bg header
logo_print

Cosce di anatra al curry, un secondo speziato e saporito

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Cosce di anatra al curry
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Cosce di anatra al curry, un secondo di ispirazione angloindiana

Le cosce di anatra al curry sono un secondo che sorprende per l’intensità e la varietà dei sapori, oltre che per la capacità di dare vita a contrasti suggestivi, che vanno oltre i principi dei secondi all’italiana. Non a caso questa ricetta è ispirata alla cucina angloindiana, che fa uso delle spezie più forti e propone abbinamenti che spesso virano sull’agrodolce.

Nonostante le peculiarità, quella delle cosce d’anatra al curry non è tra le ricette più complesse che possiate preparare, anzi basta seguire le indicazioni per ottenere un risultato pressoché perfetto.

Si tratta, in fine dei conti, di rosolare la carne in semplice olio per poi cuocerla in un soffritto valorizzato da spezie e ingredienti “liquidi”. La cottura deve avvenire a fiamma bassa con coperchio ben messo e deve durare almeno un’ora. La carne d’anatra non è facile da ammorbidire, dunque ci vuole un po’ di pazienza.

Ricetta cosce di anatra

Preparazione cosce di anatra

  • Per preparare le cosce di anatra al curry seguite questi passaggi. Versate l’olio in una grande padella, riscaldatelo e rosolate le cosce su tutti i lati, infine prelevatele e mettetele da parte.
  • Nella stessa padella soffriggete la cipolla, l’aglio e lo zenzero.
  • Poi unite la pasta di curry e mescolate con cura.
  • Ora reintegrate le cosce di anatra, incorporate il latte di cocco, la salsa di soia, lo zucchero di canna e il brodo di pollo. Alzate la fiamma e portate ad ebollizione.
  • Raggiunta l’ebollizione riducete la fiamma, applicate il coperchio e cuocete per 1 ora circa. La carne deve diventare tenera.
  • Infine regolate con un po’ di sale, di pepe e servite con del buon riso basmati in bianco.

Ingredienti cosce di anatra

  • 4 cosce di anatra
  • 2 cucchiai di olio
  • 1 cipolla grande tritata
  • 3 spicchi d’aglio tritati
  • 1 pezzo di zenzero fresco da 2 cm grattugiato
  • 1 cucchiaio di pasta di curry
  • 400 ml. di latte di cocco
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna
  • 150 ml di brodo di pollo
  • q. b. di sale e di pepe

Cosa sapere sulla carne d’anatra

Vale la pena spendere qualche parola sulle cosce di anatra, che sono le protagoniste di questa ricetta. La carne d’anatra è molto comune in altri paesi, un po’ meno in Italia, anzi dalle nostre parti viene quasi considerata una carne gourmet. Al di là di ciò, spicca per il sapore diverso rispetto a quello delle carni bianche e rosse. Inoltre, esprime note decise e intense, proponendo una consistenza succosa e a volte coriacea. Di base può essere considerata come un ibrido tra la carne bianca e la selvaggina.

La carne di anatra vanta anche un buon profilo nutrizionale. Apporta 160 kcal per 100 grammi, dunque si pone a metà strada tra le carni più pesanti e quelle più leggere. Contiene una certa quantità di proteine, vitamina B, potassio, magnesio e macronutrienti tipici degli alimenti di origine animale.

L’anatra va spesso incontro alla marinatura, in questo modo si favorisce la cottura, sottoponendo le carni a un processo di ammorbidimento preventivo; inoltre si valorizza il suo sapore con contrasti organolettici decisi.

Un condimento fuori dal comune per la coscia d’anatra

Tra i punti di forza di queste cosce d’anatra al curry spicca il condimento, o per meglio dire la lunga lista di ingredienti di supporto alla cottura. Sono loro a creare i contrasti cui ho già fatto cenno ed aumentano la profondità organolettica del piatto.

Si parte dal soffritto, che oltre alla cipolla contiene l’aglio e lo zenzero. Lo scopo è quello di conferire vivacità alla ricetta, magari corredata di alcune note pungenti. Poi si prosegue con la pasta di curry, un derivato del celebre mix di spezie che spicca per la versatilità e per la capacità di essere integrato in cottura. La pasta di curry garantisce una certa varietà di fragranze, valorizzando la carne senza coprirla.

Infine troviamo la salsa di soia e il latte di cocco. Questi ingredienti fungono quasi da liquido di cottura e contribuiscono ad ammorbidire e insaporire la carne, dando vita a un secondo dal carattere sia speziato che agrodolce. Inoltre, il latte di cocco, essendo ricco di zuccheri, contribuisce a creare una sorta di glassa che copre la carne, la rende lucente e aggiunge una migliore varietà alla texture.

Cosce di anatra al curry

Tutti questi ingredienti non sono privi di valore nutrizionale. Lo zenzero e il curry sono ricchi di antiossidanti, sostanze che aiutano a prevenire il cancro e a rallentano l’invecchiamento. Se vengono consumati con prudenza fanno anche bene alla circolazione. La salsa di soia, invece, è ricca di omega tre, dei grassi benefici per l’organismo.

La salsa di soia contiene anche molto sodio, che può essere pericoloso per chi soffre di problemi vascolari, in particolare di pressione alta. Per questo motivo è bene porre la massima attenzione all’aggiunta di sale. Personalmente vi consiglio di posticipare la salatura a fine cottura, in modo da comprendere realmente quanto ce ne sia bisogno.

Un contorno semplice di ispirazione asiatica

L’ispirazione asiatica di questo piatto a base di cosce di anatra è evidente nel contorno che viene proposto. Si tratta di un contorno, o per meglio dire un accompagnamento, semplice ma allo stesso tempo efficace: il riso Basmati in bianco. Il riso costituisce nelle cucine asiatico una sorta di sostituto del pane, permettendo di integrare il piatto sul piano nutrizionale e di assaporare meglio salse, salsine, intingoli e condimenti.

In particolare, il riso Basmati si fa apprezzare per il suo sapore delicato con richiami alla frutta secca, quindi risulta leggermente aromatico e quasi speziato. Ovviamente il riso Basmati va cotto in un certo modo. Lo scopo è quello di preservare la sua texture leggera e la sua grana delicata.

E’ bene sciacquare più volte il riso, fino a quando l’acqua non risulti limpida; in questo modo si rimuove l’amido in eccesso. Dopo averlo lasciato in ammollo per circa 30 minuti, il riso viene cotto a vapore, utilizzando un rapporto tra acqua e riso di circa 1,5 a 1. Tale processo aiuta a mantenere i chicchi separati e ne esalta il sapore.

FAQ sulle cosce di anatra al curry

Come intenerire l’anatra?

Per intenerire l’anatra è sufficiente rosolarla e solo dopo cuocerla, magari insieme a ingredienti liquidi. Per quanto concerne questa ricetta si utilizzano il brodo di pollo, la salsa di soia e il latte di cocco.

Come cucinare l’anatra in padella?

La cottura dell’anatra in padella dipende dal taglio. In questo caso si cucinano le cosce, che vanno prima rosolate e poi cotte su un soffritto speziato e valorizzato da ingredienti liquidi. La cottura deve avvenire a fiamma molto bassa e durare almeno un’ora.

Che gusto ha l’anatra?

La carne di anatra spicca per il sapore deciso e intenso, ma anche per la consistenza succosa. Può essere considerata come un ibrido tra la carne bianca e la selvaggina. Ciò fa sì che si abbini al meglio con i condimenti più saporiti e speziati.

Cosa si abbina all’anatra?

In virtù del suo peculiare sapore, l’anatra si abbina ai sapori forti ed alle spezie più intense. Può dare vita a combinazioni interessanti e suggestive, che suggeriscono contrasti accesi. Spesso e volentieri è cotta nel succo di arancia ma non disdegna i sapori dolci (come in questo caso).

Quante calorie hanno le cosce di anatra?

L’apporto della carne d’anatra, se si esclude la pelle, viaggia sulle 160 kcal per 100 grammi. Si tratta dunque di una carne moderatamente calorica. Ovviamente l’apporto calorico aumenta in base al metodo di cottura e al contorno. Per queste cosce di anatra al curry è possibile ipotizzare 300-400 kcal a porzione.

Ricette con carne di anatra ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Lumache fritte

Lumache fritte, un finger food per stupire

Una panatura semplice ma efficace E’ proprio la panatura a qualificare come facile questa ricetta con lumache fritte. La impanatura è formata da farina, uova sbattute con sale e pepe,...

Hamburger di quinoa e melanzane

Hamburger di quinoa e melanzane, una delizia 100%...

Uno sguardo alla quinoa La quinoa è la vera protagonista di questa sfiziosa ricetta. Occupa un posto d’onore negli hamburger di melanzane, adatti anche ai celiaci o a chi manifesta una marcata...

Hamburger di manzo con friggitelli

Hamburger di manzo con friggitelli, un secondo delizioso

Cosa sono i friggitelli? Gli hamburger di manzo e friggitelli sono di norma una ricetta semplice, in quanto a variare non è il procedimento bensì gli ingredienti. Per l’occasione ho deciso di...