bg header
logo_print

Verdesca al forno, un pregiato secondo di pesce

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Verdesca al forno
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (3 Recensioni)

Ingredienti per la ricetta della verdesca al forno

La verdesca al forno è un secondo piatto di pesce che permette di fare bella figura, proponendo ai propri commensali un piatto gourmet e persino pregiato. Il tutto a un costo irrisorio, sia in termini economici che di fatica, infatti questo secondo piatto rende molto ed è facile da preparare. La verdesca, poi, pur essendo un pesce nobile, costa solo intorno ai 10 euro al chilo. Le carni sono abbastanza sode, mentre il sapore è delicato e decisamente “marino”. Ad alcuni ricorda sia il tonno che il pesce spada.

La verdesca è un pesce in parte grasso, la percentuale di lipidi è importante ma contenuta (8 grammi ogni 100). E’ un’ottima fonte di proteine, visto che coprono il 18% della composizione del pesce. Non mancano poi la vitamina e i sali minerali tipici dei prodotti ittici, come il fosforo e la vitamina D. Per quanto concerne l’apporto calorico, la verdesca non raggiunge le 150 kcal per etto.

Ricetta verdesca al forno

Preparazione verdesca al forno

Per preparare la verdesca al forno seguite questi passaggi.

  • Lavate i pomodorini e tagliateli in due.
  • Mettete a mollo i capperi per almeno 15 minuti in modo che cedano gran parte del sale.
  • Foderate una leccarda con della carta da forno e adagiateci sopra i tranci di verdesca. Ovviamente, se i tranci sono congelati li dovrete prima di tutto scongelare.
  • Trasferite i pomodorini sui tranci e a seguire i capperi, una sventagliata di origano e il sale (se lo gradite).
  • Condite con abbondante olio extravergine di oliva e cuocete nel forno preriscaldato a 180 gradi per 15-20 minuti.

Ingredienti verdesca al forno

  • 500 gr. di tranci di verdesca
  • 400 gr. di pomodorini
  • 10 gr. di capperi sotto sale
  • 4 cucchiai di olio extravergine di olivaq. b. di foglioline di origano fresco
  • un pizzico di sale.

Nel mondo delle ricette dedicate al pesce, la verdesca al forno si distingue per una facilità sorprendente unita a un gusto che sa di mare e di eleganza. Preparare la verdesca al fono non richiede che pochi, ma attenti, passaggi. Iniziate disponendo i tranci di verdesca su di una leccarda foderata con carta forno. Questa semplice azione è il preludio di un viaggio di sapori. I tranci di pesce, così delicati e succulenti, sono il cuore di questa pietanza.

Proseguite con la disposizione dei pomodorini, tagliati a metà, sulla verdesca. Il rosso vivace dei pomodori non solo aggiunge un tocco di colore, ma porta con sé anche una freschezza acidula, creando un contrasto piacevole con il gusto delicato del pesce. I capperi, precedentemente dissalati, seguono. Il loro sapore distintivo è un ricordo del mare, una nota pungente che si sposa bene con la dolcezza dei pomodorini e la morbidezza del pesce.

Un pizzico di origano e un po’ di sale completano il quadro. L’origano, con il suo profumo aromatico e un po’ selvatico, evoca sensazioni di calde giornate mediterranee.

Con tutti gli ingredienti a bordo, la leccarda entra nel forno già riscaldato a 200 gradi. Qui, per circa venti minuti, i sapori si fondono, il pesce si cuoce alla perfezione, trasformandosi in un boccone tenero e succoso.

Per quanto riguarda la scelta del pesce, la verdesca può essere sia fresca che congelata. Se optate per la seconda, ricordate di lasciare che il pesce si scongeli completamente prima di cuocerlo. Il processo naturale di scongelamento è il più indicato, permettendo così alla verdesca di mantenere tutte le sue qualità organolettiche. Inoltre, la fase di pre-riscaldamento del forno è cruciale per una cottura ottimale e per preservare la struttura delicata del pesce.

Questa ricetta della verdesca al forno ci insegna che non sono necessari gesti complicati o ingredienti esotici per creare un piatto che sia al tempo stesso semplice e raffinato. Questo piatto è l’ideale per chi cerca una soluzione pratica ma di sicuro effetto, per una cena con gli amici o un pranzo in famiglia. La verdesca al forno ci dimostra come la semplicità, in cucina, sia spesso sinonimo di eleganza e gusto.

Le salse per accompagnare la verdesca

Alcuni potrebbero considerare la ricetta della verdesca al forno troppo semplice. In effetti si utilizza solo il pesce e una manciata di ingredienti. Si può pensare, quindi, di aggiungere qualche altro ingrediente per insaporire, magari una salsa o un condimento. Ecco qualche soluzione interessante.

Salmoriglio. E’ l’emulsione tipica della carne bianca e del pesce alla griglia. Si ottiene dall’unione di succo di limone, olio extravergine di oliva, sale ed erbe aromatiche.

Senape. E’ una soluzione “strong” che rischia di coprire gli altri sapori se viene utilizzata in misura troppo abbondante. In ogni caso è una soluzione da prendere in considerazione.

Mostarda di frutta. Non è una vera e propria salsa, e nemmeno un’emulsione. Tuttavia, funge da condimento per i piatti salati. Conferisce colore e uno spiccato carattere agrodolce, tale da impreziosire ulteriormente la verdesca.

Salsa di peperoni. Per ottenere questa salsa è sufficiente frullare peperoni crudi (ben pelati) con un po’ di succo di limone, olio e sale per ottenere una salsa brillante e delicata, perfetta per condire il pesce.

Verdesca al forno

Suggerimenti per la presentazione della verdesca al forno

La verdesca al forno, nonostante la sua intrinseca semplicità, si presta magnificamente a una presentazione che spazia dal piacevole all’elegante, fino a sfiorare il chic. Quando si pensa alla presentazione di questo piatto, l’attenzione può cadere con grazia sull’uso delle erbe aromatiche.

L’origano, già presente nella ricetta nella sua forma tritata, può essere affiancato da timo e salvia freschi. Queste erbe non solo impreziosiscono il piatto con i loro aromi distintivi, ideali per il pesce, ma portano anche un tocco di verde brillante che enfatizza visivamente la composizione. Immaginate dei rametti di timo e salvia delicatamente adagiati ai bordi del piatto: creano una cornice naturale, quasi una piccola opera d’arte che abbraccia il pesce con eleganza e semplicità.

Per quanto riguarda le salse, una salsa alla senape, densa e corposa, può diventare una tela su cui esprimere la propria creatività. Questa può essere disposta in piccoli ciuffetti attorno al piatto, formando una sorta di corona che avvolge il pesce con un tocco di colore audace e un gusto pungente. Questo gioco di sapori e colori, bianco del pesce, rosso dei pomodorini e giallo della senape, crea un contrasto visivo non solo piacevole ma che attira l’occhio e invita alla degustazione.

La scelta del piatto gioca anch’essa un ruolo fondamentale. Un piatto bianco o in tonalità chiare, per esempio, può servire come tela neutra su cui i colori del piatto – il rosso vivace dei pomodorini, il verde delle erbe e il bianco del pesce – risaltano in modo naturale, rendendo il piatto ancora più invitante.

Nel presentare la verdesca al forno, i dettagli non sono mai troppo piccoli. Ogni elemento, dalla scelta delle erbe alla disposizione della salsa, contribuisce a creare un’esperienza che delizia non solo il palato, ma anche la vista. In fondo, come si suol dire, si mangia prima con gli occhi e poi con la bocca, e una bella presentazione rende ogni piatto un’esperienza più ricca e memorabile.

Varianti e sostituzioni per gli intolleranti

Di base la ricetta della verdesca al forno rema a favore degli intolleranti alimentari e di chi soffre di disturbi dell’assorbimento. D’altronde è un piatto privo sia di lattosio che di glutine. Rimangono però “scoperti” gli allergici e i sensibili al nichel, penalizzati dalla presenza dei pomodori. I pomodori senza nichel – e quindi coltivati in idroponica – sono molto rari ma si può pensare a una loro sostituzione.

Per esempio è possibile utilizzare i peperoni al posto dei pomodori. In particolare dovreste utilizzare i peperoni rossi, in modo da conservare la stessa tonalità cromatica. Inoltre vi consiglio di non stravolgere la ricetta, procedendo comunque con la cottura al forno. In virtù di ciò potete decidere se spellare o no i peperoni, tuttavia se soffrite di digestione lenta è meglio che li sbucciate.

Consigli per la conservazione e il riutilizzo degli avanzi

La verdesca al forno è un piatto leggero, adatto ai pranzi e alle cene estive, dunque il consiglio è di consumarlo al momento. Tuttavia, può anche essere conservato per qualche giorno in frigorifero.

Cosa fare con gli avanzi? D’altronde se acquistate una verdesca intera, avrete a disposizione gli scarti del pesce (testa, spina, parti meno pregiate etc.). Il consiglio è di utilizzare le altre parti, benché meno pregiate, utilizzandole in altre ricette oppure impiegandole per preparare un brodo di pesce. Si tratta di una preparazione essenziale in quanto impreziosisce risotti e zuppe.

Se vi avanza un po’ di verdesca al forno, potete pensare alla preparazione di un primo a base di pasta. In questo caso le fette di verdesca andrebbero ridotte a cubetti, quasi come fossero pancetta.

Verdesca al forno: precauzioni e rischi legati al mercurio

La verdesca o squalo blu, con nome scientifico “prionace glauca”, è una specie appartenente alla famiglia dei Carcharhinidae. Questo pesce popola i mari temperati tropicali e subtropicali, compreso il Mar Mediterraneo. Ogni anno, arrivano circa 20 milioni di esemplari.

L’amministrazione degli Stati Uniti ha inserito la verdesca tra i pesci che possono contenere tracce di mercurio e altri metalli pesanti. Di conseguenza, le donne incinte dovrebbero evitare il suo consumo per evitare possibili intossicazioni da mercurio. Questo avviso si estende anche ai bambini e si riferisce in particolare alla somministrazione di farmaci negli Stati Uniti che potrebbero interagire con questi residui tossici.

FAQ sulla verdesca al forno

Che tipo di pesce è la verdesca?

La verdesca è un pesce prelibato. Le sue carni sono sode e con poche spine. Il sapore ricorda vagamente quello del tonno e del pesce spada.

Quanto costa la verdesca al kg?

Nonostante sia deliziosa, la verdesca è un pesce che costa poco, infatti lo si può trovare anche a 10 euro al chilo. Il motivo di ciò risiede nella sua incredibile abbondanza, infatti è diffusa in quasi tutti i mari, dai tropici al Mediterraneo. Inoltre, staziona vicino alla costa ed è quindi facile da pescare.

Che gusto ha la verdesca?

Come accennato, la verdesca richiama al tonno e al pesce spada. Propone però un sapore molto delicato, tipico dei pesci semi-grassi. Ciò la rende molto versatile e capace di interagire con tanti alimenti.

Come si mangia la verdesca?

La verdesca è un pesce versatile anche perché rende a prescindere dal metodo di cottura. In particolare è ottima cotta al forno o grigliata. Dalla verdesca si può ricavare anche un’ottima zuppa di pesce.

Ricette a base di pesce ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (3 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

tacos con baccala

Tacos farciti con baccalà, una ricetta tra Messico...

Qualche curiosità sui tacos farciti I tacos farciti sono un alimento base per la cucina messicana. Traggono origine nell’America precolombiana quando gli impasti venivano realizzati...

Spezzatino di alce

Spezzatino di alce, un gustoso secondo di selvaggina

Cosa sapere sulla carne di alce Al netto degli ingredienti a supporto, che pure non mancano, la vera protagonista di questo spezzatino è la carne di alce. Si tratta di una carne particolare per...

Pollo alla birra

Pollo alla birra, un secondo piatto semplice e...

La carne di pollo, un’autentica alleata in cucina Il protagonista della ricetta del pollo alla birra è ovviamente la carne bianca. Il pollo è una delle carni più consumate in assoluto, se non...