Pina colada, semplicemente il re dei cocktail!

Pina colada

Quale è stata l’origine della Pina Colada?

La Pina Colada è uno dei cocktail più famosi in assoluto, bevanda ricorrente nei menù di pub, bar e locali di qualsiasi tipo. E’ apprezzata in quanto è molto fresca, colorata e gustosa. Ha un carattere esotico, dal momento che è realizzata con ananas e cocco. Le sue origini sono parzialmente avvolte nel mistero o, per meglio dire, si registrano più versioni. Secondo alcuni il cocktail Pina Colada è stato inventato negli anni venti a New York da alcuni immigrati portoricani. Secondo altri è stato inventato proprio a Portorico qualche decennio dopo, prendendo come spunto una vecchia bevanda al gusto di ananas e cocco. A prescindere dalle sue origini, oggi è considerata come una delle bevande nazionali del Porto Rico ed è molto diffusa in tutto l’Occidente.

La Pina Colada non è solo il cocktail più famoso, ma anche uno dei più semplici da realizzare. Anche perché nella sua variante base, se si esclude il ghiaccio (che ricorre in quasi tutti i cocktail), richiede solo tre ingredienti: il rum bianco, il latte di cocco e il succo di ananas. La variante che vi propongo oggi è leggermente diversa da quella ufficiale. In primis, perché è un po’ meno alcolica (c’è un terzo di rum in meno rispetto alla ricetta base). Secondariamente perché ho pensato anche alla decorazione, che nella Pina Colada classica non può mancare. Nello specifico, la decorazione è fatta con fette di ananas e ciliegie intere, meglio se al maraschino per donare quel gusto sciroppato che completa la bevanda. Un cocktail molto semplice, ma anche gustoso e di grande impatto visivo.

Tutta la bontà del latte di cocco

Il latte di cocco, utilizzato nel nostro cocktail Pina Colada, si ottiene dalla spremitura della polpa di cocco. Non va confusa con l’acqua di cocco, che è il liquido che si trova naturalmente dentro la noce. Le proprietà nutritive del cocco sono identiche a quelle del cocco stesso, se si esclude la fibra, che ovviamente viene perduta con la spremitura. Ad ogni modo, si segnala una discreta quantità di proteine, tutte ad alto valore biologico. Il latte di cocco è anche un’ottima fonte di vitamine, e in particolare di vitamina C e vitamina E.

Pina colada

Stesso discorso per i sali minerali, infatti il latte di cocco apporta potassio, selenio e magnesio. In particolare questi ultimi due apportano benefici per il cuore, l’apparto cardiocircolatorio e per la tiroide. Grazie all’acido laurico, poi, contribuisce ad abbassare il colesterolo cattivo. Il latte di cocco gioca un ruolo fondamentale nella preparazione della Pina Colada, dal momento che è uno dei due ingredienti principali della ricetta. A preparazione conclusa, il sapore del cocco risulta addirittura preponderante, tuttavia non copre, bensì valorizza quello del succo di ananas.

Il ruolo della frutta nella Pina Colada

Il succo di ananas è l’altro ingrediente principale della Pina Colada. Insieme al rum e al latte di cocco forma un equilibrio invidiabile, raro anche per i cocktail pen progettati. Non a caso la Pina Colada, pur essendo discretamente alcolica (nella versione originale i centilitri di rum sono ben 9, equivalenti a un chicchetto e mezzo) al palato non risulta affatto pesante. Anche perché il succo di ananas è rinfrescante e leggero, inoltre non si limita ad essere buono, ma si caratterizza anche per le proprietà nutrizionali.

L’ananas, e quindi il succo (se ben preparato) è una fonte eccellente di vitamina C, un po’ come il cocco e in misura paragonabile alle arance. E’ anche una fonte discreta di sali minerali, e in particolare di calcio e magnesio. Senza dimenticare il ferro (una tazza di succo di ananas soddisfa il 10% del fabbisogno giornaliero). La caratteristica principale dell’ananas è la presenza della bromelina, un insieme di enzimi che esercitano una funzione antinfiammatoria importantissima. Va segnalato anche il betacarotene, che protegge l’intestino e contribuisce a prevenire il cancro. In generale l’ananas è un frutto prezioso, anche se consumato sotto forma di succo. Ovviamente il consiglio è di prepararlo da sé, senza dover necessariamente optare per prodotti industriali con ingredienti alquanto dubbi.

Ecco la ricetta della Pina Colada:

Ingredienti:

  • 3 cl. di rum bianco;
  • 9 cl. di succo di ananas;
  • 3 cl. di latte di cocco;
  • due tazze di ghiaccio tritato;
  • 1 fetta di ananas;
  • qualche ciliegina (meglio se sciroppata al maraschino).

Preparazione:

Per la preparazione della Pina Colada iniziate versando nel bicchiere del frullatore il rum, il latte di cocco, il succo di ananas che avete a disposizione e i cubetti di ghiaccio. Ora frullate per pochi secondi alla velocità più alta. Versate il composto che avete ottenuto nel bicchiere (non occorre filtrarlo) e decorate una ciliegina al maraschino ed una o più fette di ananas messe sul bordo del bicchiere. E ualà, il vostro cocktail è pronto e tutto da gustare!


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


12-08-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti