bg header
logo_print

Torta con pinoli e miele, una torta ricca di gusto e genuina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Torta con pinoli e miele
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Torta con pinoli e miele, una delizia anti-intolleranze

La torta con pinoli e miele è una torta rustica, che spicca per la dolcezza e per la genuinità. La ricetta suggerisce l’impiego di una manciata di ingredienti e propone una procedura molto semplice, che rende la torta adatta anche i principianti. Il risultato è davvero perfetto: una frolla croccante ospita un ripieno morbido e abbastanza denso. Il tutto viene guarnito con abbondante zucchero a velo.

Vi consiglio di preparare la torta di pinoli e miele per le occasioni speciali, magari quando parenti e amici vengono a farvi visita. Potreste però prepararla anche per l’alimentazione di tutti i giorni. In questo caso funge da eccellente colazione o da gustosa merenda, da accompagnare con del buon caffè o con una cioccolata calda.

La lista degli ingredienti include la farina 00, quindi di base la torta non potrebbe essere consumata dai celiaci. Tuttavia, nessuno vi vieta di utilizzare una farina gluten-free. In questo caso, però, verificate la capacità legante della farina e arricchitela con la fecola di patate, maizena o altre sostanze con le medesime proprietà.

Ricetta torta con pinoli

Preparazione torta con pinoli

Per preparare la torta con pinoli e miele procedete in questo modo.

  • Fate ammorbidire il burro, poi incorporate metà nella farina setacciata. Lavorate il composto con la punta delle dita fino ad ottenere un impasto sbricioloso.
  • Poi incorporate due cucchiai di zucchero a velo, un uovo e un cucchiaio di acqua. Lavorate il composto fino a ottenere un impasto solido e omogeneo. Ora modellate l’impasto a mo’ di panetto, trasferitelo in un contenitore, coprite e lasciate riposare per 30 minuti.
  • Stendete la pasta fino a farla diventare sottile, poi trasferitela sul fondo di una tortiera di 23 cm di diametro, in modo da coprire anche le pareti. Poi create dei buchi superficiali con una forchetta e fate riposare in frigo per 10 minuti.
  • Coprite la pasta con un foglio di carta da forno, poggiate dei fagioli secchi e cuocete al forno per 10 minuti. Poi togliete i fagioli e fate intiepidire.
  • In un pentolino versate il miele e fatelo scaldare a fiamma bassa in modo che diventi molto liquido.
  • Recuperata l’altra metà del burro, mescolatelo allo zucchero, aggiungete le altre uova e mescolate fino a ottenere una spuma chiara. Poi incorporate la scorza di limone grattugiata, il succo di limone, il miele, i pinoli tritati e un po’ di sale.
  • Versate questo ripieno sulla base, poi cuocete a 180 gradi per 45 minuti (il ripieno deve assumere un colore vivace).
  • Infine, guarnite con abbondante zucchero a velo e servite.

Ingredienti torta con pinoli

  • 225 gr. di farina 00
  • 230 gr. di burro chiarificato
  • 3 cucchiai di zucchero a velo
  • 4 uova
  • 115 gr. di zucchero
  • 175 gr. di miele di girasole
  • 1 limone biologico
  • 225 gr. di pinoli
  • q. b. di sale.

Perché abbiamo usato il burro chiarificato nella torta con pinoli e miele?

Per quanto concerne gli intolleranti al lattosio, invece, la torta con i pinoli è del tutto compatibile, infatti la ricetta non richiede l’impiego di latte e derivati (se si esclude un po’ di burro). A tal proposito fate attenzione a quale burro utilizzate, scegliendo solo del burro chiarificato. Tanto per cominciare il burro chiarificato è l’unico veramente privo di lattosio, benché quello standard ne contiene comunque poco. Inoltre, questo tipo di burro è privo di caseine.

L’assenza di caseine rende il burro meno intenso e gli conferisce una nota molto più delicata, un dettaglio importante quando viene impiegato come alimento di supporto. Di contro, se si utilizza il burro standard vi è il concreto rischio di coprire gli altri ingredienti.

Inoltre, l’assenza di caseine rende il burro molto più resistente al calore, d’altronde la caseina tende più facilmente a carbonizzarsi e ad emettere note amare. Proprio per questo il burro chiarificato viene impiegato come grasso di frittura in sostituzione dell’olio, soprattutto nelle cucine del nord Europa.

