bg header
logo_print

Pizza dessert Corvonero, da Hogwarts una pizza da favola

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Pizza dessert Corvonero
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Pizza dessert Corvonero, un’idea simpatica

Oggi vi presento la pizza dessert Corvonero, un dolce ispirato alla scuola Corvonero di Hogwarts. Questa pizza dolce replica i colori della scuola di Harry Potter ma assume come riferimento anche i valori di Corinna, fondatrice della casa Corvonero.

Come tutti gli appassionati sanno, gli studenti della casa Corvonero sono i più talentuosi, a tal punto da eseguire magie a cui le altre case rinunciano. Una dinamica, questa, che trova un parallelismo negli abbinamenti creativi e insoliti della pizza dessert, infatti troviamo il cioccolato fondente, la panna e alcuni frutti di bosco.

La base è formata da una “normale” pasta sfoglia, modellata per assomigliare a uno stemma. Il processo è lungo ma anche molto divertente, infatti occorre ritagliare dei pezzi di sfoglia a forma di scudo e trasformare i ritagli in una sorta di muretto da applicare ai bordi. La sfoglia va bucherellata in modo che non si gonfi troppo in fase di cottura, che avviene in forno a una temperatura superiore ai 200 gradi per 15-20 minuti.

Ricetta pizza dessert corvonero

Preparazione pizza dessert corvonero

Per preparare la pizza dessert Corvonero procedete in questo modo.

  • Ritagliate la pasta sfoglia in due pezzi da 25 x 40 cm e stendeteli. Poi divideteli in quattro parti.
  • Tagliate un lato corto per ciascun rettangolo e create delle punte arrotondate, in modo che assumano la forma di uno stemma.
  • Impastate i ritagli di pasta così ottenuti, stendeteli e ritagliateli nuovamente per formare delle strisce larghe 0,5 cm.
  • Create dei solchi superficiali lungo i bordi degli stemmi e spennellate un po’ di uovo sbattuto.
  • Con le strisce formate dei “muretti divisori” da applicare agli stemmi.
  • Rimboccate la sommità degli stemmi per sigillare i “muretti”.
  • Fate dei buchi superficiali sugli stemmi con i rebbi di una forchetta.
  • Cuocete gli stemmi al forno preriscaldato per 15-20 minuti. A tre quarti della cottura verificate che l’impasto non si stia gonfiando, se si gonfia bucherellate ancora.
  • Sfornate gli stemmi, ovvero le basi per le pizze e lasciatele raffreddare.

Poi passate al ripieno.

  • In una ciotola versate una tazza di panna, lo zucchero e l’aroma alla vaniglia. Poi montate il tutto.
  • In un’altra ciotola adatta al microonde versate due cucchiai di panna e il cioccolato. Poi scaldate al microonde per 30 secondi e mescolate per bene. Lo scopo è di fondere del tutto il cioccolato. Se necessario riscaldate più volte a intervalli di 10 secondi, continuando a mescolare.
  • Spalmate la montata di panna su ogni pizza.
  • Distribuite i mirtilli per formare due quadrati posti in diagonale.
  • Guarnite con la ganache di cioccolato e infine con le more (poste in diagonale sempre nei riquadri opposti).

Ora servite e buon appetito!

Ingredienti pizza dessert corvonero

  • una confezione di pasta sfoglia consentita
  • 1 uovo leggermente sbattuto con 1 cucchiaio d’acqua per spennellare
  • 1 tazza di panna da montare più 2 cucchiai di panna a parte
  • 170 gr. di cioccolato fondente
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 cucchiaino di aroma alla vaniglia
  • 340 gr. di mirtilli
  • 170 gr. di more.

Un condimento complesso per la pizza dessert Corvonero

La pizza dessert Corvonero stupisce per la varietà dei sapori. Questi sono affidati in gran parte al primo strato del condimento, che fa le veci della passata di pomodoro delle pizze salate. Nello specifico è realizzata con la panna, lo zucchero e la vaniglia, ingredienti che vengono montati assieme in modo da acquisire una gradevole morbidezza. La panna garantisce un tocco acidulo e di latte, mentre la vaniglia conferisce note dolci e aromatiche.

Se soffrite di intolleranza al lattosio non vi sono problemi e non dovrete rinunciare alla pizza dessert Corvonero. Infatti, potete utilizzare una panna delattosata che presenta differenze minime rispetto al prodotto originale. Del resto il processo di rimozione del lattosio consiste nella semplice aggiunta dell’enzima lattasi nel latte, che scinde il lattosio in due zuccheri semplici facilmente digeribili.

Il ruolo del cioccolato fondente

La pizza dessert Corvonero si fregia anche da una gradevole ganache che funge da decorazione finale. Questa è realizzata con la panna e con il cioccolato fondente. I due ingredienti vengono mescolati assieme, formando una crema soffice, brillante e uniforme.

Per quanto concerne la fase di amalgama vi consiglio di utilizzare il microonde, che garantisce il massimo risultato in tempi brevi (dovrebbero bastare 30 secondi a potenza medio-alta). Tuttavia, se notate che il cioccolato non si è sciolto del tutto, attendete 10 secondi e rimettete tutto nel forno.

Pizza dessert Corvonero

Quale cioccolato fondente utilizzare? Per questa pizza dolce vi consiglio di utilizzare il cioccolato fondente al 75%, che rappresenta il giusto compromesso tra l’aroma del cioccolato e la sua dolcezza. A prescindere dalla gradazione, il cioccolato fondente è la varietà più salutare, sebbene sia più grasso (apporta circa 500 kcal per 100 grammi). Il cioccolato fondente, inoltre, contiene poco zucchero ed è ricco di sali minerali, vitamina E e sostanze antiossidanti.

Un abbinamento perfetto per la pizza dessert Corvonero

La lista degli ingredienti della pizza dessert Corvonero comprende anche le more e i mirtilli. Insieme formano un eccellente abbinamento in quanto a sapore, esprimendo una notevole varietà di colori che crea un buon effetto visivo. I mirtilli vengono aggiunti dopo lo strato di panna, formando dei rettangoli. Le more, invece, vengono aggiunte alla fine a mo’ di guarnizione.

Entrambi i frutti spiccano per i sentori tra il dolce e l’acidulo e per le eccellenti proprietà nutrizionali. A fronte di un apporto calorico basso (inferiore alle 40 kcal per 100 grammi), sono ricchi di vitamina C, potassio, magnesio, calcio e altri oligoelementi. Inoltre contengono le antocianine, sostanze responsabili del colore blu con una notevole azione antiossidante. In virtù di ciò contribuiscono a prevenire il cancro e rallentano l’invecchiamento.

Ricette di dolci ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Rotolini di piadina con nutella e banana

Rotolini di piadina con nutella e banana, ottimi...

Le numerose varianti dei rotolini di piadina ripieni La nutella è tra gli ingredienti protagonisti di questi rotolini di piadina. E’ una soluzione facile per ottenere un ripieno gustoso e...

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...