Frittata con peperoni e carote, un contorno gustoso

Frittata con peperoni e carote
Stampa

Frittata con peperoni e carote, una scelta azzeccata di ingredienti

La frittata con peperoni e carote è solo all’apparenza una frittata come le altre. Certo, potrebbe darvi l’impressione di una normalissima frittata alle verdure, ma in realtà presenta due elementi di differenziazione rispetto alle preparazioni classiche. In primis è cotta al forno, che è già un dettaglio rilevante se si considera che, di norma viene fritta. Il metodo della cottura al forno garantisce una spiccata salubrità alla pietanza, nonché una leggerezza spiccata. Ovviamente c’è il rischio che risulti troppa asciutta, disidratata, ma a scongiurare questo rischio c’è un ingrediente particolare, che approfondirò nel prossimo paragrafo: il formaggio cremoso.

Il secondo elemento di differenziazione è il modo con cui questa frittata con peperoni e carote viene composta. Mentre le normali frittate prevedono una completa amalgama tra uova sbattute e ingredienti, in questo caso vanno formati degli strati di verdure e di uova, i quali devono essere alternati. Un approccio che valorizza tutti gli ingredienti e che può essere reso possibile solo dalla cottura al forno (in padella infatti si smonterebbe facilmente).

Ad ogni modo, l’ingrediente principale della frittata con peperoni e carote è rappresentato proprio dai peperoni. Per questa ricetta consiglio 1 peperone giallo e 1 peperone rosso, in modo da conferire maggior colore alla pietanza. A prescindere dal colore, i peperoni sono alimenti preziosi. Inoltre, a differenza di quanto suggerisce il senso comunque, se cotti senza grassi aggiunti, sono molto leggeri: 100 grammi di prodotto, infatti, contengono solo 22 kcal. Sono abbondanti di vitamina C, che fa bene al sistema immunitario, più di quanto ne sia contenuta negli agrumi. Contengono, inoltre, tanta vitamina E, J, K e sali minerali in abbondanza, soprattutto fosforo, magnesio e potassio.

Il segreto di questa frittata con peperoni e carote

Il vero punto di forza della frittata con peperoni e carote, però, non è il metodo di cottura o la composizione a strati, bensì è un ingrediente specifico: il formaggio fresco cremoso senza lattosio di Exquisa. Si tratta di un prodotto di assoluta qualità, dal gusto eccezionale e dalla texture vellutata. E’ realizzato con la migliore materia prima e con un approccio che rispetta ingredienti e tradizione.

Frittata con peperoni e carote

Uno dei tanti pregi di questo formaggio Exquisa è, appunto, la totale assenza del lattosio. Ciò consente il consumo anche agli intolleranti a questa sostanza che, almeno in Italia, rappresentano una quota importante della popolazione. La rimozione del lattosio avviene in modo naturale, semplicemente applicando l’enzima lattasi al latte, affinché si inneschi un processo che avviene di norma nell’intestino: la scomposizione del lattosio in glucosio e galattosio. Tale reazione non genera conseguenze dal punto di vista del gusto, infatti il formaggio cremoso senza lattosio Exquisa è persino più buono dei suoi analoghi con lattosio.

I tanti pregi nutrizionali delle carote

A fornire il giusto condimento a questa frittata, oltre ai peperoni spiccano anche le carote. Sono degli ortaggi ampiamente consumati in Italia, protagonisti di molte ricette, e forse per questo dati un po’ per scontati. Il risultato è che molti ignorano i pregi delle carote, che hanno un valore nutrizionale elevato. Le carote sono ricche di betacarotene, precursore della vitamine A, una sostanza che fa alla vista e che impatta sull’organismo anche ad altri livelli. Per esempio, funge da antiossidante e da antitumorale.

Le carote, poi, sono ricche di fibre, e dunque agevolano il processo digestivo risolvendo gli episodi di stipsi. L’ortaggio contiene anche i carotenoidi, che aiutano a mantenere bassi i livelli di colesterolo cattivo nel sangue. Le carote, poi, sono famose per le loro proprietà depurative e disintossicanti. In questa ricetta vengono semplicemente cotte al vapore per pochi minuti, prima di essere impiegate per comporre la frittata.

Ecco la ricetta della frittata con peperoni e carote:

Ingredienti per 4 persone:

Preparazione:

Per la preparazione della frittata con peperoni e carote iniziate sbucciando e lavando per bene le carote, poi tagliatele a rondelle molto sottili. A questo punto, fatele cuocere a vapore per appena 5 minuti. Ora lavate i peperoni, asciugateli, poi tagliateli a fette piccole. Infine, passateli in una padella antiaderente molto calda e priva di olio per circa 8 minuti, ma ricordatevi di girarli a metà cottura. In una ciotola versate le uova intere, sbattetele per bene ed amalgamatele con il formaggio, poi aggiungete l’erba cipollina di cui avrete precedentemente realizzato un trito, un po’ di sale e un po’ di pepe.

Stendete della carta forno in una pirofila, e cominciate a comporre la frittata. Semplicemente alternate uno strato di verdure e poi uno strato di uova sbattute, procedete così fino alla fine degli ingredienti. E’ bene che l’ultimo strato sia composto dalle uova sbattute. A questo punto infornate a 175 gradi (forno preriscaldato) per circa 25 minuti. Una volta pronta, tagliate la frittata a cubetti e servite. Buon appetito!

5/5 (459 Recensioni)
CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


17-06-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Frittata di cicoria selvatica

Frittata di cicoria selvatica, una piatto semplice

Frittata di cicoria selvatica, una variante fuori dal comune La frittata di cicoria selvatica è una frittata diversa dalle altre e di facile preparazione. E’ semplice perché il procedimento è...

Omelette con borragine

Omelette con borragine, una piacevole alternativa

Le peculiarità delle omelette con borragine Le omelette con borragine rappresentano una gradevole alternativa alle classiche frittate. Allo stesso tempo si differenziano da queste ultime per la...

Frittata di bruscandoli

Frittata di bruscandoli, un piatto davvero speciale

Le peculiarità della frittata di bruscandoli Oggi vi presento una ricetta molto particolare: la frittata di bruscandoli. Molti di voi non conoscono i bruscandoli, d’altronde non sono ingredienti...

Frittata di Trahanas

Frittata di Trahanas, una frittata alternativa

L’ingrediente particolare della frittata di Trahanas Lo potete intuire dal nome, quella di Trahanas non è una frittata come le altre. Non tanto per il procedimento, che è praticamente identico a...

Rotolo di frittata verde

Rotolo di frittata verde, una ricetta diversa dal...

Rotolo di frittata verde, un perfetto mix di colori e valori nutrizionali Il rotolo di frittata verde, potete accorgervene voi stessi guardando la foto, non è una frittata normale. Si caratterizza,...

Omelette con formaggio di capra

Omelette con formaggio di capra per sapori decisi

Morbida omelette al formaggio di capra Questa squisita omelette con formaggio di capra, spinaci e nocciole è una composizione che conquista per la morbidezza, la cremosità e il contrasto di vari...

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti