Calzone fritto con salsiccia e radicchio per tutti

Calzone fritto con salsiccia e radicchio
Commenti: 0 - Stampa

Calzone fritto con salsiccia e radicchio, alla portata di tutti

Il calzone fritto con salsiccia e radicchio è un pezzo di rosticceria molto buono, facile da preparare e in parte leggero. E’ vero, parlare di leggerezza quando di mezzo c’è la frittura può sembrare un ossimoro, e lo è ancora di più quando il ripieno vede come protagonista la salsiccia. Tuttavia, in questo caso il termine non è affatto fuori luogo, in quanto la presenza di grassi aggiunti è limitata, se non addirittura assente, mentre la dose di carne è piuttosto equilibrata. A suo modo, anche la frittura può essere un metodo di cottura non propriamente pesante. Ovviamente, deve essere eseguita in un certo modo.

In primis l’olio deve essere abbondante. Può sembrare strano, ma se l’olio è presente in grandi quantità l’alimento tende ad assorbirne di meno. Per il resto, è necessario che l’olio venga portato alla giusta temperatura, e che ci rimanga per il maggior tempo possibile. Infine, dedicate molto tempo a far assorbire l’olio in eccesso, infatti il calzone deve riposare a lungo tra due fogli di carta assorbente, in modo che si asciughi e venga ridotta la quantità di olio. Per il resto, l’unico consiglio che mi sento di darvi è di rispettare le dosi e di non esagerare con la carne.

Un impasto speciale per il nostro calzone

Il punto di forza di questo calzone fritto con salsiccia è l’impasto. Anche perché non si tratta di un impasto qualsiasi, bensì della base per pizza soffice Mulino Bertotti di Exquisa. Questo prodotto consente di ottenere il miglior risultato con il minimo sforzo. Non dovete fare altro che stendere la pasta e farcirla. D’altronde, stiamo parlando di un prodotto versatile, che può essere utilizzato anche per la rosticceria in generale.

Calzone fritto con salsiccia e radicchio

Exquisa, con la sua base per pizza, dimostra ancora una volta la capacità di coniugare il mangiare bene con il mangiar sano. Il prodotto, infatti, non è semplicemente squisito, ma anche leggero rispetto agli analoghi delle altre marche. Fa il suo dovere e lo fa in maniera egregia, permettendo a chi vuole preparare questo calzone fritto di risparmiare in tempo e fatica.

Tutta la leggerezza del radicchio

Un alimento che merita un ruolo importante nella nostra ricetta del calzone fritto con salsiccia è il radicchio rosso. Non si tratta di un radicchio qualsiasi, il colore rosso, infatti, oltre a migliorare l’impatto visivo della verdura è anche sintomo della presenza abbondante di antocianine. Queste sostanze, presenti anche nelle melanzane e in altri alimenti vegetali, esercitano una formidabile azione antiossidante, che contribuisce a ridurre gli effetti dei radicali liberi e a prevenire alcuni tipi di tumori.

Per il resto, il radicchio rosso si caratterizza per l’abbondanza di vitamine e sali minerali. Il riferimento è soprattutto alla vitamina A e alla vitamina C, che come già saprete impatta positivamente sul sistema immunitario. Analogamente, questa verdura è ricca di potassio, magnesio, calcio e ferro. Sono presenti anche alcuni precursori della vitamina A, come il betacarotene. Per quanto concerne l’apporto calorico siamo su livelli estremamente bassi, infatti un etto di radicchio rosso apporta solo 13 kcal.

Ecco la ricetta del calzone fritto con salsiccia e radicchio:

Ingredienti per 4/6 persone:

  • 1 rotolo di base per pizza soffice Mulino Bertotti di Exquisa,
  • 90 gr. di mozzarella consentita,
  • 1 cespo di radicchio,
  • 200 gr. di salsiccia a nastro,
  • 200 ml. di passata di pomodoro,
  • 1 scalogno,
  • q. b. di olio di semi per friggere,
  • 3 cucchiaio di olio extravergine d’oliva,
  • q. b. di origano,
  • q. b. di sale e pepe.

Preparazione:

Per la preparazione del calzone fritto con salsiccia iniziate pelando lo scalogno e tritandolo finemente. Poi lavate il radicchio e fatelo a listarelle. Ora prendete un tegame e scaldate un po’ di olio d’oliva, poi rosolateci brevemente lo scalogno, unite il radicchio, un po’ di sale, un po’ di pepe e cuocete per 5 minuti. Intanto spellate la salsiccia e sbriciolatela con le mani. Poi portate a temperatura due cucchiai di olio d’oliva e rosolateci la salsiccia a fiamma alta per 4 minuti, o almeno fino a quando non sarà dorata. A parte arricchite la passata di pomodoro con un po’ di sale, un po’ di olio e un pizzico di origano, poi mescolate per bene il tutto. Ora scolate la mozzarella e fatela a tocchetti.

Stendete la base per pizza su una teglia. Adagiate sopra la passata di pomodoro, il radicchio, la mozzarella a tocchetti e la salsiccia sminuzzata. Infine, chiudete la base ricreando la forma della mezzaluna, basta pressare per bene i bordi prima con le dita e poi con la forchetta. Riscaldate l’olio di semi in una padella molto ampia e immergeteci il calzone, poi muovete leggermente la padella in modo che l’olio copra il calzone e la pasta si gonfi leggermente. Aspettate che il calzone sia ben dorato da entrambi i lati (giratelo al momento opportuno), poi scolatelo e fatelo riposare su della carta assorbente. Servite il calzone caldo e buon appetito.

5/5 (496 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Torta con finocchio e cocco

Torta salata con finocchi e cocco, dolce e...

Torta salata con finocchi e cocco, una delicata combinazione La torta salata con finocchi e cocco è una torta salata molto particolare, anche perché contiene alcuni elementi dolci. E’ comunque...

Focaccia con pastinaca

Focaccia con pastinaca, una variante aromatica

Focaccia con pastinaca, una ricetta con una base perfetta La focaccia con pastinaca è una variante gradevole alle solite focacce. E’ realizzata infatti con ingredienti particolari, a partire...

Torta salata con scarola

Torta salata con scarola, uno snack gustoso

Torta salata con scarola capperi e acciughe, una ricetta nichel free La torta salata con scarola, capperi e acciughe è un’idea particolare per una merenda salata gustosa e anti intolleranze. La...

Tacos con speck e funghi

Tacos con speck e funghi, un fast food...

Tacos con speck e funghi, non solo tradizione messicana I tacos con speck e funghi rappresentano l’unione tra la tradizione messicana e quella italiana. I tacos sono una preparazione simbolo della...

Coulibiac di salmone

Coulibiac di salmone, una meraviglia della cucina russa

Coulibiac di salmone, una torta salata di origine russa Il coulibiac di salmone è un'istituzione in Russia e nei paesi limitrofi. Infatti è uno dei piatti tipici più antichi. Si narra che sia...

samosa

I samosa, un gradevole esempio di rosticceria indiana

I samosa, la cucina indiana che non ti aspetti I samosa sono degli antipasti tipici della cucina indiana, assimilabili ai nostri pezzi di rosticceria. Sono esponenti di un volto poco conosciuto...


Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


25-03-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti