bg header
logo_print

Cous cous con vongole e zucchine, un piatto tra mare e terra

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Cous cous con vongole e zucchine
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Cous cous con vongole e zucchine, un primo buono e nutriente

Oggi cuciniamo il cous cous con vongole e zucchine, un piatto molto colorato, buono e facile da preparare. Si inserisce nel solco dei cous cous tradizionali ma cerca di innovare con la presenza di ortaggi e prodotti ittici. In questo modo si realizza una perfetta sintesi tra mare e terra, che conquista occhi e palato.

Il cous cous con vongole e zucchine stupisce anche per il suo apporto nutrizionale. Di per sé il cous cous è molto nutriente, in quanto apporta carboidrati, sali minerali e fibre. Inoltre ha un indice glicemico inferiore a quello del pane e della pasta, il ché giova ai diabetici e a chi vuole mangiare meno (perché sazia e ritarda il senso della fame).

Le vongole, poi, aggiungono un nutrimento ulteriore, composto principalmente da grassi benefici e proteine. Per la preparazione di questo cous cous, o cuscus come viene spesso chiamato in Italia, consiglio di utilizzare una padella capiente antiaderente in stile wok, in modo che tutti gli ingredienti possano cuocersi in modo uniforme.

Ricetta cous cous con vongole

Preparazione cous cous con vongole

  • Per preparare il cous cous di vongole e zucchine iniziate ammollando le vongole in due litri di acqua e 45 grammi di sale per una notte intera. Poi sciacquatele con cura sotto l’acqua del rubinetto. In una grande padella antiaderente scaldate l’olio e dorate leggermente dell’aglio tritato, infine aggiungete le vongole e alzate la fiamma. Quando le vongole si saranno aperte, separate i molluschi dalle valve.
  • Poi passate al cous cous. Versatelo in una ciotola, salatelo e aggiungete un bicchiere di acqua bollente. Infine, coprite con un canovaccio e attendete 10 minuti (il tempo che si reidrati).
  • Ora lavate le zucchine, spuntatele e riducetele a dadini, poi cuocetele in padella con un filo d’olio per qualche minuto e unite i pomodorini tagliati in due. Proseguite la cottura per altri 5-10 minuti, aggiungendo sul finire anche il basilico. Mi raccomando, le verdure non devono scuocere ma devono rimanere croccanti.
  • Unite le vongole e fate saltare il tutto per qualche minuto.
  • Infine, assemblate il piatto. Sgranate il cous cous usando una forchetta e trasferitelo nel piatto da portata. Poi aggiungete il condimento e guarnite con le verdure tritate.

Ingredienti cous cous con vongole

  • 200 gr. di cous cous consentito
  • 1 bicchiere di acqua naturale
  • 150 gr. di vongole
  • 2 zucchine gialle o verdi
  • 10 pomodorini datterini rossi
  • 1 spicchio di aglio
  • q. b. di foglie di basilico
  • 3-4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale e di pepe.

Uno sguardo alle vongole

Tra i protagonisti di questo cous cous spiccano le vongole, tra i molluschi più apprezzati in quanto capaci di trasmettere delle note ittiche in un contesto di generale delicatezza. Rispetto alle cozze, le vongole presentano un sapore più morbido e quindi apprezzabile da tutti.

Le vongole sono anche molto nutrienti, inoltre hanno un apporto calorico basso (pari a 72 kcal) ed una percentuale di grassi che non supera il 2%. Infine, sono ricche di acidi grassi omega tre (sostanze che giovano al cuore) ed hanno un buon apporto proteico, pari a circa 10 grammi per effetto.

Si apprezza anche la presenza di vitamine del gruppo B e di vitamina D, che fa bene al sistema immunitario come poche altre sostanze in natura. Ottimo è anche l’apporto di fosforo, un minerale essenziale per le facoltà cognitive.

Quali zucchine utilizzare nel cous cous con vongole?

