Pomodori secchi ripieni

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    4 vasi da 250 gr. cad.
  • Tempo Totale
    1 Giorno
pomodori secchi sottolio

La zia Zella aveva insegnato a mia sorella un’altro modo di conservare i pomodori: farli essiccare.

Quest’anno il nostro orto ha prodotto pomodori in quantità industriali. Un po’ li abbiamo usati per fare la salsa per tutto l’inverno, un po’ li abbiamo fatti insalata o ripieni e un po’ li abbiamo conservati in un altro modo come consigliato la  zia Zella  aveva insegnato a mia sorella: farli essiccare.

Abbiamo preso dei pomodori maturi e sani, li abbiamo lavati bene, tagliati per il lungo, cosparsi di sale e disposti sulle griglie dell’essiccatore  Biosec.

Le qualità più adatte sono il datterino, il ciliegino, il piccadilly e il San Marzano, in ogni caso lo spessore del pomodoro tagliato a metà non dovrebbe essere superiore a 1 cm. Giù a Bitonto l’essiccazione dei pomodori la zia la fa sole, ma anche nel forno si ottengono dei buoni risultati.

Quando serve rinvenite i pomodorini secchi immergendoli in una miscela di acqua calda e aceto per circa mezz’ora Solitamente va messa la stessa proporzione di liquidi e di pomodori

Solitamente utilizzo un aceto di riso e questo trucchetto serve a non coprire troppo il sapore delicato del pomodoro. Oltre a conferire dell’aroma ai pomodori, l’aceto è indispensabile per creare un ambiente acido che aiuta a scongiurare da ogni pericolo di eventuale contaminazione.

Sempre la zia Zella ci ha indicato pero’ a conservarne un  po’ ripieni perchè dice che sono ottimi serviti con l’aperitivo, serviti su crostini di pane e decorati a piacere con foglie di basilico.

 

Procedimento

  1. 800 g di pomodori secchi
    8 dl di aceto di vino bianco
    100 g di olive nere snocciolate
    2 cucchiai di capperi sottaceto
    qualche acciuga sott'olio
    1 ciuffo di prezzemolo
    3 dl circa di olio extravergine d'oliva
  2. Preparazione

    Sciacquate i pomodori secchi, poi sbollentateli per 2 minuti nell'aceto, miscelato con 2 dl di acqua e 2 cucchiai di sale. Sgocciolateli e lasciateli asciugare bene su un telo di lino. Tritate le olive, le acciughe,i capperi sgocciolati e al prezzemolo, ben lavato e asciugato. Su metà dei pomodori mettete un poco del composto, poi copriteli con i pomodori rimasti.

    Sistemateli nei barattoli, versate l'olio, agitate leggermente per fare uscire tutte le bolle d'aria, quindi sigillate con il tappo. Sterilizzate facendo bollire per 20 minuti i barattoli, completamente coperti d'acqua. Fate raffreddare, asciugate i barattoli e applicate l'etichetta con la data di preparazione. Lasciate insaporire 4-5 giorni.

    I pomodori secchi si mantengono bene per 2-3 mesi in un luogo fresco, asciutto e buio. Una volta aperti, bisogna tenerli in frigorifero e consumarli entro 7 giorni.

Condividi!

Un commento a “Pomodori secchi ripieni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *