bg header
logo_print

Roast beef al sale e recuperiamo la tolleranza

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Roast beef al sale
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 10 min
cottura
Cottura: 45 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
4.9/5 (12 Recensioni)

Oggi prepariamo insieme il roast beef

Prima prepariamo il roast beef e poi scegliamo come servirlo. Un’idea potrebbero essere gli involtini di roast beef con verdure come antipasto. Ah, gli antipasti! Cucinarli bene non è affatto facile!  Di cosa si tratta? Una scelta che può fare la differenza per chi vuole iniziare al meglio una cena, venendo anche incontro alle esigenze degli intolleranti e dei celiaci.

Ovviamente prepararlo, come vedrete, è molto semplice, ma vi assicuro che il risultato finale è decisamente speciale!

Quando si cucina il roast beef capita spesso di incontrare dubbi sulla tipologia di carne migliore da scegliere. Inizio a ricordare che l’opzioni più tradizionale, ossia quella che richiama il roast beef all’inglese, è la lombata.

Per un taglio sufficientemente magro è consigliabile orientarsi sulle parti dalla sesta costola in poi. Per quanto riguarda invece il roas tbeef all’italiana, specifico che, quando si sceglie di prepararlo a casa, i tagli di carne più utilizzati sono la noce, lo scamone e la fesa.

Si tratta di porzioni di coscia esattamente come lo è la lombata, ma di alternative decisamente più magre, quindi congeniali in caso di esigenze legate a una dieta ipocalorica. Ah, per un roast beef perfetto il consiglio che devo dare assolutamente è quello di chiedere al macellaio di fiducia della carne con l’osso.

Questi involtini di roast beef con verdure tra gli ingredienti hanno anche i semi di sesamo. Quali sono i benefici più importanti legati alla loro assunzione? Comincio con il ricordare l’elevata quantità di calcio, che consente di parlare di un vantaggio per la crescita ossea.

Ricetta Roast beef al sale

Preparazione Roast beef al sale

Per preparare il roast beef al sale versate un chilo di sale sul fondo di una casseruola piuttosto alta e stretta e appoggiatevi il pezzo di carne e riempite con il rimanente sale lo spazio tutt’attorno e la parte alta, formando così un rivestimento completo.

Mettete la casseruola scoperta in forno caldo (210 “C) e calcolate 45 minuti di cottura circa. Togliete la casseruola dal forno, capovolgetela sul tagliere per sformare il blocco che si sarà formato e spaccate la crosta di sale.

Togliete la carne, affettatela e servitela su un piatto di portata guarnita con verdure cotte o crude a piacere. Potete completare il piatto con dell’insalatina e scaglie di grana oppure preparate gli involtini di roast beef alle verdure

Preparazione involtini di roast beef alle verdure.  Mondate e tagliate a listarelle le zucchine e le carote, distribuite sulle fettine sottili di roast beef, aggiungete un filo di olio,  sale e pepe, avvolgete le verdure con il roast beef e cospargete con qualche semi di sesamo.

Date un giro di olio e servite su dei piatti da portata adagiandoli su un letto di insalatina fresca.

Ingredienti roast beef

  • 1 kg di contro filetto di manzo o in alternativa lombata
  • 2 kg e 1/2 di sale grosso

involtini roast beef con verdure

  • 8 fette di roast beef,
  • 2 zucchine,
  • 2 carote,
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo,
  • 3 cucchiai di olio extravergina di oliva,
  • un pizzico di sale e pepe

Roast beef al sale e la dieta per il recupero della tolleranza inizia il suo percorso. Eh si, nei giorni scorsi sono andata dalla  nutrizionista Jessica Barbieri che mi ha finalmente preparato una dieta fatta ad hoc per tutte le mie intolleranze.

Non solo mi ha fa cambiare le mie abitudini giornaliere ma mi si è aperto un mondo e ve ne faro’ partecipi.

Uno dei segreti per vivere in salute è quello di non eccedere con il proprio peso corporeo. E il segreto, l’unico segreto, per non ingrassare ed eventualmente per dimagrire, è quello di seguire un’alimentazione corretta e bilanciata.

Quando si ricorre ad una dieta dimagrante l’obiettivo è solo uno, per il paziente: quello di perdere i chili di troppo e tornare al peso forma. Quello del dietista, invece, è anche un altro. Aiutare il paziente a riformulare il suo rapporto con il cibo, a imparare a nutrirsi correttamente, a riscoprire il piacere del cibo, soprattutto nella qualità e non solo nella quantità.

Per far ciò, c’è bisogno di un cammino lungo, che specialista e paziente però intraprendono insieme.

Un piatto squisito

Il dietista insomma, non rappresenta più solamente colui che “fa le diete“, dà disposizioni e regole da seguire, ma una persona che affianca il paziente aiutandolo ad apprendere nuovi comportamenti alimentari, che una volta fatti propri, gli apparteranno per tutta la vita.

In questo modo non avrà più bisogno di ricorrere a diete drastiche, perché riuscirà più facilmente a mantenere costante il proprio peso.

involtini di roastbeef con verdure

Il dietista, quindi, nel formulare delle diete (sia per patologie specifiche come il diabete o il colesterolo alto sia per dimagramento) tiene conto delle esigenze e dei gusti del paziente, del suo stile di vita, del suo rapporto con il cibo anche dal punto di vista psicologico, procedendo con piccoli e graduali cambiamenti che hanno come obiettivo finale soprattutto quello di insegnare a mangiare in modo sano.

Questo è uno dei secondi piatti che posso mangiare in completa serenità per la mia salute. Non è difficile e con un po’ di insalatina e delle scaglie di grana è perfetto!!!!!!!!!

Un piatto sano e leggero

Da non trascurare è anche la presenza di numerose sostanze antiossidante – l’olio di semi di sesamo è considerato molto simile al pesce per quanto riguarda l’efficacia al proposito – che contribuiscono alla bellezza della pelle grazie al contrasto dei radicali liberi.

L’assunzione di semi di sesamo è utile in tantissime situazioni. Viene spesso consigliata in menopausa perché aiuta a prevenire l’osteoporosi, ma anche durante l’allattamento, un periodo della vita biologica della donna durante il quale si riscontra un’importante carenza di calcio.

Capita anche che la loro assunzione venga raccomandata in caso di intolleranza al lattosio, proprio perché, a causa dell’importante contenuto di calcio, possono essere considerati come una valida alternativa sostitutiva dei prodotti caseari a base di latte non delattosato.

Ottimi per ottimizzare il sistema immunitario e per combattere la stitichezza, i semi di sesamo sono anche una valida alternativa preventiva contro forme di cancro, a carico del seno e della prostata in particolare. Adesso non resta che mettersi all’opera per preparare questi fantastici involtini, non trovate?

Ricette con controfiletto ne abbiamo? Certo che si!

4.9/5 (12 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Brandade de Morue à la Nimoise

Brandade de Morue à la Nimoise: lo snack...

Tutto il sapore del baccalà Il protagonista di questa ricetta è il baccalà, che qui viene sottoposto a un trattamento particolare. Tanto per cominciare viene dissalato, ossia viene lasciato in...

Insalata con arrosto di alce

Insalata con arrosto di alce, un secondo intenso...

Cosa sapere sulla carne di alce La ricetta dell'insalata con arrosto di alce ci permette di spendere qualche parola sulla carne di alce, così poco diffusa dalle nostre parti eppure così buona. Il...

Hamburger di verdure grigliate

Hamburger di verdure grigliate, un’alternativa vegetariana

Quali verdure usare per questo tipo di hamburger? L’hamburger di verdure grigliate si basa proprio su questi ultimi ingredienti per dare vita ad un secondo piatto davvero gustoso. Quali verdure è...