bg header
logo_print

Frittata di patate, semplicità e bontà in un solo piatto

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Frittata di patate
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 20 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (2 Recensioni)

Frittata di patate, un piatto tradizionale ricco di gusto

La frittata di patate è uno di quei piatti così comuni e tradizionali da risultare irrinunciabili. Fa parte di quelle pietanze semplici che spesso vengono ingiustamente sottovalutate. Eppure è nella semplicità che si trovano le cose migliori. Nella vita come in cucina. La frittata di patate è la soluzione ideale per quelle circostanze in cui non avete voglia di “spignattare” e servire un secondo piatto sostanzioso. La frittata di patate è un secondo piatto semplice ma gustoso.

Ma nel contempo scovate in frigo delle uova pronte per essere consumate. E magari rintracciate delle patate in dispensa. Personalmente mi è successa esattamente questa cosa. Ovvero il non voler impiegare troppo tempo nella preparazione del pasto e il fatto di avere a disposizione questi due elementi perfettamente abbinabili.

Ricetta frittata di patate

Preparazione frittata di patate

Come fare una frittata di patate e uova? Preparare la frittata con le patate è davvero molto semplice.

  • Preriscaldate il forno a 210 gradi. Lavate le patate sotto il getto di acqua fredda, pun­zecchiatele e lessatele.
  • Lavate, asciugate e tritate il timo.
  • Trasferitele in una casseruola, copritele con acqua fredda e fatele cuocere per 15 minuti.
  • Sbattete le uova in una terrina.
  • Scolate le patate, pelatele e passatele nello schiacciapa­tate, raccogliendo il ricavato in una terrina, amalgamatevi le uova intere e i tuorli, una cucchiaiata di parmigiano e il timo tritato.
  • Infine, salate e date una macina­ta di pepe.
  • Versate il composto in una teglia antiaderente, livellatelo all’altezza di circa un cm e infornate finchè si sarà formata una crosticina sul fondo. Solitamente bastano 25 minuti di cottura.
  • Una volta pronta sfornate su di un  piatto da portata.

La frittata al forno di patate è un piatto da servire ben caldo.

Ingredienti frittata di patate

  • 600 gr. di patate
  • 2 uova intere + 2 tuorli
  • 50 gr. di Parmigiano Reggiano 48 mesi grattugiato
  • un rametto di timo
  • un pizzico di sale e di pepe
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva.

Frittata con patate: un possibile piatto unico

Chi pensa che questa pietanza non sia altro che un ripiego sbaglia di grosso. La frittata di patate al forno è talmente sostanziosa che può costituire un piatto unico. Garantisce da un lato il giusto apporto nutrizionale, in modo da poter fare a meno di preparare un’altra pietanza Dall’altro la sensazione di pienezza derivante da un gusto intenso e genuino.

Frittata di patate

Insomma siamo di fronte a un grande classico della cucina casalinga italiana tutto da riscoprire. La particolarità di questo piatto è che si trova sulle tavole di tutte le regioni italiane, da Nord a Sud. Magari con piccole variabili sfiziose, ma fondamentalmente identico ad ogni latitudine. Non solo. Esiste anche una famosa versione iberica, ovvero la celeberrima “tortilla di patate”, anch’essa certamente meritevole di attenzione.

Inoltre a differenza di quanto si possa pensare, la frittata di patate è un piatto che non rientra tra le pietanze “pesanti”. Anzi, la caratteristica è quella di risultare leggera per un minore apporto di grassi. Può essere preparata nelle occasioni più disparate, quando come dicevamo non avete molto tempo per stare ai fornelli, oppure quando volete stupire amici e familiari con questa soluzione che in piccole dosi può anche essere utilizzata come aperitivo o antipasto. Un piatto squisito rapido, oltre che notevolmente duttile.

Le frittate sono un’ottima maniera per utilizzare le uova e altri ingredienti che abbiamo in frigo. Possono essere un contorno energetico, un secondo piatto delizioso o un gustoso ripieno per un panino. All’interno di una frittata si possono utilizzare tanti ingredienti, dagli ortaggi ai salumi. Si tratta di un’ottima strategia, inoltre, per introdurre, nell’alimentazione dei più piccoli, alcuni alimenti che non amano particolarmente.

La frittata è un piatto utilizzato in moltissime culture, da quella italiana a quella spagnola, con la famosa tortilla de patatas, a quella francese, con la tradizionale omelette. In qualsiasi modo la prepariate, al forno o in padella, questa pietanza offre la possibilità di utilizzare al massimo la creatività aggiungendo o combinando sempre nuovi ingredienti e spezie.

Un approfondimento sulle uova

Le protagoniste della frittata di patate rimangono le uova. Sono alimenti controversi, almeno secondo l’immaginario collettivo. Fanno bene, ma anche male. Sono adatte a tutte le diete, ma fanno anche ingrassare. Quanto c’è di vero? Tutto e niente. In realtà le uova presentano pregi e difetti, ma i difetti possono essere neutralizzati grazie ad un consumo moderato, che non vada oltre le 7-10 uova a settimana. Il vero pericolo, tuttavia, non giunge dall’apporto calorico, che in realtà viaggia sulle 60 kcal a uovo, bensì dall’apporto di colesterolo. D’altronde alti valori di colesterolo sono correlati all’insorgenza di patologie cardiache acute e spesso fatali.

Per il resto le uova sono nutrienti. Sono ricche di vitamine “rare”, come la vitamina K, che regola il grado di densità del sangue. Contengono anche la vitamina B12, fondamentale per la crescita e per molti processi metabolici. Sono anche ricche di sali minerali e di lecitina, sostanza che – per quanto possa sembrare paradossale – contrasta proprio gli effetti del colesterolo in quanto preserva l’elasticità delle arterie.

Quali sono le migliori patate da frittata?

Si fa presto a dire patate, tuttavia a disposizione vi sono tante varietà, e tutte in grado di differenziarsi per gusto, consistenza e aspetto. La scelta è nella maggior parte dei casi tra le patate bianche farinose e quelle a pasta gialla. Le patate bianche sono morbide, facili alla riduzione in purea e leggermente più dolci. Le patate a pasta gialla sono più consistenti e sode, inoltre propongono un sapore più corposo e intenso. Ebbene, per la frittata di patate sarebbe bene utilizzare solo le patate a pasta gialla.

Il motivo è semplice, le patate a pasta gialla non rischiano di disfarsi durante il processo di cottura, un’eventualità che risulterebbe dannosa per la stabilità della frittata. A prescindere dalle varietà, le patate sono nutrienti. Tutte rappresentano una buona fonte di carboidrati (e quindi di energia), vitamine e sali minerali. Non sono nemmeno così caloriche come si pensa: un etto apporta in media 80-90 kcal.

Il contributo del timo nella frittata di patate

La lista degli ingredienti della frittata di patate comprende anche il timo. Nello specifico il timo va tritato e inserito nella soluzione che darà vita alla frittata. Perché proprio il timo? Semplice, perché è perfetto per le patate. Trasmette note aromatiche molto intense, ma allo stesso tempo richiama agli agrumi (ma non la loro asprezza). Il timo, poi, nel suo piccolo fa anche bene alla salute. Apporta il bagaglio di oligoelementi tipico delle erbe aromatiche, ma contiene anche tanti antiossidanti, sostanze che aiutano a prevenire il cancro, rallentano l’invecchiamento e neutralizzano i radicali liberi.

Si può pensare di arricchire ulteriormente la frittata aggiungendo altre erbe aromatiche. In questo caso dovreste optare per il rosmarino, la salvia e l’origano, che nel complesso aggiungono un tocco amarognolo e aromatico. Ovviamente non esagerate con le dosi, stiamo pur sempre parlando di alimenti con valore di spezia, e quindi capaci di coprire gli altri ingredienti.

Quale parmigiano utilizzare per la frittata di patate

La frittata di patate, come tutte le altre frittate del resto, si avvale del contributo del Parmigiano Reggiano. Il suo scopo è duplice: da un lato insaporisce con le sue note sapide e di latte, dall’altro favorisce una buona amalgama tra gli ingredienti, contribuendo alla stabilità del composto. Verrebbe da chiedersi quale Parmigiano utilizzare, giacché sono a disposizione varie stagionature.

Consiglio una stagionatura abbastanza lunga, ad esempio da 48 mesi, che garantisce al formaggio una certa capacità di amalgama e favorisce il grattugiamento. A prescindere dalla stagionatura, il Parmigiano può essere considerato come uno dei formaggi più nutrienti in assoluto. E’ infatti ricco di proteine, calcio e vitamina D come pochi. Gli unici difetti sono costituiti dall’elevato apporto di sodio e dall’apporto calorico, che quasi sempre supera le 400 kcal per 100 grammi.

FAQ sulla frittata di patate

Quante calorie ha la frittata di patate?

Ovviamente le calorie della frittata di patate dipende dagli ingredienti e dal loro dosaggio. Quella che vi presento oggi è pensata per 2-3 persone e apporta nel complesso circa 900 kcal.

Quante uova servono per fare una frittata per una persona?

In genere sono necessarie due uova a persona, tuttavia nessuno vi vieta di abbondare o di preparare una frittata ancora più leggera. L’importante è dosare bene le uova rispetto agli altri ingredienti, in modo da non compromettere la stabilità.

Come si sbattono le uova per la frittata?

Strano ma vero, ma anche il modo con cui si sbattono le uova incide sul risultato finale. Se gradite una frittata sottile e a tratti croccante, sbattete le uova leggermente, usando la forchetta. Se gradite una frittata alta e morbida, sbattetele con maggiore forza fin quasi a montarle, magari utilizzando una frusta.

Ricette frittate ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Frittatina di ceci con uova di quaglia

Frittatina di ceci con uova di quaglia, una...

Le peculiarità delle uova di quaglia Tra i protagonisti di questa frittatina di ceci spiccano le uova di quaglia. Sono delle uova particolari, che spiccano per l'aspetto leggermente diverso da...

Whitebait omelette

Whitebait omelette, la frittatona della cucina neozelandese

Cosa utilizzare al posto del whitebait Come ho già accennato, con il termine whitebait omelette si intende il novellame di pesce (pesci ancora immaturi e molto piccoli). Nella pratica si dovrebbe...

Tortilla spagnola

Tortilla spagnola, una versione con le cipolle

Quali patate utilizzare nella tortilla spagnola? Le patate sono tra gli ingredienti principali della tortilla spagnola, e in particolare della versione di Jamie Oliver. Da questo punto di vista si...