logo_print

Crumble di mele: la golosità leggera

Crumble di mele
Stampa

Il dolce atipico e bellissimo alla vista: il crumble di mele

Il crumble di mele è un piatto di origine inglese. Tale versione dolce del crumble viene preparata utilizzando frutta, appunto le mele in questo caso, e zucchero – in sostituzione ad esso la stevia in questa ricetta – i quali vengono poi ricoperti da un impasto friabile fatto di farina, zucchero e burro.

Pudding nato durante la seconda guerra mondiale, periodo in cui il razionamento del cibo imponeva grandi sacrifici alla popolazione, questa piccola delizia poteva rappresentare una valida alternativa all’assenza di dolci. La tradizione vuole che ne esistesse poi una variante più “costosa”, preparata con pasta sfoglia, un vero miraggio in quei tempi di carestia.

Crumble di mele: origini e tradizioni di questa leccornia

Facile da preparare, morbido dentro e croccante fuori, il crumble di mele, noto anche nella sua variante poliglotta come apple crumble, è un dolce tipico dalle numerose proprietà imputabili alla presenza delle mele. Quello che rende gustoso questo piatto è proprio la parte esterna, la “sbriciolata”: è questa che dà origine al nome crumble, che significa appunto briciola.

Il crumble di mele risulta un dolce particolarmente amato da tutti, grandi e bambini, per la sua leggerezza. Difatti, l’ingrediente principe sono le mele, con le loro magiche proprietà nutrizionali che lo rendono protagonista e destinatario di uno dei proverbi più noti al mondo.

Originaria, come anticipato, dei paesi anglosassoni, questa versione che adotta le mele è molto spartana: è proprio in questa estrema semplicità che risiede la bellezza del dolce in questione, apprezzato anche da chi non ama preparare i soliti dolci che richiedono un dispendio di tempo non trascurabile.

Un dolce adatto proprio a tutti: il crumble di mele

Gli amanti dei dolci più corposi potranno rendere più goloso questo crumble con l’aggiunta, al suo interno, di crema inglese (crema pasticcera preparata senza farina). Ma la versione che a noi piace regalare quest’oggi è quella più leggera ed ipocalorica, che prevede per di più la sostituzione dello zucchero con la stevia.

Il crumble di mele può essere preparato anche con l’aggiunta di datteri, noci ma anche ananas, ciliegie, pesche e altra frutta di stagione. Le mele, naturalmente, rimangono ingrediente privilegiato di questo straordinario dolce, non solo per la scarsa quantità di calorie ivi contenuta, che si approssima allo zero, ma anche per la facilità con la quale esse possono essere reperite senza difficoltà in tutte le stagioni dell’anno.

Ingredienti per 1 teglia

per la base

  • 4 cucchiai farina di riso
  • 1 cucchiaio burro chiarificato
  • 1 cucchiaio di sciroppo di yacon
  • q.b. sale

per il ripieno

  • 3 mele
  • 1 cucchiaio di vaniglia in crema
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 cucchiaino di sciroppo di yacon

Preparazione

Pelate e tagliate le mele a fettine. Fate sciogliere il burro in un tegame; quando è sciolto, aggiungete le mele e poca acqua, mescolando bene.

Unite la cannella, lo sciroppo e la crema di vaniglia. Lasciate cuocere a fuoco medio fino a che le mele saranno morbide ma non troppo, mescolando continuamente per evitare che le mele si attacchino al fondo del recipiente.

Nel frattempo, in una terrina, amalgamate gli ingredienti per la base, lavorando con le dita fino a ottenere un impasto friabile.

Quando le mele sono pronte, versate in una teglia coi bordi alti unta con poco burro e livellate la superficie.

Sbriciolate l’impasto su tutte le mele, cercando di coprirle in maniera uniforme. Cuocete in forno già caldo a 180 °C per circa mezz’ora o fino a doratura.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


22-06-2017
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti