Biscotti allo sciroppo d’acero e semi di lino

Biscotti allo sciroppo di acero
Stampa

Per la colazione o la merenda oggi prepariamo i Biscotti allo sciroppo d’acero e semi di lino.

Un esperimento. Ho trovato su un libro di ricette di biscotti una versione con lo sciroppo d’acero che mi ha incuriosita. L’ho provata sostituendo la farina di frumento con un mix di riso e semi di lino a cui ho aggiunto anche le noci perché secondo me il loro sapore si abbinava bene allo sciroppo d’acero. Un esperimento ben riuscito!

Ricetta di Laura Barile – Alchimia

Ed ecco la ricetta dei Biscotti allo sciroppo d’acero e semi di lino.

Ingredienti per 30 biscotti

60 gr burro a cubetti
100 gr sciroppo d’acero
30 gr zucchero di canna integrale
40 gr noci tritate
160 gr semi di lino tritati finemente
50 gr farina di riso
5 gr lievito per dolci

Preparazione

Lavorare con le mani il burro con lo zucchero e lo sciroppo d’acero.

Tritare finemente le noci e i semi di lino.

Aggiungere al composto di burro le noci, i semi di lino e per ultima la farina di riso, fino a raggiungere una consistenza soda ma umida.

Formare delle palline con l’impasto del diametro di 3 cm circa, poi appiattirle e posizionarle su una teglia foderata di carta da forno, lasciando un po’ di distanza tra una e l’altra.

Infornare a 180° e cuocere per 12 minuti circa, poi sfornare e far raffreddare.

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


11-10-2015
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti