bg header
logo_print

Coda di rospo su crema di cannellini e clorofilla di rucola

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Coda di rospo su crema di cannellini
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 30 min
cottura
Cottura: 30 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
4/5 (2 Recensioni)

Un piatto delicato e saporito

Per un secondo di pesce con i fiocchi, vi propongo la coda di rospo su crema di cannellini! Può sembrare un abbinamento azzardato, quello tra legumi e pesce, ma è una coppia vincente, che lascerà tutti senza parole!

Il risultato non è un primo piatto bensi un secondo piatto dai sapori delicati e particolari, con una punta di colore e di carattere grazie alla clorofilla di rucola. Semplice da realizzare, può anche essere considerato un piatto unico, dato che unisce le proteine animali del pesce ai carboidrati dei fagioli. È un connubio semplice, delicato ed elegante per una cena ad effetto!

Ricetta coda di rospo su crema di cannellini

Preparazione coda di rospo su crema di cannellini

Per preparare la coda di rospo al forno, iniziate la sera prima mettendo in ammollo i ceci  per una notte. Dividete la coda di rospo in quattro pezzi, salateli e metteteli in sottovuoto con qualche foglia di salvia e rosmarino. In questo modo la carne rimarrà morbida e succosa.

Cuocete quindi in forno a 65°C per circa 30 minuti. Versate i cannellini in una pentola, aggiungete due cucchiai d’olio e lo spicchio d’aglio sbucciato lasciate soffriggere per qualche minuto. Aggiungete il rametto di rosmarino intero in modo da poterlo togliere facilmente prima di frullare i ceci. Aggiungete i ceci e lasciate cuocere per qualche minuto.

Passate ora alla realizzazione della crema: frullate i cannellini aggiungendo un po’ di liquido di cottura fino ad ottenere una crema densa.

Estrarre la clorofilla di rucola è molto semplice, vi basterà centrifugare la rucola ed il gioco è fatto! A questo punto, potete finalmente impiattare. Prendete un piatto leggermente svasato, e realizzare una base a specchio con la crema di cannellini.

Adagiatevi sopra la coda di rospo e guarnite con qualche goccia di clorofilla di rucola.La vostra coda di rospo su crema di cannellini è pronta, non vi resta che assaggiarla! Potete servire anche la coda di rospo al forno con patate .

Buon appetito!

Ingredienti coda di rospo su crema di cannellini

  • 800 gr. di filetti di coda di rospo
  • 200 gr. di cannellini
  • 100 gr. di rucola
  • qualche foglia di salvia
  • un rametto di rosmarino
  • uno spicchio d’aglio
  • q.b. olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale e pepe.

Una nota colorata alla nostra coda di rospo o rana pescatrice

È proprio vero che anche l’occhio vuole la sua parte! L’estetica del piatto, infatti, è molto importante e per questa ricetta ho voluto impiattare la coda di rospo su crema di cannellini in modo elegante, con colori tenuti e delicati.

Serviva però un tocco di colore, meglio se sgargiante, e per ottenerlo ho usato la clorofilla di rucola!

Non a tutti piace la rucola, una verdura dal sapore particolare, pungente e quasi piccante.Sapevate che ad Ischia viene preparato un liquore chiamato “rucolino”? Ha un gusto molto particolare ed è molto apprezzato come digestivo.

La sua pianta si trova spontaneamente e fa parte della tradizione erboristica italiana, grazie alle sue proprietà nutrizionali.È costituita al 90% d’acqua e molto povera di grassi, per questo la rucola è molto consigliata per controllare il peso, rinforzare il fegato ed ha proprietà diuretiche.

La rucola è particolarmente ricca di vitamina C e sali minerali, come potassio, fosforo, zinco, magnesio e calcio, quest’ultimo, è utile per rinforzare le ossa ed i denti.Essendo presente in una percentuale particolarmente alta, mangiare rucola è un modo per assimilare calcio vegetale, adatto quindi alla dieta vegetariana e vegana.Altro elemento importante è il betacarotene, un enzima utile all’organismo per le sue proprietà antiossidante e preventive.

Fagioli, un accompagnamento particolare ad un piatto di pesce

Per accompagnare una pesce delicato come la coda di rospo, era necessario un alimento che non ne sovrastasse il sapore. Quale scelta migliore dei cannellini?I cannellini sono una tipologia di fagioli, con ottimi valori nutrizionali.Hanno un contenuto ridotto di grassi, mentre la buccia è costituita prevalentemente da fibra, molto importante per la funzionalità dell’intestino.

I fagioli sono ottimi alleati per chi vuole mantenersi in forma, perché l’apporto di proteine è molto elevato, così come quello dei carboidrati e questi fattori contribuiscono ad aumentarne il potere saziante.Sono ricchi di vitamine A, B, C ed E, oltre a contenere sali minerali come potassio, ferro, calcio, zinco e fosforo.

Ricette con cannellini ne abbiamo? Certo che si!

4/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata con arrosto di alce

Insalata con arrosto di alce, un secondo intenso...

Cosa sapere sulla carne di alce La ricetta dell'insalata con arrosto di alce ci permette di spendere qualche parola sulla carne di alce, così poco diffusa dalle nostre parti eppure così buona. Il...

Hamburger di verdure grigliate

Hamburger di verdure grigliate, un’alternativa vegetariana

Quali verdure usare per questo tipo di hamburger? L’hamburger di verdure grigliate si basa proprio su questi ultimi ingredienti per dare vita ad un secondo piatto davvero gustoso. Quali verdure è...

Lumache fritte

Lumache fritte, un finger food per stupire

Una panatura semplice ma efficace E’ proprio la panatura a qualificare come facile questa ricetta con lumache fritte. La impanatura è formata da farina, uova sbattute con sale e pepe,...