bg header
logo_print

Porcini trifolati, tutta la bontà in gustoso contorno

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

porcini trifolati
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 15 min
cottura
Cottura: 20 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
3.7/5 (3 Recensioni)

Porcini trifolati, tutta la bontà in gustoso contorno

I porcini trifolati piacciono a tutti, a prescindere dall’età. Scelti per arrivare nei nostri piatti e ogni volta vengono preparati con amore e con passione. Questi speciali organismi vegetali hanno un sapore unico e ogni boccone di questa pietanza ci regala una gran soddisfazione e tantissimi effetti positivi per la nostra salute. Li troviamo nei boschi e nei prati, anche in quelli che sono stati distrutti da un incendio!
Sembra che la storia dei primi funghi risalga all’antica Grecia e che, durante gli anni, gli scienziati siano arrivati anche a supporre che facessero parte del regno animale. Ad oggi, possiamo dire che vengono utilizzati nella medicina orientale per curare il cancro! Ma andiamo a scoprire quali sono le altre peculiarità di questo ottimo piatto. I porcini trifolati sono un contorno che può ben accompagnare molti secondi piatti sia di carne che di pescec.

Ricetta porcini trifolati

Preparazione porcini trifolati

La prima e fondamentale operazione è la pulizia dei porcini. Questo passaggio richiede pazienza ma è cruciale per garantire un risultato eccellente. Rimuovete con cura il terriccio e altre impurità dalla superficie dei funghi. Potete raschiarli delicatamente con un coltellino o strofinarli con un panno umido. Se avete porcini piccoli, lasciateli interi; se sono più grandi, tagliateli a cubetti o fettine. Ricordate che i funghi porcini non dovrebbero mai essere lavati, ma puliti con attenzione per preservarne il sapore autentico.

In una padella ampia, scaldate 2-3 cucchiai di olio extravergine di oliva. Aggiungete lo spicchio d’aglio precedentemente schiacciato. Lasciate soffriggere brevemente fino a quando l’aglio rilascia il suo profumo.

Adesso, aggiungete i porcini nella padella con l’aglio soffritto. Lasciateli rosolare per alcuni minuti, mescolando delicatamente.

Una volta che i porcini iniziano a dorarsi, aggiungete le foglie di alloro. Questo contribuirà a infondere un aroma sottile ma caratteristico ai funghi.

Continuando la cottura, sfumate i porcini con mezzo bicchiere di vino bianco. Questo passaggio aggiungerà profondità di sapore al piatto.

Aggiungete un pizzico di sale per regolare il sapore. Ricordate che i funghi assorbono il sale gradualmente, quindi iniziate con una quantità moderata e assaggiate per regolarla secondo le vostre preferenze.

Continuate a cuocere i porcini per alcuni minuti, fino a quando sono morbidi e hanno assorbito i sapori dell’aglio, del vino e delle foglie di alloro. Lasciate evaporare l’acqua di vegetazione rilasciata dai funghi.

Una volta che i porcini sono pronti, potete servirli caldi come contorno o come accompagnamento per piatti principali a base di carne o pesce. Rimuovete le foglie di alloro prima di servire.

Ecco fatto! Ora potete godere della squisita bontà dei porcini trifolati. Questo piatto, semplice nella sua preparazione, è una vera celebrazione dei sapori dell’autunno e una prelibatezza per il palato. Buon appetito!

Ingredienti porcini trifolati

  • 800 g di porcini
  • 1 spicchio di aglio
  • 3 foglie di alloro
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale

I porcini trifolati sono una delizia culinaria che conquista il palato di giovani e anziani, trasmettendo un’inconfondibile sensazione di amore e passione in ogni boccone. Questi funghi, straordinari organismi vegetali, sono un’autentica prelibatezza culinaria che offre una saporita esperienza e numerosi benefici per la salute.

I porcini crescono in luoghi pittoreschi, dai boschi ai prati, e persino nelle aree colpite dagli incendi. La storia di questi deliziosi funghi affonda le radici nell’antica Grecia, e nel corso degli anni, gli scienziati hanno persino ipotizzato che potrebbero avere un collegamento con il regno animale. Oggi, sono noti anche per il loro potenziale utilizzo nella medicina orientale per trattare alcune condizioni, inclusi alcuni tipi di cancro.

I porcini trifolati sono una scelta versatile e deliziosa che può accompagnare una vasta gamma di piatti principali, sia a base di carne che di pesce. La loro consistenza carnosa e il sapore robusto li rendono perfetti per arricchire il palato in vari modi. Ecco alcune delle caratteristiche più affascinanti di questo piatto:

  • Un gusto unico: I porcini hanno un sapore distintivo che li rende veramente speciali. La loro carne offre un equilibrio unico di terroso, leggermente nocciolato e leggermente fruttato, rendendoli una delizia per il palato.
  • Molti benefici per la Ssalute: Oltre al loro sapore straordinario, i porcini trifolati portano con sé una serie di benefici per la salute. Sono ricchi di fibre, vitamine e minerali essenziali, inclusi il potassio e il selenio. Questi nutrienti contribuiscono a sostenere la salute del cuore, migliorare la digestione e rafforzare il sistema immunitario.
  • Sono un accompagnamento perfetto: La versatilità dei porcini li rende un contorno ideale per una vasta gamma di piatti principali. Sia che tu stia preparando una succulenta bistecca o un delicato filetto di pesce, i porcini trifolati aggiungeranno un tocco di eleganza e sapore alla tua tavola.
  • Tradizione e innovazione: I porcini trifolati incarnano una perfetta fusione di tradizione e innovazione culinaria. Mentre sono radicati nella cultura gastronomica italiana, sono anche una scelta di tendenza nelle cucine gourmet di tutto il mondo.

I porcini trifolati sono una vera e propria gioia per i sensi e una fonte di nutrimento. La loro storia ricca di fascino, il sapore inconfondibile e i benefici per la salute li rendono un piatto straordinario da condividere con famiglia e amici. Quindi, la prossima volta che ti trovi in una cucina o in un ristorante, considera l’idea di deliziarti con questi deliziosi funghi trifolati. Sarà un’esperienza culinaria che non dimenticherai facilmente.

Un contorno e un toccasana

I funghi porcini sono ricchi di acqua (88%-92%) e presentano anche minime quantità di grassi, carboidrati e proteine. Offrono però degli elevati livelli di minerali, soprattutto di potassio, selenio e fosforo, e un buon apporto di vitamine B1, B2, B3 e B5.

Grazie alla loro composizione, i porcini trifolati vantano di proprietà antibatteriche, antiossidanti, antitumorali, antivirali e si presentano come degli antibiotici naturali capaci di rafforzare il sistema immunitario e di contrastare le infiammazioni. Il consumo di questi organismi vegetali comporta anche un abbassamento dei livelli di colesterolo e un miglioramento dell’anemia.

Riguardo a questo alimento, è utile sapere che i porcini  sono a basso apporto calorico e pertanto si rivelano ottimi anche per coloro che desiderano perdere peso e/o mantenere sotto controllo la linea. Inoltre, le sostanze nutritive in essi contenute fanno molto bene alla struttura ossea e alla pressione sanguigna, e possono migliorare le funzioni cognitive.

Infine, è utile sapere che i funghi contengono buone quantità di insulina naturale. Oltre a quest’ultima, contengono anche alcuni enzimi che si occupano di supportare l’organismo durante il processo di scomposizione degli zuccheri e dell’amido contenuti nel cibo, aiutando così a prevenire o a tenere sotto controllo il diabete.

porcini trifolati

In cucina con i porcini trifolati

Come avrete capito, i funghi sono un vero toccasana per la salute e un fantastico regalo al nostro palato. Ma che possiamo dire di quelli trifolati? Ovviamente, la prima cosa da sapere è che si tratta di un contorno vegetale, semplice e saporito allo stesso tempo. I funghi vengono cotti e saltati in padella insieme ad ingredienti dal sapore deciso, come aglio e prezzemolo, componendo così un contrasto e un’unione di gusti davvero unici.

Insomma, i funghi trifolati sono speciali e possono valorizzare la pasta, le insalate, i piatti di carne, le torte salate e la pizza, presentandosi come un contorno versatile, delizioso e capace di donare un valore aggiunto ad ogni piatto.

Ricette con porcini ne abbiamo? Certo che si!

3.7/5 (3 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata di pane zichi

Insalata di pane zichi, una tipica ricetta sarda...

Cosa sapere sullo zichi Il protagonista di questa insalata è ovviamente il pane zichi, anche noto come “su zichi” (dove per “su” si intende l’articolo “il/lo”). Lo zichi è un...

Carciofi alla giudia

Carciofi alla giudia, un piatto della tradizione romana

Origini e curiosità dei carciofi alla giudia I carciofi alla giudia sono uno dei piatti più famosi e prelibati della cucina romana. La loro origine risale al XVI secolo, quando la comunità...

Insalata di quinoa natalizia

Insalata di quinoa natalizia, un’idea esotica per il...

Melograno e quinoa, un abbinamento che non ti aspetti Lo avrete già capito, i protagonisti di questa ricetta sono il melograno e la quinoa. Due ingredienti che raramente si trovano insieme, eppure...