bg header
logo_print

Bocconcini di caprino e fiori eduli, un antipasto profumato

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Bocconcini di caprino e fiori eduli
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (3 Recensioni)

Bocconcini di caprino e fiori eduli, un’idea per stupire

I bocconcini di caprino e fiori eduli sono un’idea creativa per stupire i propri commensali. In primis perché assomigliano a delle polpettine ma, rispetto a queste ultime, non richiedono cottura. In secondo luogo perché sono realizzati con ingredienti fuori dall’ordinario. Al posto del pangrattato troviamo i grissini, che garantiscono una panatura croccante. Invece, al posto del classico impasto con le uova, troviamo dei formaggi. Infine, la copertura è data anche da fiori misti. I petali di alcuni fiori sono eduli, infatti, possono regalare qualche soddisfazione in cucina in termini di sapore, ma anche sul piano estetico.

La ricetta è molto semplice in quanto, come ho anticipato, non richiede alcuna cottura. I bocconcini sono pronti in pochi minuti, il tempo di assemblare il composto e preparare una croccante panatura a base di grissini e fiori. L’unico elemento di difficoltà riguarda le dosi, che vi invito a rispettare fedelmente. L’impasto si regge su un delicato equilibrio, in quanto comprende formaggi di consistenza diversa. Abbiamo il Parmigiano grattugiato, che è granuloso, poi abbiamo la ricotta, che è morbida e infine uno spalmabile, che ha una texture cremosa ed omogenea.

Ricetta bocconcini di caprino

Preparazione bocconcini di caprino

Per preparare i bocconcini di caprino e fiori eduli iniziate proprio dai formaggi. In una ciotola versate lo spalmabile, la ricotta e il Parmigiano grattugiato. Versate anche un filo di olio, un po’ di pepe, un po’ di sale e poche foglie di melissa. Ora mescolate e amalgamate per bene il tutto.

A parte, sbriciolate con le mani i grissini e mescolateli con i petali di fiori eduli. Con l’impasto preparato precedentemente formate delle polpettine tonde, poi rotolatele nella “panatura” di grissini e petali. Non c’è bisogno di cottura, potete servirli immediatamente così come sono.

Ingredienti bocconcini di caprino

  • 150 gr. di formaggio Exquisa Fresco Cremoso alla Capra
  • 100 gr. di ricotta vaccina
  • 30 gr. di grissini consentiti
  • q. b. di sale e di pepe
  • q. b. di melissa
  • 30 gr. di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • q. b. di petali di fiori misti
  • q. b. di olio extravergine di oliva.

Un formaggio davvero speciale

In un certo senso è proprio lo spalmabile a valorizzare questi bocconcini di caprino e fiori eduli, forse più dei fiori eduli. Infatti, la lista degli ingredienti prevede uno spalmabile realizzato con latte caprino. Quest’ultimo propone un sapore più complesso rispetto al latte vaccino, infatti è un po’ più pungente e allo stesso tempo più aromatico. Le proprietà nutrizionali cambiano, o per meglio dire risultano per certi versi più abbondanti. Anche nel formaggio spalmabile caprino, infatti, troviamo proteine, vitamina D, calcio e ferro. Tuttavia, sono presenti in quantità leggermente maggiori. Per inciso, la vitamina D è una sostanza fondamentale per l’organismo in generale e per il sistema immunitario. Anche il calcio gioca un ruolo fondamentale, soprattutto nella difesa dalle patologie dell’apparato scheletrico.

Per questa ricetta vi consiglio di utilizzare il Fresco Cremoso alla capra di Exquisa. Questo brand è tra i pochi a valorizzare tipologie di latte differenti, proponendo prodotti di estrema qualità e molto versatili. La materia prima è eccellente e i processi di produzione sono molto vicini alla tradizione. Ovviamente, sono del tutto assenti conservanti, coloranti e altre sostanze chimiche potenzialmente sgradevoli. Il latticino di capra, compreso quello Exquisa, contiene il lattosio. Tuttavia, la stessa Exquisa propone alternative senza lattosio, che risultano adatte a chi soffre di intolleranze alimentari e gradevoli a tutti gli altri.

Bocconcini di caprino e fiori eduli

Quali fiori usare per questi bocconcini?

I fiori eduli valorizzano questi bocconcini di caprino sotto molti punti di vista. Sotto il profilo estetico grazie ai loro colori sgargianti, che trasformano il momento dell’antipasto in un’esperienza  davvero unica. Ovviamente incidono anche sul gusto, in quanto molti fiori eccellono in tal senso, e propongono sentori delicati e interessanti. Infine, si apprezza un impatto anche lato texture: i petali sono di norma lisci, e quindi creano un raffinato contrasto con la croccantezza della panatura.

Ma quali fiori utilizzare? Avete solo l’imbarazzo della scelta. Il consiglio è di farvi guidare dal colore, più che dal sapore. Se volete optare per il bianco, puntate alla camomilla, che offre petali molto sottili, che si amalgamano bene con la panatura. In alternativa, se desiderate dei colori sgargianti, puntate alle violette o alla lavanda, che offrono svariate tonalità del blu, del viola e dell’indaco. Infine, se desiderate un bel rosso vivo o un arancione vivace, magari per creare un forte contrasto con l’impasto, potreste optare per il nasturzio o per l’ibisco. Per quanto concerne il sapore, i petali più “forti” e quasi speziati sono quelli del gelsomino, del crisantemo, della verbena (che sanno di limone) e della salvia. Esatto, anche la salvia offre dei petali incantevoli, il cui sapore ricorda ovviamente quello della spezia.

La melissa, un ottimo valore aggiunto

Un altro ingrediente fondamentale per la ricetta di bocconcini di caprino e fiori eduli è la melissa. In questo caso si utilizzano esclusivamente le foglie. Il loro sapore è molto spiccato e ricorda quello del limone e del timo, pur non essendo privo di note gradevolmente pungenti. Tra l’altro, la texture è morbida e rende le foglie adatte ad essere integrate nell’impasto. Donano in ogni caso una tonalità un po’ verdognola, che rende ancora più interessante l’impatto estetico dei bocconcini.

La melissa non è solo utile in cucina, ma fa anche bene. E’ infatti una pianta officinale che apporta molte vitamine e sali minerali, come qualsiasi pianta aromatica. Inoltre, esercita proprietà che sfociano in ambito curativo. E’ utile a calmare i dolori, accelera la guarigione dalle infiammazioni e aiuta a prevenire il cancro. Il merito di ciò risiede in alcune sostanze specifiche, chiamate flavonoidi. Infine, l’apporto calorico è davvero trascurabile in rapporto alle dosi che vanno utilizzate in questa ricetta.

Ricette con formaggio cremoso ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (3 Recensioni)
Riproduzione riservata
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Quiche con ortiche

Quiche con ortiche, una torta salata dal sapore...

Un approfondimento sulla pasta brisée La base di questa quiche con ortiche è rappresentata dalla pasta brisée. E’ bene prepararla in casa o acquistarla al supermercato in forma già pronta?...

Pizza con agretti e salsiccia

Pizza con agretti e salsiccia: un mix insolito...

Gli agretti, delle verdure aromatiche da non sottovalutare Vale la pena spendere qualche parola sugli agretti, che sono i veri protagonisti di questa pizza alla salsiccia. Si presentano con dei...