fibra, vitamine del gruppo B e sali minerali quali ferro, calcio, fosforo, potassio e magnesio. Nello specifico, invece, i cannellini sono legumi particolarmente ricchi di glucodrine, elementi che diminuiscono la glicemia e quindi sono molto indicati per chi soffre di diabete.

Bicchierino alla mousse di cannellini

Contengono anche lecitina, che consente di emulsionare i grassi non solo limitandone l’assorbimento nel sangue ma addirittura la loro persistenza; per questo motivo sono consigliati a chi soffre di colesterolo alto o segue una dieta ricca di grassi. Ottima fonte di vitamine, come ad esempio la B1, B2 e B3, di sali minerali, come calcio, fosforo, ferro, zinco, sono particolarmente indicati anche per il loro effetto depurativo, perché ricchi di pectina e inulina.

Melagrana, un ingrediente amico della nostra salute

Il melograno è un frutto che può dare molto dal punto di vista organolettico e nutrizionale. Nella ricetta i chicchi vengono sottoposti a congelamento, per poi essere frullati. Solo in questo modo, infatti, è possibile ricavare da essi un composto gradevolmente denso e cremoso. Il melograno piace per il suo sapore, che si pone a metà strada tra il dolce e l’acidulo (dipendente dal grado di maturazione). Inoltre il succo di melograno viene utilizzato anche come bevanda dissetante, molto ricca di proprietà nutritive. I semi vantano anche discrete proprietà diuretiche e vengono utilizzati per la produzione di sciroppi e della granatina (uno sciroppo alcolico usato in molti cocktail).

Il melograno possiede importanti proprietà medicinali, legate anche all’abbondante presenza di oligoelementi: ferro, potassio, zinco, manganese, rame, fosforo, magnesio e calcio. Il melograno spicca anche per l’apporto di vitamine, come si evince dalla concentrazione delle vitamine del gruppo B e della vitamina C. Questo prezioso frutto si fa apprezzare anche per l’apporto di antiossidanti, sostanze che contrastano l’azione dei radicali liberi, favoriscono la rigenerazione cellulare e proteggono l’apparato cardiocircolatorio. Il melograno, infine, è anche un blando antibatterico e antinfiammatorio, utilizzato ad esempio come rinfrescante per le gengive infiammate.

Un altro ingrediente da non sottovalutare nella ricetta del bicchierino alla mousse di cannellini con crostino, gambero e melagrana è sicuramente quest’ultima. Il frutto del melograno, la melagrana è un alimento ricco di vitamina C e fenoli dalla forte azione antiossidante. Utile per la prevenzione dai tumori, la melagrana aiuta anche contro i problemi legati alla menopausa.

Ed ecco la ricetta del bicchierino alla mousse di cannellini

Ingredienti per 4 bicchierini:

Per la mousse:

  • 400 gr di fagioli cannellini cotti al vapore o lessati
  • 1 cucchiaio colmo di olio extravergine d’oliva
  • q.b di sale e pepe nero
  • foglioline di santoreggia o timo freschi, più qualche rametto per decorare
  • 2 cucchiai di parmigiano 36 mesi grattugiato

Per finire i bicchierini:

  • 8 mazzancolle sgusciate
  • 2 cucchiai di brandy Vecchia Romagna Etichetta Nera
  • 1 goccio di olio extravergine d’oliva
  • q.b di sale e pepe nero
  • ½ melagrana
  • 8 fette di pane in cassetta (senza glutine)

Preparazione

Tostate le fette di pane in cassetta, rendendole belle croccanti; con degli stampini a tema natalizio (stelle, alberelli etc.) ritagliate delle formine e mettetele da parte un attimo, per la decorazione finale del bicchierino.

Sgranate la melagrana, tenendo da parte i chicchi.

In un frullatore o in un blender, mettete i cannellini ben scolati, unite l’olio, il parmigiano, un pizzico di sale e pepe a piacere e qualche fogliolina di santoreggia o timo; azionate ed ottenete una bella mousse morbida e densa; nel caso vi sembrasse troppo compatta, aggiungete un goccio d’olio, per ammorbidire il tutto.

Distribuite, poi, questa mousse in quattro bicchierini di vetro, e mettete un attimo in frigo, da parte.

In un padellino antiaderente unto con un goccio d’olio extravergine, fate saltare per qualche minuto le mazzancolle sgusciate e private del filamento nero; sfumatele col brandy (facendo attenzione a non fiammeggiare), salatele e pepatele a piacere, poi spegnete la fiamma.

Finite di decorare ogni bicchierino di mousse adagiandoci sopra due mazzancolle, una spolverizzata di chicchi di melagrana, un crostino di pane croccante e un rametto di erba aromatica, poi servite.

Buon appetito!

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Torta a strati della Befana

Torta a strati della Befana con caramelle

Auguriamoci buone feste con la torta a strati della befana! Questa torta a strati della befana è una meravigliosa ondata di zuccheri ed allegria. Già a vederla si scatena l’acquolina in bocca,...

Strudel della befana

Strudel della befana, quando la calza si fa...

Strudel della befana, un’idea simpatica per grandi e piccini Lo strudel della befana è un’idea creativa per festeggiare l’Epifania. E’ una pietanza riservata ai piccini, ovviamente, ma può...

Panna cotta con cardamomo e pere

Panna cotta con cardamomo e pere, un dolce...

Panna cotta con cardamomo, pere e cannella, un ottimo dessert La panna cotta con cardamomo, pere e cannella non è una panna cotta come le altre. Lo potete notare dalla foto, che rivela un impatto...

Casetta di pan di zenzero

Casetta di pan di zenzero, un dolcetto quasi...

Casetta di pan di zenzero, un dolce per la Befana La casetta di pan di zenzero è un dolce davvero particolare. Per capirlo è sufficiente dare un’occhiata alla foto: si tratta, infatti, di una...

Cheesecake alla melagrana

Cheesecake alla melagrana, gusto e colore a tavola

Cheesecake alla melagrana, una rivisitazione del classico dolce anglosassone La cheesecake alla melagrana è una variante leggermente diversa della classica cheesecake, dolce di origine anglosassone...

Hamburger di zampone

Hamburger di zampone, Capodanno in stile street food

Hamburger di zampone, un’idea simpatica L'hamburger di zampone è un idea sfiziosa per un capodanno diverso dal solito. Potrebbe essere considerato come un piatto capace di coniugare la tradizione...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


01-01-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti