Polpette di seitan: ricche di sostanze nutritive!

polpette di seitan
Commenti: 1 - Stampa

Le polpette di seitan rappresentano un importante alimento che può essere preso in considerazione soprattutto da chi non mangia carne. Dal punto di vista nutritivo, esso presenta tutte le sostanze di cui il nostro corpo ha bisogno:, infatti, non mancano le proteine, i lipidi, i carboidrati, le fibre ed i grassi vegetali.

Per quanto concerne invece l’aspetto funzionale di questa pietanza, si può senza dubbio affermare che ben si presta per diventare protagonista dei vostri apertivi con amici oppure un antipasto durante una cena. I tempi di preparazione di questa ricetta variano tra i 60 e 70 minuti.

Polpette di Seitan : un protagonista per i vostri aperitivi o antipasti!

L’elemento principale per preparare le nostre polpette è  il seitan che si ricava dal frumento e da altri cereali. A questo si aggiungono anche la crusca d’avena che sicuramente contribuisce in maniera importante all’ apporto di fibre che le polpette di seitan possono garantire.

Grazie alla presenza del seitan, questa pietanza si propone come una valida alternativa ad un secondo a base di carne sul piano prettamente proteico. Non vi sono grandi difficoltà per reperire gli ingredienti utili per realizzare questa ricetta e la spesa complessiva da affrontare è sicuramente contenuta.

Il seitan è oramai famoso in tutto il mondo, in quanto si tratta di un alimento che può sostituire adeguatamente la carne, per via dell’elevato apporto di proteine che offre.

Ottimo per i vegetariani, i vegani e per tutti coloro che amano provare cibi nuovi, si tratta di un impasto che si ricava dal glutine, con la quale vengono preparati burger, polpette, ragù vegetale e molto altro. Non piace a tutti, ma è amato da molti e consumato in ogni parte del mondo.

Tuttavia, quello che dovrebbe fermarci un attimo dal consumarne troppo è il fatto che, anche se viene condito con soia e talvolta con verdure, si tratta di un vero e proprio concentrato di glutine.

Il suggerimento degli esperti è di consumarlo insieme ai legumi per assimilare anche gli altri aminoacidi di cui il nostro organismo ha bisogno, ma ci consigliano anche di non esagerare con le dosi e con le porzioni settimanali… Perché?

Seitan: il problema è decisamente il glutine

Infatti, è utile sapere che questa proteina presente in grandissime quantità all’interno del seitan, può causare disagi lievi, ma anche malattie più gravi, come tiroiditi e diverse patologie autoimmuni.

In questo caso, si tratta di un problema relativo solamente alla proteina del frumento: nel glutine sono presenti alcuni aminoacidi che il nostro corpo non ha la capacità di assimilare nel modo giusto, provocando spesso importanti e negative conseguenze.

Inoltre, è opportuno considerare che, grazie a diverse ricerche, è stato riscontrato che molte persone che hanno smesso di consumare glutine hanno presentato sollievi da malattie, artriti in regressione e molti altri ottimi risultati.

Pertanto, questa proteina può rivelarsi un problema per tutti e questo sostituto della carne ne è talmente ricco che prestare attenzione a quantità e frequenza di consumo è estremamente fondamentale per salvaguardare la nostra salute.

Proprietà nutrizionali del seitan e della crusca di avena

Il seitan, considerato il suo grande apporto proteico che è in grado di conferire al nostro organismo viene considerato la carne dei poveri. Si tratta di un vero e proprio punto di riferimento per i vegani ed i vegetariani. Assumendo 100 grammi di questo prodotto otteniamo un contributo calorico pari a 168 cal. La sua composizione si caratterizza per la presenza di oltre 58 grammi di acqua, oltre 36 grammi di proteine vegetali, 5,2 grammi di carboidrati, 0,4 grammi di grassi.

La crusca d’avena, invece, considerate le sue proprietà benefiche, può essere considerata un valido supporto per coloro i quali devono osservare delle diete con l’obiettivo di ridurre il proprio peso corporeo.

La crusca d’avena è ricca di trigonellina o avenina, stimolante neuro-muscolare. Come la maggior parte dei cereali, anche l’avena ha subìto negativamente la presa di posizione di mais, riso e frumento.

Tuttavia, di recente, i regimi alimentari naturisti, macrobiotici, e perfino la dieta a Zona, ne stanno enfatizzando nuovamente le proprietà nutrizionali.

Dell’avena si consumano soprattutto: semi interi, semi decorticati, fiocchi di avena, farina di avena e latte di avena.

E’ opportuno ricordare che, per quanto l’avena possegga ottime caratteristiche nutrizionali, la sua crusca è meno pregiata rispetto a quella del frumento.

La farina si ottiene dalla molitura dei semi interi o decorticati. E’ utilizzata per la formulazione di prodotti da forno, ma spesso va miscelata alla polvere di frumento per una corretta lievitazione.

Quest’alimento in grado di incrementare il livello di sazietà e dispone al proprio interno di tante sostanze molto importanti, come le vitamine appartenente al gruppo B, a cui si aggiungono sali minerali come calcio, fosforo e una sostanza come l’ avenina che mantiene in perfetto equilibrio il nostro sistema nervoso.

Se si tiene conto del suo alto tasso di digeribilità, la crusca d’avena può essere considerato un valido aiuto anche per coloro i quali sono alle prese con gastriti e disturbi che affliggono l’apparato digerente.

Ed ecco la ricetta delle Polpette di Seitan

Ingredienti per 4 persone:

  • 3 etti di seitan;
  • 1 cipolla, prezzemolo;
  • qualche foglia di basilico;
  • 2 cucchiai di crusca d’avena consentita(o fiocchi piccoli);
  • pangrattato e latte consentiti q.b.;
  • 1 cucchiaio di farina consentita.

Preparazione:

Tritate finemente 3 etti di seitan (quello a pezzi, non a fette), 1 cipolla, prezzemolo, basilico, 2 cucchiai di crusca d’avena (o fiocchi piccoli), pangrattato e latte q.b. e 1 cucchiaio di farina. Formare delle polpette, passarle nel pangrattato e cuocerle in forno fino a completa doratura.

4/5 (1 Recensione)
CONDIVIDI SU

1 commento su “Polpette di seitan: ricche di sostanze nutritive!

  • Gio 16 Apr 2009 | manu e silvia ha detto:

    Ch esimpatici questi sformatini!! colorati e verdurosi…si può perfino convincere i bambini a mangiare le verdure ;-)
    baci baci

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

pesce spada al forno con bergamotto

Pesce spada al forno con bergamotto, gourmet

Pesce spada al forno con bergamotto e radicchio, degli ingredienti di classe Il pesce spada al forno con bergamotto e radicchio stufato è un secondo molto elegante, quasi gourmet. D’altronde, la...

Carpaccio di eglefino e anguria

Carpaccio di eglefino, un piatto elegante

Carpaccio di eglefino, un secondo speciale Il carpaccio di eglefino è un secondo molto particolare. Presenta ovviamente alcune caratteristiche dei carpacci classici, ma allo stesso tempo porta...

Pesce spada con melanzane

Pesce spada con melanzane, un secondo corposo

Pesce spada con melanzane, un piatto semplice e squisito Il pesce spada con melanzane è un secondo semplice da realizzare, capace di proporre sentori genuini e apportare i nutrienti più vari. Il...

Capesante con gamberi e zucchine

Capesante con gamberi e zucchine, una vera delizia

Capesante con gamberi e zucchine,  piatto raffinato dal sapore rustico Le capesante con gamberi e zucchine gratinate riuniscono eccellenti ingredienti di mare e di terra. Nello specifico, le...

Pesce spada con verdure

Pesce spada con verdure, un piatto semplice e...

Pesce spada con verdure, un’idea davvero sfiziosa Il pesce spada con verdure è una ricetta semplice in grado di valorizzare appieno gli ingredienti. Lo fa grazie a degli abbinamenti suggestivi,...

Frittelle con fiori di sambuco

Frittelle con fiori di sambuco, una variante aromatica

Frittelle con fiori di sambuco, buone e facili da preparare Le frittelle con fiori di sambuco rappresentano una deliziosa alternativa alle classiche frittelle. Per certi versi, almeno per quanto...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.


16-04-2009
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti