bg header

Ricette di Harry Potter, dei piatti unici da un mondo magico

ricette di Harry Potter

Ricette di Harry Potter, una digressione che torna utile

Oggi vi offro un piccolo ma esaltante viaggio nella cucina di Hogwarts. Vi presento tre ricette del mondo di Harry Potter. Ricette che i più appassionati di certo ricordano, e che in alcuni casi hanno giocato un ruolo non trascurabile nella saga di J.K. Rowling. Si tratta di ricette che possono essere preparate anche nel “nostro mondo”. In questo caso l’autrice ha saputo unire alla perfezione fantastico e reale, integrando nella storia e nell’ambientazione elementi di verosimiglianza.

Sia chiaro, l’autrice è britannica, dunque le ricette vantano tutte un carattere british. I piatti fanno quindi alla cucina della Gran Bretagna, ma risultano ottimi anche per i palati mediterranei, offrendo un’interessante variazione sul tema e uno spunto in più per una cucina aperta alle influenze straniere.

Qui di seguito vi descrivo le mie ricette preferite che ho già trattato sul sito, quindi vi consiglio di seguire il link per accedere al procedimento completo.

La torta di mele di Hagrid

Iniziamo con la torta di mele di Hagrid. La ricetta viene citata nel primo libro, durante il compleanno di Harry Potter. Viene preparata dal custode Hagrid, che la utilizza come espediente per introdurre il protagonista al mondo della magia.

La torta di mele di Hagrid è molto semplice e si ispira alla torta di mele classica. Rispetto a quest’ultima, però, presenta alcuni elementi di novità. Tanto per cominciare l’impasto ricorda quello dei muffin, infatti è frutto dall’unione di ingredienti secchi (farina e zucchero) e ingredienti liquidi (uova e burro fuso). Inoltre si caratterizza per la presenza della copertura, realizzata con la stessa pastella della base. Le mele quindi fungono sostanzialmente anche da ripieno.

Per il resto si tratta di incarnare lo spirito delle torte di mele classiche, quindi utilizzate solo mele croccanti, abbastanza sode e che possano resistere a un lungo passaggio al forno. A tal proposito potete scegliere tra le Granny Smith, le Pink Lady, le Royal Gala etc.

Nemmeno la cottura riserva sorprese, infatti va effettuata al forno a 180 gradi per 30-35 minuti. Per verificare l’avvenuta cottura aiutatevi con il classico stuzzicadenti: infilzate la torta, se lo stuzzicadenti risulta asciutto allora potete spegnere il forno.

La zuppa di zucca alla crema di cocco

A dire il vero la zuppa di zucca alla crema di cocco non figura tra le ricette più importanti del mondo di Harry Potter. Per la precisione non esercita un ruolo specifico all’interno della trama e viene citata una sola volta, ovvero quando vengono declamate le delizie disponibili per la cena di inaugurazione nella Sala Grande.

Per questa ricetta ho dovuto sfoderare un po’ di creatività, ma vi assicuro che ne è valsa la pena. La zuppa è molto buona e diversa dal solito, in quanto coniuga l’elemento rustico (incarnato dalla zucca) con quello esotico (incarnato dal cocco).

Nello specifico si tratta di creare un soffritto di cipolle, poi si aggiunge la zucca e il brodo. Dopo qualche minuto si frulla il tutto per ottenere una vellutata classica. A questo punto si aggiunge il latte di cocco e si amalgama per bene il tutto. L’ultima fase consiste nell’aromatizzazione, che vede come protagonisti il sale, il pepe e la noce moscata. La zuppa di zucca e cocco è un primo piatto molto gustoso tra il dolce e il pungente, che mixa semplicità e gusto complesso allo stesso tempo.

I biscotti di cioccolato e burro di arachidi

Infine troviamo i biscotti di cioccolato e burro di arachidi. Sono molto affezionato a questa ricetta, in primis perché i biscotti di cioccolato sono buoni e facili da preparare, in secondo luogo perché sono protagonisti di un episodio divertente. In “Harry Potter e la Pietra Filosofale”, Harry ed Hermione utilizzano i biscotti come esca per distrarre il cane a tre teste, che ostacola il loro cammino nella sala del gigante. E’ proprio grazie ai biscotti di cioccolato e burro di arachidi che possono “eludere la sorveglianza” e passare agli altri indovinelli.

Tornando alla ricetta, questa stupisce per la totale assenza di farina, dunque è perfetta anche per i celiaci. A fungere da impasto troviamo il burro di arachidi, lo zucchero, l’uovo e l’estratto di vaniglia, che vanno mescolati insieme. Dopo aver ottenuto l’impasto si aggiunge il bicarbonato di sodio, che garantisce volume e morbidezza, e piccole scaglie di cioccolato fondente. La cottura avviene al forno per appena 12 minuti, un tempo breve per mantenere i biscotti morbidi.

Altre famose ricette dal mondo di Harry Potter

Chiudo con una panoramica esaustiva delle ricette che non ho trattato personalmente, ma che fanno parte a pieno titolo del mondo di Harry Potter. In questa speciale lista è impossibile non nominare il pollo arrosto, il piatto preferito del maghetto. Nell’idea dell’autrice il pollo arrosto è il piatto “familiare per eccellenza”, in grado di restituire ad Harry Potter un po’ di quel calore che non ha mai avuto.

Merita una menzione a parte anche la burrobirra, una bevanda particolare associabile ad una falsa birra al sapore di burro e caramello. Per quanto frutto di abbinamenti particolari, che forse non funzionerebbero nel mondo reale, scandisce le occasioni di socialità nel mondo di Harry Potter. Molto popolari, e vendute in molti supermercati, sono invece le caramelle alla menta, tra i dolci preferiti dagli studenti di Hogwarts.

Non mancano infine cibi ispirati o appartenenti alla tradizione anglosassone, come il bacon fritto, le patate lesse, il pudding e via discorrendo.

FAQ sulle ricette di Harry Potter

Chi cucina ad Hogwarts?

Ad Hogwarts la cucina è gestita da uno staff di elfi domestici, creature magiche e alquanto laboriose. Lavorano dietro le quinte, nascosti agli occhi degli studenti, preparando una vasta gamma di piatti per soddisfare i diversi gusti degli studenti della scuola di magia.

Cosa si mangia a colazione ad Hogwarts?

La colazione ad Hogwarts è solitamente abbondante in quanto si ispira alla classica colazione inglese. Alla luce di ciò gli studenti possono gustare cibi tradizionali come uova, bacon, salsicce e pane tostato. Non mancano però soluzioni più leggere come cereali, frutta fresca e yogurt, oppure pane fresco, marmellate e burro.

Qual è il cibo preferito di Harry Potter?

Il cibo preferito di Harry Potter è il pollo arrosto, un piatto viene servito spesso nelle cene di Hogwarts. Questo piatto rappresenta per Harry non solo un pasto gustoso, ma anche un simbolo di quel calore familiare di cui non ha mai potuto godere.

Che cos’è la burrobirra?

La burrobirra è una bevanda immaginaria molto popolare nel mondo di Harry Potter. È descritta come una sorta di birra dolce (non alcolica) con un intenso sapore di burro e caramello, viene in genere servita calda con una generosa schiuma sulla parte superiore. È una bevanda molto apprezzata, soprattutto durante le fredde giornate invernali ad Hogwarts. Non di rado funge da ristoro durante i viaggi al villaggio di Hogsmeade.

Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

copertina torte fredde

Le torte fredde: utili consigli per dei dolci...

Torte fredde, un must della pasticceria occidentale Le torte fredde sono perfette in estate e ottime anche d'inverno. Morbide, gustose e facili da preparare. E’ con entusiasmo che vi propongo un...

eventi senza glutine

Come organizzare eventi senza glutine: consigli e soluzioni

Organizzare eventi senza glutine è veramente così difficile? Organizzare eventi senza glutine, in casa o in una sala ricevimenti, può rappresentare una sfida per un celiaco. Il motivo è sempre...

le lumache

Ricette con le lumache: una guida per cucinarle...

Ricette con le lumache, delle ricette gourmet da gustare Oggi vi propongo una guida completa sulla lumache. Vi parlerò del ruolo che le lumache possono giocare in cucina, di come trattarle, pulirle...

logo_print