bg header

Dolci senza glutine e uova: una raccolta di ricette golose

Dolci senza glutine e uova

I benefici dei dolci senza glutine e uova

I dolci senza glutine e uova sono una gradevole alternativa ai dolci standard. Tuttavia, sono soggetti ad alcuni pregiudizi, come quello secondo cui sarebbero riservati a specifiche categorie di persone, come se fossero un surrogato dei dolci “veri”. Il riferimento è ovviamente ai celiaci e agli allergici alle uova. In realtà, questo tipo di dolci porta benefici trasversali a tutte le categorie, dunque sono perfetti anche per chi non soffre di intolleranze alimentari.

Sono meno calorici. Le uova sono meno caloriche di quanto ci si immagina di solito, ma non possono comunque essere definite dietetiche. Un uovo apporta in media 60 kcal. Da qui scaturisce l’apporto calorico inferiore dei dolci senza uova rispetto ai dolci tradizionali. Non è un caso che questo tipo di dolci siano spesso e volentieri preparati da chi sostiene diete dimagranti.

Sono “potenzialmente” vegani. Ovviamente in questo caso occorre fare un passo in più, ovvero eliminare il latte, o utilizzare una variante vegetale. Ma è innegabile che i dolci senza glutine e uova siano un buon punto di partenza per creare delle prelibatezze al cento per cento vegane.

Sono più inclusivi. Se i dolci senza glutine sono perfetti per i celiaci, i dolci senza glutine e senza uova sono perfetti per i celiaci e per gli allergici alle uova. Dunque, possono essere considerati più inclusivi.

Propongono un sapore diverso. Al netto delle patologie e dei disturbi alimentari, mangiare dolci senza glutine e senza uova significa accedere a sapori diversi, a volte più rustici e più aromatici. Insomma, questo tipo di ricette permettono di sperimentare ed esplorare, proponendo qualcosa di diverso in cucina.

Gli ingredienti alternativi al glutine e alle uova nelle ricette dolci

La preparazione dei dolci senza glutine e uova non può prescindere da un ragionamento sugli ingredienti, e in particolare su quelli preposti a sostituire le farine tradizionali e le uova. A tal proposito ecco un’esaustiva panoramica, con le dosi consigliate e gli effetti sul risultato finale.

Farine senza glutine. Rappresentano la prima scelta per preparare un buon dolce senza glutine (e senza uova). Le soluzioni sono numerose in quanto sono tanti gli alimenti gluten-free, e in certi casi non cerealicoli, da cui si può ricavare una farina. Le più diffuse sono la farina di mais, di riso, di grano saraceno, di mandorle e di castagne.

Cacao. In alcuni dolci, specie in quelli di carattere sperimentale, il cacao può dare vita a impasti abbastanza stabili che reggono il confronto con quelli tradizionali.

Fecola di patate. Questo formidabile ingrediente fa le veci sia del glutine che delle uova. Il suo pregio principale è l’assenza di sapore, che ne determina una spiccata versatilità. In media per sostituire un uovo sono necessari due cucchiaini di fecola.

Amido di mais. La funzione è identica a quella della fecola di patate. Anche le dosi consigliate sono le medesime (ovvero due cucchiaini). Ad ogni modo si caratterizza per un sapore leggermente più accentuato, benché abbastanza neutro.

Yogurt. Questo ingrediente sostituisce in maniera efficace le uova, ma impatta in modo radicale sul sapore, apportando note di latte e leggermente acide. Vi consiglio di utilizzare yogurt bianchi senza zucchero, o se possibile lo yogurt greco. Per sostituire un uovo è sufficiente mezzo vasetto di yogurt.

Latte. Il latte si comporta esattamente come lo yogurt, ma è un po’ meno efficace vista la sua natura liquida. Per sostituire un uovo sono necessari 50 ml. di latte, corrispondenti a due dita circa.

Frutta pastosa. Alcuni frutti contengono amidi e fibre, che possono fornire quel surplus di consistenza che viene a mancare quando si eliminano le uova. Un esempio è dato dalla banana. In questo caso è sufficiente metà banana per sopperire alla mancanza di un uovo.

Come adattare le ricette tradizionali?

Il vero obiettivo dei celiaci e degli allergici alimentari è di poter gustare le ricette tradizionali, preparando dei dolci senza glutine e uova. In questa prospettiva è necessario attuare alcune sostituzioni. Può apparire difficile, ma alcuni accorgimenti aiutano ad ottenere risultati soddisfacenti senza allontanarsi troppo dalla tradizione.

Fare attenzione alle proporzioni tra gli ingredienti. Sostituire le uova e le farine con glutine con ingredienti alternativi può portare a dei dolci poco bilanciati. Proprio per questo occorre ragionare per bene sulle proporzioni tra gli ingredienti. Un’idea è quella seguire le indicazioni che ho riportato nel paragrafo precedente.

Valutare l’aggiunta di ingredienti a supporto. Ciò riguarda soprattutto la sostituzione delle farine con varianti senza glutine, che possono avere una resa minore in termini di consistenza. Proprio per questo vi è la necessità, specie se l’impasto è lievitato, di aggiungere ingredienti a supporto come addensanti, leganti o anche solo degli amidi.

Scegliere dei prodotti sostitutivi poco caratterizzati. L’idea di base è rispettare la tradizione, ossia replicare quanto più possibile i sapori delle ricette standard. Da qui vi è la necessità di scegliere degli ingredienti poco caratterizzati sul piano organolettico. In questa prospettiva è bene optare per gli amidi piuttosto che per il latte o per lo yogurt. Stesso discorso per la frutta pastosa, che è mediamente molto saporita.

cookies spezaiati amaranto e nocciole

Ricette senza glutine e uova: dai biscotti alle torte

Qui di seguito presento alcune delle ricette che mi hanno colpito di più. Trovate torte senza glutine e senza uova, biscotti e molto altro ancora. Ho trattato queste ricette qui sul sito, riportando procedure e curiosità, dunque vi consiglio di seguire i relativi link.

Biscotti con fiocchi d’avena senza glutine. Sono dei biscotti semplici che regalano molte soddisfazioni. Sono realizzati con fiocchi di avena, farina di mandorle e cacao amaro. Si caratterizzano per uno straordinario apporto di fibre. Sono perfetti sia a colazione che a merenda, in quanto sono ottimi per da inzuppare.

Cookies speziati di amaranto e nocciole. Sono biscottini da merenda molto gustosi, che si basano sulla farina di mandorle e su alcune spezie, come i semi di amaranto e la cannella. Sono croccanti e facili da inzuppare.

Muffin ai mirtilli senza glutine e uova. Una versione dei muffin che vi stupirà per la sua dolcezza. Come sostituto delle farine tradizionali entra in gioco la farina di riso. Le uova, invece, vengono sostituite dalla polpa di banana. Infine, come guarnizione troviamo dei gustosi mirtilli.

Pancake di patate dolci senza uova. E’ un dolce senza glutine e senza uova, ma anche senza farina. Quest’ultima è sostituita dai fiocchi di avena e dalle patate dolci. Troviamo anche le mandorle e il latte di cocco, degli ingredienti che rafforzano il carattere dolce e delicato della preparazione.

Mini babà gluten-free. Babà graziosi e gustosi realizzati con farina di riso e svariati alimenti a supporto, come la fecola di patate e lo xantano. La bagna è analcolica ed è composta da succo di arancia, vanillina, zeste, zucchero e acqua.

Torta crudista alle mele. E’ una delle torte senza glutine e senza uova più suggestive, in quanto non richiede cottura. Il merito va all’impiego massiccio della farina di mandorle, che può essere trattata a basse temperature.

Cheesecake gluten-free. Le cheesecake sono naturalmente prive di uova, almeno quelle da “frigorifero”. Dunque ci vuole poco a rendere le cheesecake anche senza glutine, basta utilizzare dei biscotti realizzati con farine gluten-free. A tal proposito vi consiglio i biscotti di grano saraceno, che aggiungono una nota rustica, capace di contrastare la dolcezza acidula della farcia. Questo tipo di biscotti si trova anche in forma “digestive”, quindi risultano abbastanza neutri in quanto a sapore.

Come personalizzare le tue ricette senza glutine e uova

I dolci senza glutine e senza uova sono di per sé innovativi. Alla luce di ciò si prestano a ulteriori sperimentazioni, e quindi a dei tentativi di personalizzazione. In questo caso il consiglio è di lasciar fluire la creatività ma, allo stesso tempo, riflettere sulle combinazioni di ingredienti. Ci vuole veramente poco a preparare dei dolci poco bilanciati, o che stonano al secondo assaggio.

Un altro consiglio è di prendere ispirazioni da basi consolidate, ovvero dalle ricette tradizionali, partendo da qui per le proprie sperimentazioni. D’altronde la pasticceria italiana offre molti spunti, senza parlare di quella francese, che con i dolci ci sa fare.

Consigli di conservazione per i dolci senza glutine e uova

Le modalità di conservazione dei dolci senza glutine e uova non differiscono da quelle dei dolci tradizionali. In questo caso occorre fare una distinzione tra dolci da forno e dolci con farcitura. Per i dolci da forno la conservazione dovrebbe avvenire fuori dal frigorifero a temperatura ambiente, facendo uso della classica campana per dolci o di un contenitore a chiusura ermetica.

Per i dolci con farcitura è bene far riposare il dolce in frigorifero. In questo caso la durata di conservazione si estende a due – tre giorni. Va detto, però, che l’assenza di uova allunga un po’ la “vita” dei dolci, in quanto le uova sono soggette a un deperimento abbastanza rapido. Ciò non vale, ovviamente, se le uova sono sostituite da altri ingredienti a rischio, come il latte e lo yogurt.

In ogni caso il consiglio è di non forzare la mano, consumando i dolci prima possibile. Piuttosto diminuite la quantità e ragionate bene sulle porzioni prima di mettervi all’opera.

FAQ sui dolci senza glutine e uova

Che farina usare per i dolci senza glutine?

Di base quasi tutte le farine senza glutine possono essere utilizzate per preparare i dolci. Tuttavia, vengono usate più spesso le farine che lasciano spazio alle farciture o le valorizzano, come la delicata farina di riso bianco o la dolcissima farina di mandorle.

Cosa mangiare a colazione senza glutine?

Le soluzioni sono numerose, dalle torta ai biscotti ai cornetti. Il segreto sta nello scegliere bene le farine con cui preparare i dolci per la colazione. In questo caso le farine più utilizzate sono quella di riso e di grano saraceno per i biscotti, e la farina di mandorle per gli impasti da torta.

Quanto costa un chilo di torta senza glutine?

Ovviamente dipende dalla pasticceria e dalla complessità della torta. In media le torte senza glutine costano il 20-30% in più rispetto alle torte tradizionali. A conti fatti ce la si può cavare con 25-30 euro al chilo.

Quali sono le farine che contengono meno glutine?

Esistono tante farine con un contenuto di glutine pari a zero. Le più utilizzate sono la farina di riso, di mais, di grano saraceno, di mandorle, di ceci e la farina di castagne.

Quanto glutine può mangiare un celiaco?

Alcuni celiaci possono consumare “un po’ di glutine” senza avere sintomi fastidiosi. Tuttavia, una volta ricevuta la diagnosi di celiachia, è bene astenersi completamente dal consumo di glutine in quanto si andrebbe incontro a un deterioramento dei villi intestinali.

Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

tiramisù classico

La ricetta del tiramisù classico: ingredienti e preparazione

Il tiramisù: una ricetta classica fatta con ingredienti semplici Il tiramisù è uno dei dolci italiani più amati e conosciuti nel mondo, un capolavoro di semplicità e gusto che combina la...

la cucina nordicac

La cucina dei paesi nordici: ingredienti e piatti...

I principi generali della cucina dei paesi nordici Oggi vi porto alla scoperta della cucina dei paesi nordici, una cucina particolare che si differenzia molto da quella mediterranea per i principi...

Ricette famose dei film

Ricette famose dei film: un viaggio tra cinema...

Ricette famose dei film: il cinema come fonte di ispirazione culinaria Oggi vi accompagno in un viaggio particolare, che tocca due luoghi dell’anima, due ambiti che da sempre muovono passioni e...

logo_print