bg header
logo_print

Calzone di pan brioche, una variante del classico calzone

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

alzone di pan brioche
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Calzone di pan brioche, un’alternativa soffice

Oggi prepariamo il calzone di pan brioche, una versione molto particolare, morbida e deliziosa. E’ una ricetta che dimostra come la commistione e la sperimentazione in cucina possano regalare delle grandi soddisfazioni.

La peculiarità di questa preparazione è proprio quella di prendere una ricetta tradizionale e introdurre un elemento nuovo da pasticceria: il pan brioche. Il risultato, ve lo posso assicurare, è davvero squisito. Ovviamente lo zucchero è presente, ma in quantità minima in modo da preservare la necessaria armonia con il ripieno.

Specifico inoltre che il calzone di pan brioche è realizzato senza uova. Queste ultime sono sostituite più che egregiamente dalla gomma di xantano, che conferisce all’impasto una morbidezza e una stabilità simili al pan brioche originale. Infine l’impasto è anche senza glutine, infatti la farina 00 è sostituita dalla farina di riso e dalla farina di mais, che forniscono insieme una resa davvero eccellente.

Ricetta calzone di pan brioche

Preparazione calzone di pan brioche

  • Per preparare il calzone di pan brioche partite dall’impasto. In una ciotola versate acqua tiepida e lievito. Fate sciogliere quest’ultimo e aggiungete un po’ di zucchero. Poi fate riposare per qualche istante, fino a quando non si sarà formata la classica schiuma.
  • In una ciotola ampia versate le farine, la fecola di patate, lo xantano e il sale. Mescolate e aggiungete il lievito con l’acqua e con l’olio extravergine di oliva. Mescolate ancora con cura fino ad ottenete un impasto omogeneo ed appiccicoso.
  • Trasferite l’impasto su un piano di lavoro infarinato e impastate con le mani fino a rendere il tutto morbido ed elastico. Formate una palla, avvolgetela in un canovaccio pulito e fatela riposare in un luogo caldo per 1-2 ore.
  • Intanto preriscaldate il forno a 200 gradi.
  • Versate le verdure su una teglia oliata, condite con sale, pepe nero, olio extravergine di oliva ed erbe aromatiche. Cuocete per 20-25 minuti in modo che le verdure diventino morbide, mescolando ogni tanto durante la cottura. Infine, lasciate raffreddare un po’ le verdure.
  • Trascorso il tempo di riposo, dividete l’impasto in due parti uguali e stendetelo sul piano infarinato. Poi ricavate due dischi di 25-30 centimetri di diametro.
  • Intanto abbassate la temperatura del forno a 180 gradi.
  • Sulla metà inferiore di ciascun disco distribuite le verdure e – se gradite – la scamorza Abbiate cura di lasciare il bordo libero per ripiegare al meglio i dischi su se stessi, poi premete con le dita per sigillate i calzoni.
  • Trasferite i calzoni sulla teglia e cuocete per 20-25 minuti. Infine, lasciate raffreddare un po’ e servite.

Per il pan brioche:

  • 200 gr. di farina di riso,
  • 100 gr. di fecola di patate,
  • 100 gr. di farina di mais,
  • 1 cucchiaino di gomma di xantano,
  • 1 cucchiaino di lievito secco attivo,
  • 2 cucchiai di olio d’oliva,
  • 1 cucchiaino di zucchero,
  • 1 cucchiaino di sale,
  • 250 ml. di acqua tiepida

Per il ripieno:

  • 1 melanzana tagliata a cubetti,
  • 1 zucchina tagliata a cubetti,
  • una patata tagliata a cubetti,
  • 1 peperone rosso tagliato a strisce,
  • 1 peperone verde tagliato a strisce,
  • 2 cucchiai di olio d’oliva,
  • q. b. di sale e pepe nero,
  • erbe aromatiche fresche o essiccate a piacere,
  • q. b. di scamorza stagionata (facoltativa)

Il calzone di pan brioche: una variante morbida e golosa

Tra le molteplici prelibatezze che l’arte culinaria ci offre, c’è un piatto che non smette mai di sorprenderci con le sue infinite varianti: il calzone. Tradizionalmente fatto con un impasto simile a quello della pizza, il calzone ha attraversato regioni e culture, assorbendo influenze e ingredienti, ma mantenendo la sua essenza. Tuttavia, tra le tante varianti, c’è un tipo di calzone che sta emergendo come una nuova tendenza: il calzone di pan brioche.

L’impasto di pan brioche offre una variante dolce e morbida, diversa dalla classica pizza, che può essere sfruttata per creare calzoni golosi e originali.

L’uso dell’impasto di pan brioche per realizzare un calzone è una variante creativa e deliziosa che combina la morbidezza del brioche con la tradizione del calzone. Questo impasto, solitamente utilizzato per preparazioni dolci, può essere adattato in una versione salata.

Grazie alla sua consistenza soffice e leggermente dolce, il pan brioche si presta perfettamente per farciture a contrasto, come ad esempio:

  • Salmone e formaggio cremoso: un abbinamento fresco, dove la dolcezza dell’impasto contrasta con il gusto deciso del salmone affumicato e la cremosità del formaggio.
  • Prosciutto crudo, mozzarella e fichi: un mix di sapori dolci e salati che si complementano alla perfezione.
  • Gorgonzola, noci e miele: un tripudio di sapori e consistenze che renderanno il tuo calzone con pan brioche un’esperienza culinaria indimenticabile.

Inoltre, chi dice che un calzone debba essere necessariamente salato? Potresti anche sperimentare con farciture dolci, come cioccolato fondente e pere o crema di ricotta e gocce di cioccolato.

La versatilità del pan brioche si sposa alla perfezione con la tradizione del calzone, dando vita a prelibatezze capaci di sorprendere e deliziare il palato. Se non l’hai ancora provato, ti consiglio di fare un esperimento in cucina e lasciarti conquistare da questa deliziosa combinazione!

Un ripieno di verdure per il nostro calzone di pan brioche

Tra i punti di forza di questo calzone di pan brioche spicca il ripieno, che si fa apprezzare per  la varietà di sapori e di colori, ma anche per la sua leggerezza. E’ un ripieno formato principalmente da verdure, arricchite da erbe aromatiche e dalla scamorza.

Troviamo poi la melanzana, che conferisce una certa corposità alla farcitura, e le zucchine, che donano un tocco delicato. Nella ricetta sono presenti anche i peperoni, che sono dolci e saporiti allo stesso tempo.

Tutte queste verdure vanno tagliate a cubetti e a listarelle, per poi essere distribuite sui dischi di pasta brioche. I dischi vanno poi piegati su di loro e sigillati con una pressione delle dita, infine vengono cotti al forno.

Cosa sapere sui peperoni

La lista degli ingredienti del calzone di pan brioche comprende due tipi di peperoni: il peperone giallo e il peperone rosso. Sono entrambi dolci ed offrono un tocco leggermente acidulo. Lo scopo è di conferire maggiore varietà cromatica al ripieno, senza per questo creare dissonanze a livello di sapori.

Le differenze tra queste due tipologie di peperoni non si esauriscono nel colore e nel gusto, ma coinvolgono anche le proprietà nutrizionali. Il peperone giallo contiene più betacarotene, mentre il peperone rosso contiene più licopene. Sono entrambi degli ottimi antiossidanti: il betacarotene funge da catalizzatore per l’assorbimento della vitamina A (essenziale per la pelle e per la vista), mentre il licopene supporta il sistema cardiovascolare.

Per il resto abbondano entrambi di vitamina C, potassio e altri importanti oligoelementi. Sono anche poco calorici, in quanto non arrivano alle 20 kcal per 100 grammi.

Quali erbe aromatiche usare per questo calzone di pan brioche?

Il calzone di pan brioche è equilibrato e si mangia con gusto, anche grazie alla fase di aromatizzazione che coinvolge molte erbe e spezie. Da questo punto di vista avete ampio margine di discrezione, ossia potete scegliere gli alimenti che più vi aggradano. Tuttavia, dovreste sempre includere il pepe nero, che agisce da formidabile esaltatore di sapidità.

Per il resto vi consiglio di puntare sul timo e sul rosmarino. Il timo è molto intenso, ma trasmette anche note agrumate, che ricordano il limone. Il rosmarino, invece, è un po’ più delicato ma anche amarognolo. E’ un’erba molto versatile in quanto va bene sia per le verdure che per alcuni tipi di carne.

Il timo e il rosmarino fanno anche bene alla salute se vengono consumati con moderazione, infatti ricoprono un discreto ruolo nella medicina naturale. Sono ricchi di antiossidanti, sostanze che aiutano a prevenire alcune forme tumorali e riducono l’impatto dei radicali liberi.

Le erbe aromatiche vanno inserite in una fase molto precoce della preparazione, ovvero prima di cuocere le verdure. In questo modo assorbono bene i sapori e li trasmettono al ripieno.

Il calzone: L’evoluzione di un piatto dalla tradizione alla modernità

Ah, il calzone! Questo inconfondibile piatto italiano, un emblema della nostra cucina, è divenuto un vero e proprio ambasciatore culinario in giro per il mondo. Chi di noi non ha mai ceduto al fascino di quella pizza ripiegata su se stessa, avvolgendo al suo interno un cuore di gustosi ingredienti? Ma quello che forse non tutti sanno è che, come ogni grande opera d’arte, anche il calzone ha vissuto e continua a vivere una continua trasformazione.

Nelle stradine di Napoli, dove l’aria profuma di basilico e pomodoro, nasce l’impasto tradizionale napoletano. Lì, tra le mani esperte dei pizzaioli, la semplicità degli ingredienti base – farina, acqua, lievito e quel tocco d’olio – prende vita, diventando il telaio ideale per racchiudere mozzarella filante, pomodoro succulento e magari qualche fetta di prosciutto cotto o funghi.

Ma non fermiamoci qui! Perché in alcuni angoli d’Italia, dove la tradizione si fonde con la ricerca di sapori più audaci e terrosi, emerge l’impasto integrale. Un’alternativa che non solo offre una nota rustica, ma che, con la sua ricca consistenza, invita ad esplorare farciture robuste e decise.

E poi, in un’epoca in cui l’attenzione alla salute e alle esigenze alimentari personali è al centro del dibattito, ecco che entra in scena l’impasto senza glutine. Una versione inclusiva che permette a tutti, celiaci o semplicemente chi desidera una variante differente, di non rinunciare al piacere di un calzone fatto in casa.

Oltre la tradizione

Ma la tradizione culinaria italiana è fatta anche di sorprese e l’impasto con patate ne è la prova. Chi avrebbe pensato che l’umile patata, una volta lessata e amalgamata all’impasto, avrebbe dato vita a un calzone così morbido e delicato? Una variante che, ancora una volta, mostra la capacità della nostra cucina di reinventarsi.

Infine, per chi tra di noi è sempre di corsa ma non vuole rinunciare al gusto, l’impasto con yogurt o bicarbonato si presenta come una soluzione geniale. Senza le lunghe attese della lievitazione, si ha la possibilità di gustare un calzone dal sapore unico in un battibaleno.

E così, viaggiando tra impasti e farciture, ci rendiamo conto che il calzone, pur rimanendo ancorato alle sue radici, ha saputo evolversi, adattandosi ai gusti e alle esigenze di ciascuno. Ogni variante racconta una storia, un incontro tra tradizione e innovazione. Quindi, cari lettori, la prossima volta che vi troverete ad impastare e a farcire il vostro calzone, ricordate che avete tra le mani non solo un piatto, ma una vera e propria avventura culinaria.

FAQ sul calzone di pan brioche

Cosa contiene il calzone?

Il calzone può contenere qualsiasi ingrediente. Nella sua versione base troviamo la salsa di pomodoro e la mozzarella. Sono ben accette anche le verdure (come in questo caso), i funghi, la salsiccia, la pancetta, i wurstel, i salumi e molto altro ancora. Spesso e volentieri si arricchisce il ripieno con un formaggio scioglievole.

Che differenza c’è tra panzerotti e calzoni?

La differenza tra panzerotti e calzoni risiede nel metodo di cottura. I panzerotti sono sempre fritti, mentre i calzoni possono essere cotti anche al forno.

In che regione è nato il calzone?

Le origini del calzone sono incerte. L’ipotesi più accreditata suggerisce che sia nato tra la Campania e la Puglia, ma per alcuni è associato anche alla tipica rosticceria siciliana. Attualmente, pur essendo preparato ovunque, è considerato una ricetta del sud Italia.

Ricette di calzoni ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Focaccia di Recco con stracchino

Focaccia di Recco con stracchino, ecco la ricetta...

Un focus sullo stracchino Lo stracchino è tra gli elementi distintivi della focaccia di Recco, nonché uno dei formaggi più amati in assoluto, simbolo dell’arte casearia del nord Italia. E’...

Torta salata con pere e formaggio

Torta salata con pere e formaggio, una ricetta...

L'umile pera, protagonista dolce e versatile nella nostra torta salata con pere e formaggio cremoso. Questa ricetta è una fusione straordinaria di semplicità e audacia, dove pochi ingredienti...

Jalapenos Ripieni

Jalapenos ripieni, un delizioso piatto messicano

Il jalapeno, un peperoncino da scoprire La ricetta dei jalapeno ripieni ci danno modo di parlare di questo tipo di peperoncini di media grandezza e di colore rosso o verde, inoltre sono abbastanza...