bg header
logo_print

Burrobirra di Harry Potter, da Hogwart una bevanda corposa

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Burrobirra di Harry Potter
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (2 Recensioni)

Burrobirra di Harry Potter, la ricetta originale

Oggi prepariamo la burrobirra, la bevanda che compare spesso nei romanzi e nei film di Harry Potter! A dispetto di quanto si possa immaginare, la bevanda ha un suo senso, dunque è abbastanza facile aggiungere un paio di ingredienti e renderla veramente appetibile. Il risultato è un sorta di cocktail-dessert, che sa di burro e di caramello.

La ricetta è molto semplice e richiede l’impiego di ingredienti più che reperibili: gassosa, panna, burro, zucchero e aceto. Nello specifico consiste nella preparazione di un classico caramello, a cui vengono aggiunti prima il burro e poi la panna. Infine, a bevanda ormai raffreddata, si incorpora anche la gassosa. E’ propria questa a conferire il classico aspetto da birra, garantendo un minimo di spuma e la giusta effervescenza.

La burrobirra va consumata subito in quanto è realizzata con ingredienti deperibili come la panna e il burro. Mi raccomando, in fase di preparazione del caramello scaldate a fiamma più bassa possibile. Il rischio, infatti, è di trasmettere alla bevanda un sentore vagamente bruciato.

Se invece cercate un sapore più amarognolo e più “adulto”, potreste sostituire la gassosa con un bitter o un seltz, che regalano note più intense.

Ricetta burrobirra di harry potter

Preparazione burrobirra di harry potter

Per preparare la burrobirra di Harry Potter procedete in questo modo.

  • Versate il burro e lo zucchero in un pentolino, poi accendete a fiamma bassa e attendete che lo zucchero si caramelli. Il composto dovrebbe acquisire una consistenza cremosa e un colore ambrato.
  • Poi tagliate il burro a pezzetti e integratelo nel caramello.
  • Infine, mescolate con un cucchiaio in modo che il burro si sciolga del tutto.
  • Ora aggiungete l’aceto di mele, il sale e mescolate ancora.
  • A questo punto incorporate la panna.
  • Cuocete tutto a fiamma bassa per pochi minuti, poi spegnete e lasciate raffreddare.
  • Quando la bevanda è ormai tiepida, aggiungete la gassosa.
  • Infine, date un’ultima mescolata e servite nei boccali di birra.

Ingredienti burrobirra di harry potter

  • 320 ml. di gassosa
  • 100 ml di panna fresca consentita
  • 170 gr. di zucchero
  • 100 gr. di burro chiarificato
  • 1 cucchiaio di aceto di mele
  • 2 cucchiai di acqua.

Evasione magica nel mondo della Burrobirra di Harry Potter

La burrobirra è una bevanda magica immaginaria nell’universo di Harry Potter, creata dall’autrice J.K. Rowling. Questa bevanda viene menzionata in diversi libri della serie e appare anche nei film. Ecco cosa vi posso raccontare sulla burrobirra:

La burrobirra è descritta come una bevanda effervescente, leggermente gassata, con un sapore che ricorda il burro e il caramello. È una delle bevande preferite dai giovani maghi e streghe di Hogwarts.

Viene spesso servita presso i luoghi frequentati dai maghi, come il Trevisana, il Calamaio Stregato e il Calderone Chiacchierone. È una delle bevande di punta durante le partite di Quidditch e le celebrazioni magiche.

Nel mondo reale, i fan di Harry Potter hanno creato numerose ricette per preparare la burrobirra in casa. Le varianti includono l’aggiunta di gelato, panna montata o sciroppo di caramello per rendere la bevanda ancora più deliziosa.

La burrobirra è diventata un’icona dell’universo di Harry Potter ed è spesso associata al merchandising della serie. È possibile acquistare bottiglie di burrobirra nei negozi dedicati a Harry Potter e trovare prodotti a tema burrobirra come caramelle e tazze.

Nei libri, i personaggi di Harry Potter e i suoi amici spesso bevono burrobirra durante le loro avventure a Hogwarts. Ad esempio, la prima volta che Harry assapora la burrobirra è al Trevisana, quando incontra per la prima volta Rubeus Hagrid. La bevanda è anche un elemento importante nelle celebrazioni e nei festeggiamenti, come il Torneo Tremaghi.

Nel mondo reale, i parchi a tema di Harry Potter, come il Wizarding World di Universal Studios, hanno organizzato il Festival della Burrobirra, dove i visitatori possono gustare la bevanda in un’atmosfera magica e festosa.

Quale burro utilizzare nel burrobirra di Harry Potter?

Il burro è l’ingrediente più importante della burrobirra, così come nei romanzi e nel film di Harry Potter e della sua famosa scuola di magia. Fate attenzione tuttavia alla varietà di burro, infatti occorre utilizzare solo il burro chiarificato. Il burro chiarificato è privo di caseine, dunque vanta tutta una serie di interessanti proprietà. Tanto per cominciare resiste meglio alle elevate temperature, a tal punto che può essere impiegato come sostituto dell’olio per cuocere (come avviene in gran parte d’Europa).

In secondo luogo garantisce un sapore riconoscibile ma più delicato. In tal modo non rischia di coprire gli altri ingredienti, come la dolcezza del caramello e il sentore di latte della panna. Certo, il burro chiarificato è più calorico del burro normale e si avvicina di più all’olio e agli altri tipi di grassi. Tuttavia, vale la pena utilizzarlo se si adotta un approccio moderato al consumo.

Il burro chiarificato ha un altro pregio, ossia è quasi del tutto privo di lattosio. Non che il burro standard ne sia pieno, ma la differenza per un intollerante a questa sostanza si fa sentire.

Perché abbiamo usato l’aceto di mele?

L’aceto di mele gioca un ruolo fondamentale per adattare il burrobirra dai romanzi di Harry Potter alle tavole reali. Il suo scopo è di bilanciare il sapore pastoso e dolce degli altri ingredienti, introducendo una lieve nota acidula o acre.

Ho optato per l’aceto di mele e non per quello di vino in quanto è dotato di un sapore più leggero e di una delicatezza intrinseca. D’altronde, gli usi dei due aceti sono solo in parte sovrapponibili. L’aceto di mele viene utilizzato per gli ingredienti dal sapore delicato, oltre che per le insalate a base di frutta. Invece, l’aceto di vino viene utilizzato per gli ingredienti più decisi in grado di supportare i sentori acri.

Burrobirra di Harry Potter

L’aceto di mele vanta anche delle buone proprietà, infatti aiuta a tenere sotto controllo il colesterolo cattivo e la glicemia. Esercita poi una funzione microbica e vagamente antinfiammatoria. L’apporto calorico, infine, è abbastanza ridotto e non va oltre le 22 kcal per 100 grammi.

L’aceto di mele viene aggiunto in una fase avanzata della ricetta, ovvero poco prima di integrare la panna non appena il caramello è pronto ed abbastanza cremoso.

Una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari?

A questo punto sorge spontanea una domanda: la burrobirra di Harry Potter, così come viene concepita in questa ricetta, è adatta a chi soffre di intolleranze alimentari? Non è una vera birra, quindi non viene realizzata con alimenti di origine cerealicola. In ragione di ciò è compatibile con le esigenze dei celiaci.

Discorso diverso per chi soffre di intolleranza al lattosio, infatti contiene ben due ingredienti che derivano dal latte: il burro e la panna. Sul burro abbiamo già detto tutto ciò che c’era da dire, ossia se si utilizza il burro chiarificato il problema non si pone in quanto é quasi del tutto privo di lattosio.

Per quanto concerne la panna occorre utilizzare una versione delattosata, reperibile facilmente nei supermercati. Il sapore della panna lactose free è quasi identico a quello della panna originale, presenta soltanto qualche lieve nota dolciastra. Il processo di rimozione del lattosio consiste nella scomposizione della sostanza in due zuccheri semplici, leggermente percepibili al palato e facilmente digeribili.

E per gli allergici al nichel? Per loro il semaforo verde. Nessuno degli ingredienti della burrobirra contiene questa sostanza. Potreste avere qualche dubbio sull’aceto di mele in quanto il frutto originale è ricco di nichel, tuttavia il processo di fermentazione tende a disintegrare la sostanza incriminata.

L’universo di Harry Potter

L’universo di Harry Potter è un calderone magico di ispirazione, soprattutto quando si tratta di cibo e bevande che hanno catturato l’immaginazione di lettori e spettatori di tutte le età. Se siete rimasti affascinati dalla Burrobirra, la bevanda gassata e dolce che è un must per ogni giovane stregone, allora vi entusiasmerà scoprire che il nostro sito offre molto di più per i fan della saga.

La Pizza di Hogwarts non è la vostra comune pizza margherita o quattro stagioni. Questa è una pizza che potreste immaginare di trovare nelle sale da pranzo del celebre castello, con ingredienti che spaziano dai classici funghi e pomodori fino a aggiunte più esotiche e magiche. Una vera e propria esplosione di sapori che vi farà sentire come se foste seduti al tavolo di Grifondoro durante una festa del Gran Cocomero.

E poi ci sono i Popcorn Incolladenti, una delizia che non mancherebbe mai durante una partita di Quidditch. Questi popcorn hanno una particolarità: sono appiccicosi e deliziosamente dolci, un perfetto connubio di sapori che renderà impossibile resistere al prossimo boccone.

Altri dolci di Harry Porter da non perdere!

Non potete assolutamente perdervi la nostra Pizza Dessert Corvonero. Questa prelibatezza è un omaggio al coraggioso e saggio Corvonero, una delle quattro Case di Hogwarts. Immaginate una base di pizza dolce, magari fatta con un impasto al cacao o alla vaniglia, guarnita con frutti di bosco, cioccolato fondente e magari una spruzzata di zucchero a velo. O, se preferite, potete optare per un topping a base di crema di nocciole e banane affettate, per un mix di sapori che è tanto delizioso quanto inaspettato.

Un’altra chiccha sono i biscotti di cioccolato ispirati a Harry Potter sono una delizia unica, privi di farina e quindi perfetti per chi soffre di celiachia. Questa peculiarità li rende accessibili a un’ampia gamma di palati, senza escludere chi segue una dieta senza glutine. A differenza della maggior parte dei dolci per celiaci, che si affidano a farine alternative come riso, grano saraceno, fonio, sorgo o teff, questi biscotti optano per un approccio innovativo, eliminando del tutto la farina.”

Non è solo cibo; è cibo magico. Con le nostre ricette, potrete portare un po’ della magia di Hogwarts direttamente nella vostra cucina. Quindi prendete le vostre bacchette, o meglio, i vostri mestoli e padelle, e preparatevi a un viaggio culinario nel mondo di Harry Potter.

Ricette a base di birra ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

bevanda al tamarindo

Una bevanda al tamarindo per rinfrescarsi con gusto

Come dolcificare la bevanda al tamarindo La bevanda al tamarindo è buona così com’è, soprattutto per chi ama i sapori intensi, aromatici e vagamente astringenti. Tuttavia, potete anche...

Frappe al gianduia

Frappè al gianduia, una versione che sa di...

Come fare un frappè perfetto? Ecco qualche trucchetto Preparare il frappè al gianduia è semplicissimo, basta versare tutti gli ingredienti nel frullatore e frullare fino a quando non si ottiene...

Sciroppo di tamarindo

Sciroppo di tamarindo, una preparazione dal gusto unico

Tutta la bontà del tamarindo e le sue proprietà nutrizionali Lo sciroppo di tamarindo ci da modo di approfondire l’argomento su un frutto particolare che si differenzia dagli altri sotto tutti i...