Il prezzemolo è una delle piante più amate e utilizzate in cucina

Il prezzemolo è una delle piante più amate e utilizzate in cucina. Botanicamente Petroselinum hortense, è un’erba conosciutissima sia per uso culinario, sia per uso terapeutico.

Usata fin dall’antichità per curare piccoli e grandi disturbi, oggi, le sue proprietà antiossidanti e il suo potere di prevenzione di numerose malattie, è ampiamente riconosciuto dalla comunità scientifica.

Tutti sappiamo riconoscerlo: piccole foglie verdi triangolari e frastagliate che si diramano da fusti sottili, anch’essi verdi. Lo troviamo facilmente, oltre che nei supermercati, in qualche campo o bosco, dove cresce spontaneamente se il clima, non troppo freddo, lo permette. Del prezzemolo si utilizzano sia le foglie, sia i piccoli fusti.

Dal punto di vista gastronomico il prezzemolo è sicuramente noto a tutti, se aggiunto alle pietanze a fine cottura, il suo sapore pungente, è in grado di esaltare l’aroma delle altre spezie; ma sotto il punto di vista nutrizionale forse non tutti lo conoscono, vediamo allora insieme quali sono gli aspetti nutrizionali e i benefici sulla salute di questa erba aromatica tanto utilizzata:

  • Come abbiamo già accennato, il prezzemolo si contraddistingue per l’alto contenuto di antiossidanti, tra cui vanno menzionati i flavonoidi poli-fenolici: apigenina, e luteolina.
  • Il prezzemolo contiene eugenolo, un olio essenziale che è stato applicato in odontoiatria come anestetico locale e agente antisettico per denti e malattie gengivali. È stato impiegato anche per ridurre i livelli di zucchero nel sangue nei diabetici. Sono necessari ancora diversi studi, però, per stabilire con precisione ruolo ed effetti di quest’olio in medicina.
  • Queste piccole foglie sono una buona fonte di minerali come potassio, calcio, manganese, ferro, e magnesio. Soprattutto i livelli di potassio sono molto alti, 100 g di erba fresca fornisce il 12% del fabbisogno giornaliero.
  • Non solo, aggiungere un po’ di prezzemolo ai nostri piatti, aumenta l’assunzione di vitamine. Il prezzemolo contiene, infatti, molte vitamine antiossidanti, tra cui vitamina A, beta-carotene, vitamina C, vitamina E, zeaxantina, luteina, e criptoxantina.
  • Il prezzemolo contiene anche molte altre vitamine essenziali come l’acido pantotenico (vitamina B-5), riboflavina (vitamina B-2), niacina (vitamina B-3), piridossina (vitamina B-6) e tiamina (vitamina B- 1).
  • Ma è per l’altissimo contenuto di vitamina K che il prezzemolo si contraddistingue. È stato dimostrato che la vitamina K ha un ruolo fondamentale per la salute delle ossa, prevenendo l’insorgere dell’osteoporosi. È, poi, dimostrato che aiuti i pazienti con Alzheimer, limitando il danno neuronale nel cervello.

Il prezzemolo ha delle foglie molto tenere che seccano molto velocemente e durante il processo di essicazione perde un po’ del suo buon profumo.

Ho surgelato nel freezer per anni il prezzemolo fresco  tritato per poterlo avere tutto l’anno da utilizzare nelle ricette ed era comodo ma ora che ho imparato questo metodo credetemi è imbattibile. Ho il vasetto sempre pronto in dispensa……………

Per seccare quest’erba,  mettete le foglioline pulite, lavate e asciugate su un foglio di carta forno e mettetele nell’essiccatore e una volta secche tritatelo e riponetelo in vasetti a chiusura ermetica e conservateli in un luogo fresco e buio oppure essiccatelo nell’apposito strumento della Tauro Essiccatori

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *