Alla scoperta delle uova di anatra: deliziose!

Tempo di preparazione:

È il momento di provare le uova di anatra! Ecco il perché…

Le uova di anatra hanno un sapore speciale, ma da un punto di vista “estetico” e fisico sono molto simili alle consuete uova di gallina. Infatti, anch’esse hanno un guscio calcareo (il cui colore può cambiare in base alla specie), dentro al quale è presente un tuorlo e un albume. Tuttavia, propongono un apporto calorico più sostanzioso e sono più ricche di grassi.

Con il loro gusto intenso, le uova di anatra si prestano alla preparazione di numerosi piatti, ma per godere al meglio del loro sapore, almeno la prima volta, provatele in camicia oppure alla coque… Poi sbizzarritevi! Ma prima di portarle in tavola, ci sono tante altre cose che dovreste sapere a riguardo: queste uova propongono molto di più di quello che pensiamo!

Altre caratteristiche che non possiamo di certo sottovalutare

Le uova di gallina sono molto proteiche e le proteine che offrono vantano un valore biologico molto più alto rispetto a quelle della carne. Da questo punto di vista, anche le uova di anatra non scherzano! Infatti, non sono solo più caloriche e più cariche di grassi, ma sono anche più ricche di proteine rispetto a quelle di gallina. A livello nutrizionale sono perciò ancor più valide, ma questo è dovuto anche alla loro grandezza e al peso.

Infatti, le uova di anatra sono più grandi e pesano 60-80 grammi, mentre quelle di gallina non superano i 60, neanche nella misura più ampia. Proprio per questi motivi, tantissime industrie prediligono l’anatra e molti allevatori cercano di allevarne il più possibile: con il loro guscio bianco, ma anche di un azzurro o di un color verde chiaro, e con le loro proprietà organolettiche uniche, queste uova sono le protagoniste tantissimi prodotti alimentari industriali.

Alcune curiosità sulle uova di anatra

Prima di lasciarvi, voglio condividere con voi altre interessanti informazioni… Dovreste sapere che la razza, ovaiola per eccellenza, è la Khaki Campbell, nata agli inizi del ‘900 in Inghilterra, grazie a un incrocio tra alcune razze. Questa specie fu creata proprio con l’intento di avere a disposizione un’anatra prettamente ovaiola. Il risultato è questo: ogni Khaki Campbell depone circa 250 uova ogni anno e può arrivare anche a 340! Ovviamente, non si tratta di uova di anatra… ma le caratteristiche sono similari.

Infine, dovreste considerare che abbiamo a che fare con l’alimento ideale per la preparazione di dolci, di prodotti da forno di ogni tipo e di pasta fresca. Infatti, le uova di anatra e di anatra da allevamento, legano molto bene con altri ingredienti… ancora meglio delle uova di gallina! Pertanto, non esitate a portarle in tavola: potrete sperimentare tante nuove ricette golose, sazianti e cariche di energia, nonché scoprire un sapore incredibilmente intenso e coinvolgente!

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *