bg header
logo_print

Il pollo Yassa, un piatto senelagese speziato e saporito

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

pollo Yassa
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana, Ricette dal mondo
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Il pollo Yassa, una versione marinata con il prezzemolo

Oggi vi presento il pollo marinato alla senegalese, detto Yassa, in una versione leggermente modificata, che vede come protagonista della marinatura il prezzemolo.

E’ proprio il prezzemolo al centro del numero di novembre della rubrica per cucinare con fiori ed erbe, che tengo con le mie amiche Miria Onesta di Due Amiche in Cucina, Daniela Boscariolo di Timo e Lenticchie, Marialuisa Maruzzella di Mantra Bio, Elisa di Rienzo de Il Fior di Cappero e Paola Segattini di Le mie Ricette Con e Senza. Una rubrica che vuole valorizzare le erbe aromatiche e i fiori eduli, dando risalto al ruolo che possono giocare in cucina ed alla loro grande versatilità.

Il prezzemolo in particolare si rivela un alleato insostituibile per il pesce e per le carni bianche. Aggiunge un tocco amarognolo ma delicato, creando contrasti gradevoli e donando ai piatti un verde brillante. Se viene utilizzato con prudenza fa anche bene alla salute, in quanto è ricco di antiossidanti, vitamine e sali minerali. E’ inoltre ipocalorico, persino nella sua versione secca. In questa ricetta il prezzemolo funge da esaltatore di sapidità della marinata, che è a sua volta un elemento fondamentale per il pollo Yassa.

Ricetta pollo yassa

Preparazione pollo yassa

  • Per preparare il pollo Yassa iniziate affettando le cipolle e versandole in una ciotola. Poi aggiungete il succo di limone, tre cucchiai di senape, il sale e i cubetti di dado ridotti in briciole. Infine, mescolate tutto con cura.
  • Ora fate il pollo a cubettoni e versateli in una grande ciotola. Unite lo zenzero, la noce moscata, due cucchiai di senape e due dadi sbriciolati. Poi mescolate per bene il tutto.
  • Intanto preparate la salsa verde frullando l’aglio, l’alloro, le cipolle e l’olio. Una volta ottenuto un composto dalla consistenza grossolana, aggiungete il prezzemolo e frullate ancora fino a quando il composto non sarà diventato omogeneo.
  • Cuocete le cipolle appena condite in una pentola con dell’olio. Integrate due cucchiai di marinatura e mescolate. Poi integrate un cucchiaino di zucchero e cuocete ancora a fiamma bassa.
  • In una seconda pentola friggete il pollo in abbondante olio, fino a quando i cubettoni non saranno diventati croccanti. Infine, scolateli e uniteli allo stufato di cipolle.
  • Ora cuocete il pollo nella pentola con lo stufato di cipolle a fiamma molto bassa. A fine cottura aggiungete molto prezzemolo e qualche oliva verde.
  • Infine, cuocete ancora per una decina di minuti e servite il pollo Yassa con del riso bianco.

Per il pollo:

  • 600 gr. di petti di pollo,
  • 3 cipolle,
  • 5 cucchiai di senape,
  • succo di 1 limone,
  • 4 cubetti di dado,
  • un pizzico di sale,
  • un pizzico di pepe,
  • 2 cucchiai di zenzero in polvere,
  • 1 cucchiaino di noce moscata,
  • q. b. di olive verdi,
  • 1 cucchiaino di zucchero

Per la marinatura verde:

  • 3 spicchi d’aglio,
  • 4 foglie di alloro,
  • q. b. di cipolle,
  • q. b. di prezzemolo,
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva

Alla scoperta del pollo Yassa

Lo Yassa è un piatto senegalese a base di pollo e di riso. Un piatto completo, che si fa apprezzare per la varietà dei sapori e per un utilizzo massiccio delle spezie. La ricetta è diversa dai secondi a base di pollo che si preparano dalle nostre parti, tuttavia è facile, sebbene sia un po’ elaborata.

Si tratta di preparare una marinatura a base di spezie, erbe aromatiche, prezzemolo e aglio. Questa marinatura non viene utilizzata per preparare il pollo alla cottura, ma viene versata in una grande pentola in cui sono state stufate le cipolle bianche e dove il pollo, già parzialmente fritto, viene portato a cottura.

Il tutto viene poi accompagnato con il riso bianco, in maniera del tutto simile a quanto accade con il nostro pane.

Una marinatura molto saporita per il pollo Yassa

La marinatura è, senza dubbio, il cuore pulsante del Pollo Yassa, arricchendolo con profondità e complessità di sapori. In questa versione, il focus è sul prezzemolo, un’erba fresca e leggermente pungente che aggiunge un tocco di vivacità al piatto. Gli altri ingredienti della marinatura, aglio, alloro e olio extravergine di oliva, si combinano per creare un equilibrio perfetto di sapori.

L’aglio, con la sua intensità e pungente, è l’anima di questa miscela, mentre l’alloro, con le sue note leggermente amare, fornisce una piacevole morbidezza, creando una sinergia gustativa unica. Il processo di marinatura è semplice: un veloce frullare nel mixer è tutto ciò che serve per fondere questi sapori insieme.

Il prezzemolo, aggiunto alla fine, non è solo un abbellimento. È una celebrazione della rubrica ‘Erbe e Fiori’, che si riflette nella freschezza e nel colore vivace che aggiunge al piatto. Questa erba non è solo un dettaglio minore, ma un attore cruciale che eleva l’intera esperienza gustativa.

Inoltre, durante la fase di cottura delle cipolle, l’introduzione di spezie come lo zenzero e la noce moscata — tra le più profumate e intense — arricchisce ulteriormente il piatto, offrendo un viaggio sensoriale attraverso i sapori autentici della cucina senegalese. In definitiva, la marinatura del Pollo Yassa è un esempio luminoso di come ingredienti semplici, quando combinati con cura e attenzione, possano creare un’esperienza culinaria da ricordare.

pollo Yassa

Come preparare un ottimo riso per servire il piatto

Uno degli elementi essenziali del pollo Yassa è il riso, che funge da supporto alla carne cotta con la marinatura e con le cipolle stufate. L’approccio è quello tipico delle cucine asiatiche e africane, che utilizzano il riso alla stregua del nostro pane, ovvero per accompagnare.

Ovviamente il riso va cucinato in un certo modo. Inoltre, occorre scegliere in modo opportuno la varietà di riso e rimuovere al meglio l’amido. La varietà perfetta per questo tipo di preparazione è il riso Basmati, che si caratterizza per un indice glicemico basso, per un ridotto contenuto di amido e per la capacità di assorbire poco i liquidi. In tal modo conserva il suo sapore neutro e mantiene i suoi chicchi ben distinti.

Per quanto concerne la rimozione dell’amido basta semplicemente sciacquare il riso più volte. Per un’ottima cottura, invece, basta immergere il riso in acqua a temperatura ambiente, accedere a fiamma alta e abbassare una volta raggiunto il bollore. Si cuoce così per una quindicina di minuti e si lascia riposare a coperchio ben posizionato per altri cinque minuti.

Quale curiosità sulla cucina senegalese

Il pollo Yassa ci da modo di conoscere meglio la cucina senegalese, che è una delle più particolari di tutta l’Africa. La caratteristica distintiva di questo tipo di cucina è la varietà, che è il frutto di contatti con altre civiltà e culture diverse.

Nella cucina senegalese troviamo elementi tipicamente asiatici, come il riso, che viene utilizzato per accompagnare molte ricette. Peculiare è anche la presenza del pesce (marinato con succo di limone e spezie varie), a dimostrazione della vocazione marittima del popolo senegalese.

Proprio le spezie rappresentano uno degli elementi cardine della cucina senegalese, sebbene non si raggiungano i livelli di “intensità” delle cucine del sudest asiatico. Il piccante è ben accetto, ma non è un tratto distintivo di questo tipo di cucina.

Ma la cucina senegalese è frutto anche della commistione con le cucine mediterranee. Lo dimostra l’importanza assunta dai legumi, e in particolare dai fagioli neri, dalle lenticchie e dei ceci. Tuttavia, a differenza di quanto accade per le gastronomie europee, questi legumi vengono serviti senza grandi condimenti e sotto forma di contorno.

E una bevanda tipica senegalese non vuoi provarla?

Dopo aver esplorato le delizie culinarie del Pollo Yassa, è impossibile non menzionare un’altra gemma della cucina senegalese: il Bissap. Questa bevanda rinfrescante, spesso chiamata ‘la rosa del Senegal‘, è realizzata dai fiori dell’ibisco, conferendole un distintivo colore rosso vivace e un sapore unico che bilancia perfettamente dolcezza e acidità.

In Senegal, il Bissap è più di una semplice bevanda; è un simbolo di ospitalità e condivisione. Servito freddo, spesso accompagnato da una generosa quantità di zucchero, è la bevanda perfetta per rinfrescarsi nelle calde giornate africane. La sua popolarità si è diffusa in molte altre parti dell’Africa e oltre, diventando un simbolo riconosciuto della ricca eredità culinaria del Senegal

FAQ sul pollo Yassa

Perché marinare il pollo?

Il pollo viene marinato per fare in modo che assuma una consistenza morbida, ma anche per insaporirlo. Nel ricetta del pollo Yassa la marinatura è composta da cipolle, aglio, alloro e tanto prezzemolo.

A cosa fa bene la carne di pollo?

La carne di pollo fa bene in quanto è ricca di proteine, è povera di grassi ed è molto digeribile. In quanto carne bianca non contiene sostanze cancerogene, quindi è considerata sicura.

Come rendere più morbida la carne di pollo?

La carne di pollo può essere resa morbida mediante battitura. In questo caso, però, bisogna fare attenzione a non far fuoriuscire i suoi succhi. Un altro metodo consiste nella marinatura, che la rende morbida, trasmettendo sapori e odori.

Quali spezie vanno bene con il pollo?

Con il pollo va bene una vasta gamma di spezie ed erbe aromatiche. In questo caso si utilizzano l’alloro, la noce moscata e il prezzemolo, che creano un bel mix di note delicate e pungenti.

Ricette di pollo ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Quiche con ortiche

Quiche con ortiche, una torta salata dal sapore...

Un approfondimento sulla pasta brisée La base di questa quiche con ortiche è rappresentata dalla pasta brisée. E’ bene prepararla in casa o acquistarla al supermercato in forma già pronta?...

Pizza con agretti e salsiccia

Pizza con agretti e salsiccia: un mix insolito...

Gli agretti, delle verdure aromatiche da non sottovalutare Vale la pena spendere qualche parola sugli agretti, che sono i veri protagonisti di questa pizza alla salsiccia. Si presentano con dei...