bg header
logo_print

Biscotti allo sciroppo di acero, deliziosi e senza glutine

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Biscotti allo sciroppo d'acero
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
4.5/5 (2 Recensioni)

Biscotti allo sciroppo di acero, una variante davvero originale e gustosa

Per la colazione o la merenda oggi prepariamo i Biscotti allo sciroppo d’acero e semi di lino. Un esperimento a mio avviso ben riuscito. Ho trovato su un libro di ricette di biscotti una versione con lo sciroppo d’acero che mi ha incuriosita.

L’ho provata sostituendo la farina di frumento con un mix di riso e semi di lino a cui ho aggiunto anche le noci perché secondo me il loro sapore si abbinava bene allo sciroppo d’acero. Un esperimento ben riuscito!

Ricetta biscotti allo sciroppo di acero

Preparazione biscotti allo sciroppo di acero

  • Lavorate con le mani il burro con lo zucchero e lo sciroppo d’acero.
  • Tritate finemente le noci e i semi di lino.
  • Aggiungete al composto di burro le noci, i semi di lino e per ultima la farina di riso, fino a raggiungere una consistenza soda ma umida.
  • Formate delle palline con l’impasto del diametro di 3 cm circa, poi appiattitele e posizionatele su una teglia foderata di carta da forno, lasciando un po’ di distanza tra una e l’altra.
  • Infornate a 180° e cuocete per 12 minuti circa, poi sfornate e lasciate raffreddare.

Ingredienti biscotti allo sciroppo di acero

  • Per 30 biscotti
  • 60 gr. di burro a cubetti
  • 100 gr. di sciroppo d’acero
  • 30 gr. di zucchero di canna integrale
  • 40 gr. di noci tritate
  • 160 gr. di semi di lino tritati finemente
  • 50 gr. di farina di riso
  • 5 gr. di lievito per dolci.

Biscotti allo sciroppo di acero e semi di lino per iniziare bene la giornata

I biscotti allo sciroppo di acero sono ottimi per la colazione o per una merenda gustosa. Sono facili da preparare, abbastanza leggeri e propongono sapori diversi dal solito, ossia più aromatici e in grado di farsi apprezzare anche dai palati più esigenti. La ricetta reca la firma di Laura Barile di Alchimia, che partecipa al contest “Le Intolleranze? Le cuciniamo”. Ho organizzato questo contest convinta che la buona cucina, abbinata a una spiccata conoscenza degli alimenti, rappresenti una risorsa fondamentale per gestire le intolleranze alimentari.

In effetti, i biscotti allo sciroppo di acero e semi di lino sono indicati per chi soffre di intolleranza al lattosio, celiachia e sensibilità al glutine. La lista degli ingredienti, infatti, esclude il latte e qualsiasi altro prodotto lattiero-caseario. La farina 00, in genere utilizzata per la pasticceria, è sostituita dalla farina di riso. Si tratta di una scelta saggia che punta alla leggerezza. La farina di riso è priva di glutine e scarseggia di grassi, dunque il suo apporto calorico è inferiore a quello delle farine tradizionali. In compenso, è ricca di vitamine e sali minerali.

Lo sciroppo di acero per dolcificare e non solo

Lo sciroppo di acero è un ingrediente molto versatile. Lo si può utilizzare come condimento, o come “topping”, per valorizzare i pancake e altri impasti morbidi. Tuttavia, può essere utilizzato come dolcificante. È proprio in questa veste che compare nella ricetta di Laura dei biscotti allo sciroppo di acero. La sua presenza consente di “risparmiare” sullo zucchero, che viene impiegato in quantità davvero basse.

I vantaggi dello sciroppo di acero sono davvero notevoli. Tanto per cominciare, il suo indice glicemico è equilibrato. Certo, va utilizzato con cura, ma costituisce un’ottima alternativa per i diabetici. Lo sciroppo di acero, poi, può essere considerato un energizzante in quanto è ricco di sali minerali. Il suo apporto calorico, infine, è pari a 260 kcal per 100 grammi.

Un focus sui semi di lino

Anche i semi di lino giocano un ruolo importante nella ricetta dei biscotti allo sciroppo di acero. Si fanno apprezzare per il loro carattere aromatico, che può essere usato sia per le preparazioni dolci che per quelle salate. Arricchiscono gli impasti di pasticceria ma vengono utilizzati anche per insaporire il pane. I semi di lino si fanno anche apprezzare per le loro proprietà nutrizionali. È vero, apportano molte calorie (594 per 100 grammi), ma queste sono dovute all’abbondanza degli acidi grassi omega tre, che fanno bene alla circolazione e contribuiscono a risolvere gli stati infiammatori.

I semi di lino, inoltre, sono ricchi di potassio, una sostanza coinvolta in molti processi dell’organismo ma soprattutto regola la pressione del sangue e previene l’ipertensione. Infine, i semi di lino aiutano a mantenere il colesterolo cattivo su livelli accettabili.

Le proprietà delle noci e i grassi benefici che apportano

La lista degli ingredienti della ricetta dei biscotti di sciroppo di acero comprende anche le noci. A differenza di quanto accade in molte preparazioni dolciarie, non vengono impiegate per guarnire, ma fanno parte dell’impasto. Ovviamente devono essere tritate finemente, in modo da integrarsi con gli altri ingredienti. Le noci restituiscono un sapore corposo e tendente al rustico, che sia amalgama al meglio con la dolcezza dello sciroppo di acero e con la delicatezza della farina di riso.

Le noci fanno anche bene all’organismo, presentandosi come un tipo di frutta secca di grande valore. Il riferimento è agli acidi grassi benefici che proteggono il sistema cardiovascolare. Le noci contengono anche tanti sali minerali, come il fosforo e il magnesio, che impattano sulla salute del cervello e sui livelli di energia dell’organismo. Infine, le noci sono meno caloriche di quanto ci si possa immaginare: un etto di noci apporta circa 650 kcal per 100 grammi.

Quale burro utilizzare nei biscotti allo sciroppo di acero?

I biscotti allo sciroppo di acero richiedono l’utilizzo del burro, che incide sulla resa finale in quanto ammorbidisce il sapore dei biscotti e ne migliora la consistenza.

Quando si tratta di utilizzare il burro, vi è sempre il dubbio sulla tipologia da preferire: burro chiarificato o burro standard? Sotto questo aspetto Laura non offre indicazioni precise, sicché avete ampio margine di discrezione. Dovreste chiedervi, tuttavia, quale risultato volete ottenere.

Se puntate a dei biscotti che sappiano di burro, utilizzate il burro standard che contiene le caseine ed è più saporito. Se invece intendete il burro come un ingrediente meramente funzionale, ma non volete che interferisca con gli altri ingredienti, optate per il burro chiarificato. Badate bene, il burro chiarificato è in media più calorico del 20% rispetto al burro normale.

Contest – Le intolleranze? Le cuciniamo

Ricetta di Laura Barile – Alchimia

Biscotti allo sciroppo di acero

Ricette biscotti ne abbiamo? Certo che si!

4.5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Pancakes senza burro

Pancakes senza burro, la colazione per chi ha...

Di cosa sa la farina di grano saraceno La vera protagonista della ricetta dei pancakes senza burro è la farina di grano saraceno. Fa parte dei cosiddetti “grani antichi”, ovvero quei cereali...

Loco moco

Loco moco, una corposa colazione hawaiana

Quale riso utilizzare per il loco moco? Benché non richieda chissà quale impegno, la cottura del riso è importante, d’altronde funge da base per l’intera ricetta. Occorre fare attenzione...

Ymerdrys con frutti di bosco

Ymerdrys con frutti di bosco, il dessert ricco...

Il gusto e le proprietà del pane di segale Il protagonista della ricetta del ymerdrys con frutti di bosco è ovviamente il pane di segale. Esso spicca per i sentori decisamente rustici ma allo...