bg header
logo_print

Biscotti ai mirtilli: dolci morbidi della cucina americana

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Biscotti ai mirtilli
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Biscotti ai mirtilli, degli ottimi biscotti dal sapore fruttato

Oggi cuciniamo i biscotti ai mirtilli, una variante dei celebri biscotti americani che vi stupirà per il sapore fruttato, complesso al punto giusto e capace di ammaliare ad ogni morso. Al posto delle classiche gocce di cioccolato, che hanno reso i cookies famosi in tutto il mondo, troviamo i mirtilli disidratati. Stiamo parlando di una variante più leggera e più genuina.

Per il resto le caratteristiche dei cookies ci sono tutte. Il riferimento è alle dimensioni accentuate (il diametro non è mai inferiore ai 4 cm), alla forma tonda e piatta ed alla consistenza morbida e friabile allo stesso tempo.

I biscotti ai mirtilli, come tutti tutti i cookies del resto, si prestano alle merende dolci. Possono essere abbinati con il latte, il caffè, la cioccolata calda e il tè. E’ possibile persino gustarli con un liquore particolarmente fruttato o cremoso. Provate questa crema di limoncello, la combinazione vi stupirà per gusto e armonia.

Ricetta biscotti ai mirtilli

Preparazione biscotti ai mirtilli

  • Per preparare i biscotti ai mirtilli seguite questi passaggi. Riscaldate il forno a 175 gradi e foderate l’interno di una teglia con carta da forno.
  • In una ciotola ampia versate il burro ammorbidito, lo zucchero e lavorate il tutto fino ad ottenere una crema densa e liscia.
  • Incorporate un uovo alla volta mescolando in continuazione, poi aggiungete anche l’estratto di vaniglia.
  • In una ciotola a parte versate e mescolate la farina, il bicarbonato e il sale. Unite questo composto a quello umido e mescolate con cura.
  • Ora aggiungete i mirtilli disidratati nell’impasto e mescolate fino ad ottenere un impasto abbastanza omogeneo.
  • Prelevate l’impasto un cucchiaio alla volta e ponetelo sulla teglia, formando così i biscotti. Mi raccomando, lasciate spazio tra un biscotto all’altro in quanto tendono a crescere.
  • Cuocete per circa 10 minuti al forno, fino a quando i biscotti risulteranno leggermente dorati.
  • Infine sfornate i biscotti, lasciateli raffreddare nella teglia stessa e poi su una griglia.

Ingredienti biscotti ai mirtilli

  • 225 gr. di burro chiarificato ammorbidito
  • 200 gr. di zucchero semolato
  • 2 uova grandi
  • 2 cucchiaini di estratto di vaniglia
  • 315 gr. di farina 00
  • mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • mezzo cucchiaino di sale
  • 225 gr. di mirtilli disidratati

Il mirtillo disidratato, il protagonista di questa ricetta

Parliamo proprio del mirtillo, che è il vero elemento distintivo di questi cookie o biscotti ai mirtilli. Il mirtillo sostituisce egregiamente le gocce di cioccolato, anche perché viene impiegato nella forma disidratata, che è più consistente e concentrata, quindi più adatta ad emergere dall’impasto.

Il mirtillo disidratato viene aggiunto in una fase avanzata della ricetta, ovvero quando l’impasto è pronto per essere modellato a forma di biscotti. In questa variante il mirtillo si svincola dal ruolo di elemento da guarnizione e diventa elemento da impasto. Lo possiamo trovare infatti nei plumcake, nei muffin, nel pan brioche etc. Può fungere anche da elemento di rottura, conferendo un carattere agrodolce alle insalate.

Per quanto concerne le proprietà nutrizionali sono identiche a quelle del mirtillo fresco. Le quantità sono però maggiori visto che si tratta di frutta disidratata.

Gli altri aromi dei biscotti ai mirtilli

Quella dei cookies è una ricetta semplice, che richiede una manciata di ingredienti e la impiega in maniera intelligente, per preparare dei biscotti ai mirtilli diversi dal solito: morbidi, friabili e capaci di ospitare un ripieno a pezzetti. In questo caso si usano i mirtilli disidratati, mentre nella versione classica vengono usate le gocce di cioccolato.

Questo metodo di preparazione, però, si adatta anche all’aggiunta degli aromi. Per esempio troviamo l’estratto di vaniglia che smorza un po’ il sapore acidulo dei mirtilli, riequilibrando il tutto. La vaniglia impatta solo in modo limitato sull’apporto calorico, benché l’immaginario collettivo dica il contrario.

E’ possibile pensare ad ulteriori aggiunte facoltative. A mio parere si potrebbe optare per il cioccolato bianco, che con la sua dolcezza svolge un ruolo simile alla vaniglia. Si potrebbero aggiungere anche delle noci tritate per conferire ai biscotti un carattere più rustico. In generale la ricetta è aperta a molte soluzioni, a tal proposito vi consiglio di sperimentare immaginando il risultato finale degli abbinamenti e le interazioni tra i sapori.

Biscotti ai mirtilli

Come rendere i biscotti a prova di celiaco

Di base i cookies, siano essi ai mirtilli o al cioccolato, non sono adatti ai celiaci. Vengono infatti realizzati con la farina 00, che è particolarmente ricca di glutine. Dunque che fare? Semplice, basta utilizzare una farina senza glutine per avere dei biscotti ai mirtilli adatti a tutti. Bisogna però prestare attenzione al tipo di farina da scegliere, infatti ne va della stabilità del biscotto, già abbastanza “precario” dalla presenza del bicarbonato, che tende ad accrescere il volume dell’impasto.

Per queste ragioni vi consiglio una farina piena di amido, come quella di riso insieme alla farina di mais. Potete utilizzare una farina più grezza, a patto che la accompagnate alla fecola o all’amido. Il riferimento è al grano saraceno, al sorgo e alla farina di teff. Queste farine sono molto caratterizzate, dunque aspettatevi un cambio di passo sul sapore.

Per quanto concerne gli intolleranti al lattosio, invece, il semaforo verde. L’unico derivato del latte presente nella lista degli ingredienti è il burro, ma si tratta di burro chiarificato e quindi è privo di lattosio.

Come consumare i biscotti ai mirtilli

I biscotti ai mirtilli sono perfetti per ogni occasione. Danno il meglio di sé a merenda, magari accompagnati da un tè leggero e poco intenso. In questo frangente possono essere abbinati ad un caffè o ad una deliziosa cioccolata calda. Possono però fungere anche da aperitivo dolce, da associare ad una bevanda alcolica. A tal proposito vanno bene i liquori fruttati non troppo pesanti come la crema al limoncello o il liquore al cioccolato e al cacao.

Ovviamente i biscotti ai mirtilli possono essere consumati anche a colazione, anzi presentano un profilo nutrizionale completo, in quanto sono pieni di frutta. Mi riferisco ad un tipo di colazione all’italiana. Agli americani o agli inglesi non verrebbe mai in mente di iniziare la giornata “solo” con qualche biscotto!

FAQ sui biscotti ai mirtilli

A cosa serve il bicarbonato di sodio nei dolci?

Il bicarbonato nei dolci serve a conferire maggiore morbidezza alle preparazioni. Nel caso dei biscotti ai mirtilli li rende più malleabili e friabili, una caratteristica tipica dei cookies.

Come si fa a capire se i biscotti sono cotti?

Per capire se i biscotti sono cotti basta dare loro un’occhiata. Se hanno acquisito una tonalità dorata allora sono cotti. Può essere utile anche toccare i bordi, che in genere sono gli ultimi a cuocere. In particolare dovrebbero essere sodi e compatti.

Dove sono nati i cookies

I cookies sono nati negli Stati Uniti. La loro prima apparizione ufficiale si è verificata nel 1938 ad opera delle cuoche americane Ruth Graves Wakefield e Sue Brides.

Ricette di biscotti ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Semifreddo al gianduia

Semifreddo al gianduia, un dessert perfetto come fine...

Come rendere il semifreddo con gianduia a prova di intolleranze Il semifreddo al gianduia contiene due derivati del latte: la panna e il mascarpone. Dunque, potrebbe impensierire gli intolleranti al...

Fekkas

Fekkas, dal Marocco dei deliziosi biscotti alle mandorle

Quali farine utilizzare per i biscotti marocchini? La ricetta dei fekkas non dice molto sul tipo di farina, tuttavia nella maggior parte dei casi si usa la farina normale, ossis la farins zero o...

Torta di mele di Hagrid

Torta di mele di Hagrid, una versione in...

Una torta di mele soffice e deliziosa Sono numerose le differenze tra la torta di Hagrid, così come l’ho immaginata io, e la classica torta di mele. Tanto per cominciare le mele non fungono da...