bg header
logo_print

Sformatini di ricotta allo zenzero, dei deliziosi antipasti

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Sformatini di ricotta allo zenzero
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 10 min
cottura
Cottura: 00 ore 20 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Sformatini di ricotta allo zenzero, ottimi per iniziare il pasto in allegria

Gli sformatini di ricotta allo zenzero sono degli antipasti dal grande impatto visivo, molto gustosi e allo stesso tempo corposi. Sono anche facili da preparare, a tal punto da non porre in essere difficoltà di sorta nemmeno a chi non ha molta esperienza in cucina. L’idea di base è semplice quanto geniale: creare dei soffici “muffin” con un impasto di zenzero, ricotta e olio, da guarnire con pomodorini e capperi. La ricotta, dunque, funge da ingrediente principale per questa interessante ricetta. Alcuni di voi potrebbero esprimere una certa perplessità a riguardo, anche perché è piuttosto diffuso il pregiudizio secondo cui la ricotta farebbe ingrassare. Certo, non si tratta di un prodotto dietetico (ben pochi latticini lo sono), tuttavia, basta non esagerare per non mettere in pericolo la linea.

Ricetta sformatini di ricotta allo zenzero

Preparazione sformatini di ricotta allo zenzero

Per la preparazione degli sformatini di ricotta allo zenzero iniziate preriscaldando il forno a 180 gradi. Versate in una ciotola lo zenzero, la ricotta, l’olio e l’origano. Mescolate il tutto e manipolate per ottenere una crema ben uniforme. Adagiate questo composto all’interno dei pirottini per muffin, possibilmente in silicone. Riempite ciascun muffin fino a metà, poi decoratelo con un pomodorino tagliato in due, rivolgendo il lato tagliato verso l’alto ed esercitando una lieve pressione per farlo aderire.

Cuocete gli sformatini al forno (a 180 gradi) per 20 minuti, o fino a quando la superficie non si sarà leggermente dorata. Fate raffreddare, poi sformateli direttamente sui piatti e guarnite con qualche cappero e una leggera spolverata di origano. Buon appetito!

Ingredienti sformatini di ricotta allo zenzero

  • 600 gr. di ricotta consentita
  • 12 pomodorini rossi
  • una cucchiaiata di capperi
  • 2 cucchiai di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaino di origano secco
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale.

La ricotta non è un formaggio bensì un latticino, venduto e consumato nella sua forma non stagionata. L’apporto di grassi è rilevante, ma la quantità di colesterolo è quasi nulla. Allo stesso tempo, la ricotta è ricca di sali minerali e vitamine, con esplicito riferimento al calcio, al selenio, al fosforo, allo zinco, alle vitamine del gruppo B e alla vitamina A. L’apporto proteico, con i suoi 8 grammi per etto, potrebbe sembrare minimo, ma va considerata l’elevata quantità di acqua che caratterizza il latticino. Per quanto concerne l’apporto calorico, 100 grammi di ricotta apportano circa 250 kcal, un valore del tutto assimilabile ai formaggi non stagionati. E’ una ricettina senza glutine, senza lattosio e idoneo per una dieta vegetariana.

L’importante ruolo dello zenzero

Uno dei punti di forza di questi sformatini di ricotta è la presenza dello zenzero. Esso conferisce all’antipasto un sapore decisamente speziato, senza peraltro fare riferimento alle spezie più abituali. L’obiettivo, dunque, è di offrire sentori diversi dal solito, in grado di valorizzare l’esperienza del pre-pasto. Tra l’altro, lo zenzero è una delle spezie migliori in assoluto, non solo sotto il profilo organolettico, ma anche da quello nutrizionale. Oltre che per la consueta carica di vitamine e sali minerali, lo zenzero si caratterizza per alcune proprietà significative, che sfociano nello pseudo-terapeutico. Per esempio, questa spezia può essere considerata un antinfiammatorio di media potenza, assimilabile ad alcuni farmaci FANS.

Sformatini di ricotta allo zenzero

Allo stesso modo, lo zenzero contribuisce a risolvere gli episodi sporadici di ipotensione, ponendosi come una sorta di rivitalizzante. Ovviamente, chi è particolarmente iperteso dovrebbe limitare il consumo di zenzero. Ad ogni modo, lo zenzero interviene in una fase molto precoce della ricetta, banalmente va a formare l’impasto degli sformatini insieme alla ricotta e all’olio. Non esagerate con le dosi, anche perché lo zenzero è una delle specie più forti in assoluto e rischierebbe di coprire gli altri sapori.

Le eccellenti proprietà nutrizionali dei capperi

I capperi conferiscono un sentore leggermente sapido a questi sformatini di ricotta allo zenzero. Vanno posti a fine preparazione insieme ai pomodorini e rappresentano la guarnizione di questo interessante antipasto. Ovviamente, è bene non esagerare con i capperi, anche perché, nonostante le eccellenti proprietà nutrizionali, sono in realtà abbastanza salati. Anche a seguito del dissalamento, apportano comunque quasi 2 grammi di sodio, che è una quantità nettamente superiore alla media. A parte questo, i capperi si caratterizzano per una varietà eccezionale di sali minerali, il riferimento è ai già citati potassio, ferro, calcio e fosforo.

Un discorso analogo può essere fatto per le vitamine, e in particolare per le vitamine del gruppo B e per la vitamina C. I capperi sono anche abbastanza ricchi di antiossidanti, sostanze che riducono gli effetti dei radicali liberi, supportano i meccanismi di riproduzione cellulare e contribuiscono a prevenire il tumore. Il riferimento è in particolar modo alla quercetina, un flavonoide che agisce a protezione dell’apparato cardiovascolare.

Ricette con ricotta ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Crostini di foie con melone bianco

Crostini di foie con melone bianco, un antipasto...

Quale foie utilizzare per avere dei deliziosi crostini maigre Non vi sarà sfuggito il termine “maigre” al posto del classico crostino di foie gras. Ebbene, non si tratta di un errore, ma del...

Arepas con perico venezuelano

Arepas con perico venezuelano, uno spuntino perfetto

Storia e importanza delle arepas in Venezuela Le arepas vantano una storia molto lunga. L'arepa è originaria del Venezuela, in quanto veniva preparata in epoca pre-colombiana dalle popolazioni...

Bruschette di pane danese con cervo

Bruschette di pane danese con cervo, un piatto...

Cosa sapere sulla carne di cervo Un altro protagonista di queste bruschette di pane danese è il cervo. A tal proposito vi consiglio di utilizzare la carne per arrosto, che è in genere più morbida...