Anche le zucchine giocano un ruolo fondamentale nel cous cous con vongole. Quando si parla di cous cous è raro vedere le zucchine insieme a prodotti ittici, la loro presenza va dunque considerata come una sorta di innovazione. Le zucchine vengono tagliate a cubetti piccoli e passati in padella antiaderente con un po’ di olio e con i pomodorini. 

Quali zucchine utilizzare? Di base vi consiglierei le zucchine verdi classiche, che offrono un buon compromesso tra dolcezza e intensità. Tuttavia, se desiderate preparare un cous cous più delicato e dolce optate per le zucchine gialle, che tra l’altro sono più morbide e richiedono una cottura più breve.

Cous cous con vongole e zucchine

A prescindere dalla varietà le zucchine sono un toccasana per l’organismo, infatti sono ricche di vitamine e sali minerali, ma anche di fibre e di acqua. Dunque, possono essere considerate digestive e depurative. Il vero pregio delle zucchine, tuttavia, è la loro capacità di saziare senza apportare tante calorie: un etto di zucchine non raggiunge le 20 kcal.

Pomodorini e basilico, un connubio perfetto

La lista degli ingredienti del cous cous con vongole comprende anche i pomodorini e il basilico. I pomodorini vanno posti in padella quasi subito, in quanto devono rilasciare un po’ di succo, mentre il basilico va messo alla fine.

I pomodori e il basilico formano un connubio perfetto, sia a livello “estetico” che gustativo. Inoltre, creano un bel contrasto tra rosso e verde, alternando dolcezza, acidità e aroma. Questi ingredienti impreziosiscono la ricetta anche dal punto di vista nutrizionale, il riferimento è all’abbondanza di vitamina A, C e sali minerali presenti nei pomodori, ma anche agli antiossidanti presenti nel basilico. Queste sostanze aiutano a prevenire il cancro, riducono l’impatto dei radicali liberi e rallentano l’invecchiamento.

Anche i pomodorini contengono gli antiossidanti e per la precisione la luteina e il licopene, sostanze che giovano alla vista e al cuore.

FAQ sul cous cous con vongole e zucchine

Perché fa bene il cous cous?

Il cous cous fa bene perché è ricco di carboidrati, quindi dona molta energia. Allo stesso tempo apporta vitamine del gruppo B e sali minerali come il fosforo.

Chi è a dieta può mangiare il cous cous?

Chi è a dieta può mangiare il cous cous ma senza esagerare. L’apporto calorico è pari a 350 kcal per 100 grammi, tuttavia sazia in fretta e “rende molto” in termini di dimensioni.

Chi ha la glicemia alta può mangiare il cous cous?

Chi ha la glicemia alta può mangiare il cous cous con estrema moderazione. L’indice glicemico del cous cous è inferiore a quello della pasta e del pane, ma è comunque medio-alto.

Chi soffre di stitichezza può mangiare il cous cous?

Chi soffre di stitichezza può mangiare il cous cous con vongole, anzi questo piatto spicca per l’abbondanza di fibre. Inoltre, il cous cous viene spesso associato ad ingredienti di origine vegetale, che a loro volta abbondano di fibre.

Ricette di cous cous ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Curry di makhane

Curry di makhane, dall’India un piatto speziato e...

Cosa sono i makhane? Giunti a questo vale la pena svelare cosa siano i makhane, i protagonisti di questo suggestivo curry. I makhane non sono altro che le noci del loto, che si caratterizzano per il...

carbonara vegana

Carbonara vegana, un piatto audace ma squisito

Come sostituire la salsa di uova Quando si prepara una carbonara vegana la prima sfida è la sostituzione delle uova, d’altronde sono proprio queste a rappresentare l’ingrediente principale...

Gnocchi alla sorrentina

Gnocchi alla sorrentina: una ricetta a base di...

Gnocchi alla sorrentina, le differenze con la ricetta originale riguardano i formaggi Le differenze più importanti tra questi gnocchi e gli gnocchi alla sorrentina tradizionali consistono nei...