Cosa sapere sul miele di girasole

Tra i protagonisti di questa torta con pinoli spicca il miele. Esso viene impiegato per preparare il ripieno, quindi viene unito alle uova, al burro già mescolato con lo zucchero, alla scorza di limone grattugiata, al succo di limone e ai pinoli. Il miele impatta su più livelli: organolettico (in quanto dolcifica e aromatizza), a livello di texture (in quanto favorisce l’amalgama tra più ingredienti) e nutrizionale, visto che è ricco di vitamine e sali minerali.

Per questa ricetta consiglio di utilizzare il miele di girasole, che si caratterizza per il sapore leggero, fresco e fruttato che riesce ad esprimere note aromatiche. In particolare ricorda la salvia, inoltre il miele di girasole è anche bello da vedere grazie alla sua tonalità chiara a metà strada tra l’arancione e il dorato.

Torta con pinoli e miele

Ovviamente la ricetta funziona anche con altre tipologie di miele, tuttavia l’impatto sul risultato finale sarebbe però diverso. Per esempio, l’impiego del classico miele millefiori segnerebbe una predominanza del sapore del miele sugli altri ingredienti. Ad ogni modo se volete saperne di più, vi consiglio questo interessante libro sul miele.

Tutto il potere nutrizionale dei pinoli

Anche i pinoli giocano un ruolo di primo piano in questa torta al miele, infatti aggiungono un elemento croccante che contrasta la consistenza dell’impasto e la morbidezza del ripieno. I pinoli impattano anche sul gusto in quanto trasmettono sentori molto aromatici, ma anche delicati.

Infine, si fanno apprezzare anche per le loro proprietà nutrizionali. Sono ricchi di vitamine e sali minerali, tra cui spicca la vitamina E, che fa bene al sistema immunitario e agisce come antiossidante in grado di prevenire il cancro e rallentare l’invecchiamento. I pinoli contengono anche il potassio, il magnesio e il fosforo. Quest’ultima sostanza è fondamentale per le funzioni cognitive ma anche per le ossa e per i denti.

I pinoli abbondano anche di grassi, infatti il loro apporto calorico è pari a 670 kcal per 100 grammi. Tuttavia sono grassi benefici omega 3, utili per il sistema vascolare e per il cuore. I pinoli, infine, contengono l’acido pinoleico che riduce l’appetito, per questo motivo si consiglia di consumare un po’ di pinoli durante il pasto. In questo modo si riduce il senso della fame, si stimola la sazietà e si evita di ingurgitare più calorie del necessario.

FAQ sulla torta con pinoli e miele

Come viene chiamata la torta ai pinoli?

Molto riconducono il concetto della “torta ai pinoli” alla celebre torta della nonna. Tuttavia, rispetto a quest’ultima, la ricetta che vi propongo oggi presenta un ripieno più corposo, che ha poco a che vedere con le creme utilizzate per la torta della nonna.

Cosa si può fare con i pinoli?

I pinoli in genere fungono da decorazione vista la loro gradevole croccantezza. Tuttavia, possono essere inseriti anche nel ripieno, proprio come avviene in questo caso. L’importante è tritarli con cura in modo che possano amalgamarsi con la crema.

Ricette con i pinoli ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Crema al cioccolato bianco e nocciole

Crema al cioccolato bianco e nocciole, uno spalmabile...

Un focus sul cioccolato bianco Vale la pena approfondire il discorso sul cioccolato bianco, che è il vero protagonista di questa crema pasticcera al cioccolato, ma è anche un alimento molto...

Budino al limone e zafferano

Budino al limone e zafferano, un dolce elegante...

Quale latte utilizzare nel budino al limone? Il latte è una componente fondamentale di questo budino al limone e zafferano, come nella maggior parte dei budini o dei dolci al cucchiaio. Quale tipo...

Tartellette con crema pasticcera all’arancia

Tartellette con crema pasticcera all’arancia, una delizia

Come preparare la crema pasticcera Ma il vero punto di forza di queste tartellette è la crema pasticcera all’arancia. Si tratta di una versione particolare, che si inserisce nel solco delle creme...