Mousse di ricotta e pere, uno spuntino da contest

Mousse di ricotta e pere
Commenti: 0 - Stampa

Mousse di ricotta e pere, una merenda dolce e salutare

Oggi vi presento una ricetta speciale, la mousse di ricotta e pere. E’ speciale per due motivi: in primis perché è squisita, in secondo luogo perché è una merenda da contest. Con la mousse di ricotta e pere intendo partecipare al contest #LaProvaSnack, una divertente competizione organizzata dall’associazione Dalla terra alla favola di Fata Zucchina in partnership con la FIEOP-Fondazione Italiana Ematologia Pediatrica e AFIB, Associazione Italiana Food Blogger. E’ una gara di merende salutari per i ragazzi e più in generale per la famiglia, divisa in cinque categorie: frutta fresca, verdura e ortaggi, legumi, frutta secca, semi oleosi.

Per partecipare è sufficiente pubblicare la ricetta con gli hashtag  #LaProvaSnack #LaBuonaProva #DallaTerraAllaFavola #AIFB #FIEOP #ChiRicercaProva #LaProvadelSocio e i tag dell’azienda produttrice o dell’autore della ricetta stessa. Il contest è un modo per affermare l’importanza delle merende sane, ideali per lo sviluppo dei nostri bambini. Vi invito dunque a partecipare in massa! Tornando alla ricetta della mousse di ricotta e pere, essa si caratterizza per un’ottima resa organolettica, per le sue proprietà nutrienti e per la facilità di preparazione. Di base, si tratta di un dessert con le pere caramellate e crema di ricotta al miele. E’ un dessert adatto a tutti i palati, che colpisce anche per l’impatto visivo. Il merito va ai colori che le due componenti sono in grado di rendere, ma anche alla guarnizione finale, che prevede una bella spolverata di granella di pistacchio e di cannella.

Le pere Abate Fetel, perchè sono le più adatte?

Tra le protagoniste di questa mousse di ricotta e pere spiccano le pere Abate Fetel. Sia chiaro, possono essere impiegate tutte le varietà di pera (o quasi), ma è indubbio che la ricetta renda al meglio, se realizzata con le pere Abate Fetel. Queste pere, infatti, si caratterizzano per la croccantezza, che si addice al processo di caramellatura. Inoltre, non si sfaldano facilmente, nemmeno se sottoposte ad elevate temperature. Le pere Abate Fetel sono molto versatili e possono essere consumate anche crude.

Mousse di ricotta e pere

Per quanto concerne le proprietà nutrizionali, le pere Abate Fetel sono ricche di fibre, che fanno bene all’apparato digerente. Inoltre, apportano buone quantità di vitamine e sali minerali, come la vitamina C e il potassio. Va detto, però, che il processo di cottura tende a degradare questi nutrienti, anche se non del tutto. L’apporto calorico, infine, è molto basso: un etto di pere Abate Fetel apporta circa 57 calorie. In occasione di questa ricetta, le pere vanno sbucciate, lavate, private dal torsolo e fatte a cubetti. Dopodiché, vanno passate in padella insieme allo zucchero e al limone in modo che si caramellino uniformemente. Infine, vanno adagiate nei bicchieri da portata e sormontate da un composto di ricotta e miele.

L’importante contributo della cannella

La cannella ricopre un ruolo importante in questa mousse di ricotta e pere, sebbene intervenga proprio alla fine del procedimento. La cannella aggiunge sapore e colore. Il rosso ruggine, infatti, crea un bel contrasto con il bianco-giallognolo del composto di ricotta e miele. Per quanto concerne la funzione organolettica, la cannella dolcifica e allo stesso tempo aromatizza, conferendo alle preparazioni un sapore davvero particolare. Proprio in virtù del suo potere dolcificante, la cannella è impiegata soprattutto nei dolci, e molto più raramente nelle produzioni salate.

Come qualsiasi altra spezia che si rispetti, anche la cannella eccelle dal punto di vista nutrizionale. Anzi, le sue proprietà sfociano nel terapeutico. Il riferimento è in particolare al suo potere antinfiammatorio, che è paragonabile – con le dovute proporzioni – a quello dello zenzero. La cannella contiene anche tanti antiossidanti, sostanze che ottimizzano i meccanismi di riproduzione cellulare, inibiscono gli effetti dei radicali liberi e aiutano a prevenire il cancro.

Ecco la ricetta della mousse di ricotta e pere:

Ingredienti:

  • 250 gr. di ricotta consentita,
  • 4 pere Abate Fetel,
  • 80 gr. di zucchero semolato,
  • succo di mezzo limone,
  • 1 cucchiaino di miele,
  • q. b. di granella di pistacchi,
  • q. b. di cannella.

Preparazione:

Per la preparazione della mousse di ricotta e pere iniziate lavando le pere, poi pelatele e fate la polpa a dadini. Ora mettete le pere in una piccola padella insieme al succo di limone e a due cucchiai di zucchero. Cuocete il tutto a fiamma bassa per pochi minuti. Intanto prendete un’altra ciotola e mettete la ricotta, un cucchiaino di miele e lo zucchero rimasto.

Mescolate e lavorate fino ad ottenere un composto liscio e uniforme. Ora prendete le pere, controllate che siano tiepide e adagiatele sul fondo di quattro bicchieri. Infine, versate una bella cucchiaiata di composto alla ricotta. Servite la mousse così realizzata decorando con la cannella e con un po’ di granella di pistacchi.

5/5 (402 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Fantabudino di zucca

Fantabudino di zucca, il dessert perfetto per Halloween

Fantabudino di zucca, un dessert facile da preparare Ve ne sarete già accorti spulciando la foto, il fantabudino di zucca è un dolce, o per meglio dire un dessert, non solo buono ma anche...

Cioccolata calda con marshmallow

Cioccolata calda con marshmallow, una pausa golosa

Cioccolata calda con marshmallow, un abbinamento perfetto La cioccolata calda con marshmallow è una bevanda ottima per i pomeriggi invernali, o per una pausa all’insegna della dolcezza e del...

Charlotte con crema di castagne

Charlotte con crema di castagne, una deliziosa scoperta

Charlotte con crema di castagne, sapori d’autunno Oggi vi presento la charlotte di castagne (o meglio con crema di castagne), una torta davvero speciale e in grado di conquistare occhi e palato....

budino sbagliato

Il budino sbagliato di Carlo Cracco per stupire...

Il budino sbagliato, quando la creatività incontra la tradizione Il budino sbagliato è una ricetta di Carlo Cracco, il famoso chef stellato ha deciso di interpretare liberamente la ricetta del...

Victoria sponge cake

Victoria sponge cake, un’idea per la Festa dei...

Victoria sponge cake, una delizia della pasticceria anglosassone La Victoria Sponge Cake, come suggerisce il nome, è una specialità della pasticceria inglese. E' conosciuta anche come Victoria...

Torta fredda con Skyr e frutti di bosco

Torta fredda con Skyr e frutti di bosco,...

Torta fredda con Skyr, una variante sui generis della cheesecake La torta fredda con Skyr e frutti di bosco può essere considerata come l’evoluzione della cheesecake. Il procedimento è simile,...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


31-01-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti