Sformatino di riso e radicchio: delizioso e facile da preparare

Tempo di preparazione:

Quando si ha poco tempo capita spesso di trascurare la cura dei piatti che si portano in tavola. Questo è un vero peccato, perché esistono tantissime ricette rapide che permettono di tirarsi fuori dai guai e di portare in tavola delle vere e proprie delizie. Ah, ovviamente è possibile farlo senza perdere di vista le esigenze degli intolleranti al lattosio e dei celiaci.

Oggi voglio darvi qualche consiglio utile al proposito, presentandovi la ricetta dello sformatino di riso e radicchio. Sano e facile da preparare, è un piatto unico perfetto anche per chi ha a che fare con le intolleranze.

Le straordinarie proprietà del radicchio rosso

Entriamo nel vivo dei benefici dello sformatino di riso e radicchio parlando delle proprietà del secondo dei due ingredienti. Il radicchio rosso è caratterizzato da diversi benefici, tra i quali è possibile ricordare l’effficacia nella depurazione del fegato. Grazie alla presenza delle fibre si può inoltre dire che il radicchio rappresenti un valido alleato contro il diabete.

Questi principi nutritivi, importantissimi per la salute in generale, trattengono gli zuccheri presenti nel sangue, il che è ottimo per chi soffre di diabete di tipo 2. Le proprietà del radicchio rosso non finiscono certo qui! Come dimenticare i benefici per le ossa, dovuti alla presenza di vitamina K? Il radicchio rosso è anche caratterizzato dalla presenza di sostanze antiossidanti che contribuiscono a tenere sotto controllo l’attività dei radicali liberi.

Alla scoperta dei benefici del pompelmo

Questo sformatino di riso e radicchio è un vero concentrato di benefici. Tra gli ingredienti che lo rendono tale è possibile includere anche il pompelmo, un frutto che fa la differenza quando si tratta di prendersi cura della propria salute partendo dalle scelte alimentari.

Il pompelmo, infatti, stimola l’efficienza dell’apparato digerente ed è utile nei casi di difficoltà da questo punto di vista. Questo accade per via della presenza dell’acido citrico, che stimola la produzione di enzimi digestivi. Il pompelmo, inoltre, svolge un’eccellente azione brucia grassi. Questo beneficio è legato in particolare alla presenza di fibre. Ottimo drenante – aiuta il corpo a eliminare i liquidi in eccesso – il pompelmo è anche ricco di antiossidanti.

Ciò vuol dire che assumerlo significa fare qualcosa di buono dal punto di vista del contrasto all’invecchiamento e all’insorgenza di tumori. Non c’è che dire: siamo davanti a una ricetta davver speciale! Non resta che mettersi alla prova in cucina per prepararla! I vostri ospiti vi ringrazieranno e vi chiederanno il bis!

Ingredienti per 4 persone

  • 300 g di riso,
  • 2 scalogni,
  • 1 cespo di radicchio rosso
  • 500 ml di brodo vegetale
  • 50 g di prosciutto crudo ,
  • 50 g di parmigiano reggiano grattugiato,
  • 20 g di olio extravergine di oliva,
  • 1 pompelmo,
  • 1 arancia
  • q.b. rosmarino e timo
  • 1 cucchiaio di aceto balsamico,
  • q.b. sale

Preparazione

Lavate bene il riso sotto l’acqua fred­da, lasciate scolare e asciugatelo un pochino. Sbucciate gli scalogni e tritiate uno di loro finemente; tagliate il prosciutto crudo a listarelle.

Scaldate 20 g d’olio in una casseruo­la antiaderente al titanio, unite lo scalogno tritato e il rametto di rosmarino, aggiungete il riso e fate tostare per circa 5 minuti, mescolan­do spesso. Scaldate il brodo e versatelo poco per volta nel riso, come per la preparazione del risotto (occorreranno circa 18 minuti per la cottura).

Mondate e lavate il radicchio e affettatelo sottilmente. Togliete il rametto di rosmarino dal risotto a cottura ultimata e aggiungete il radicchio e il parmigiano mescolando.

Scaldate il forno a 180°C; ricoprite uno stampo da forno con la carta apposita, o se preferite 4 stampi monoporzio­ne, versate dentro il riso pressando­lo nello stampo con il dorso di un cuc­chiaio e portate a cottura nel forno per 10 minuti.

Preparate una salsina veloce di agru­mi: pelate al vivo l’arancia e il pompel­mo, dividete a metà gli spicchi e metteteli in una ciotola insieme allo scalogno rimasto affettato sottile e il timo spezzet­tato con le mani.

Condite con l’aceto, 15 g di olio e me­scolate delicatamente per insaporire e servite con lo sformato.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *