Festa di compleanno per gli intolleranti, consigli utili

festa di compleanno
Commenti: 2 - Stampa

Il problema dell’intolleranza al glutine

Organizzare una festa di compleanno per un bambino è un impegno divertente, magari anche stimolante, ma è pur sempre un impegno. Lo scopo dovrebbe essere duplice, da un lato offrire un certo grado di divertimento e di intrattenimento, dall’altro preparare un pasto che possa accontentare tutti. Insomma, il buffet deve essere buono, divertente e accessibile a tutti.

Ciò può risultare complicato, dal momento che non è affatto raro che tra gli invitati figuri un bambino con qualche forma di intolleranza. In genere il rischio di non venire a conoscenza di questi disturbi, e offrire a questi bambini del cibo che gli possa fare del male, è inesistente, dal momento che le mamme sono le prime a chiarire la condizione del figlio, quando questi è invitato a una festa di compleanno. Tuttavia, in capo a chi organizza emerge l’obbligo di provvedere ad un buffet “compatibile” con regimi alimentari che escludono glutine, ovvero le due sostanze che più spesso causano intolleranze e disturbi di assorbimento.

Consigli per chi organizza un festa di compleanno

Dunque, come organizzare il buffet di una festa di compleanno dove tra gli invitati figurano celiaci e intolleranti al glutine? Spesso viene commesso un errore. Ovvero preparare a parte del cibo per chi manifesta dei disturbi. Ciò genera due problemi. In primo luogo causa stress, in quanto di fatto vanno realizzati due o tre menù differenti, senza contare il disagio di dover indicare al bambino quale cibo può essere consumato e quale no (e fare attenzione che rispetti le indicazione). In secondo luogo può porre in imbarazzo il bambino, in quanto costretto a mangiare qualcosa di “diverso” da quello che mangiano i suoi compagni. Non si tratta ovviamente di un atto discriminatorio, ma potrebbe essere percepito come tale dal bambino.

Dunque, cosa fare? Il consiglio è di tagliare la testa al toro e realizzare un buffet interamente privo di glutine . In questo modo i bambini che soffrono di intolleranza si sentono inclusi e chi organizza deve realizzare un solo menù. Cosa cucinare in questa occasione quindi? Nonnapaperina.it ha la soluzione che fa al caso vostro. Ho pubblicato alcune ricette adatte alle feste di compleanno per i bambini, completamente prive di glutine. Sono tante, ma qui ve ne nomino qualcuna: rotolo di focaccia con salame e cime di rapa, rosa di pasta sfoglia con mele e cannella, coni con fiocchi di latte ed erbe provenzali ecc..

Consigli per gli invitati ad una festa di compleanno

Vorrei dare qualche consiglio, infine, agli invitati alla festa di compleanno, ovvero ai genitori dei bambini affetti da celiachia e/o intolleranza al glutine. Il primo consiglio è ovviamente di avvertire gli organizzatori del disturbo del proprio figlio. E’ possibile che l’organizzatore, specie se la festa è privata, sia poco preparato a riguardo delle intolleranze. Ebbene, in quel caso è necessario armarsi di pazienza e spiegare. Potreste anche offrire aiuto per la composizione dei piatti, o consigliare un posto dove acquistare gli alimenti più adatti. Insomma, dovreste mettere l’organizzatore nelle condizioni di venirvi incontro.

Certo, prendere delle precauzioni non sarebbe male. Per esempio, potreste – per sicurezza – dotare il vostro bambino di una merenda, nel caso l’organizzatore non abbia preparato nessun piatto senza glutine.

Rosa di pasta sfoglia con mele

Idee per un aperitivo senza glutine

Quelle che ho spiegato fin qui sono tutte accortezze che vi permetteranno di vivere il momento della festa di compleanno senza ansia, sia che siate gli organizzatori o i genitori degli invitati. Accortezze che, soprattutto, mettono il bambino al riparo da pericoli e nelle condizioni di divertirsi, senza avvertire una differenza (che nei fatti non ha nemmeno ragion d’essere) tra lui e gli altri. Potreste però tagliare la testa al toro, e prendere in considerazione il menù a buffet che vi sto per proporre. Si tratta di preparazioni buone, colorate e divertenti da realizzare.

Partiamo con l’aperitivo, ovvero con l’acqua aromatizzata all’arancia e al bergamotto. E’ una bevanda fresca, profumata, niente affatto pesante. Senz’altro migliore, e più sana, della classica coca cola o fanta. Si prepara in cinque minuti e richiede ingredienti molto reperibili (ad eccezione forse del bergamotto).Quale bevanda per la festa di compleanno di un bambino? L’acqua aromatizzata con arancia e bergamotto, risponde proprio a questa domanda. Certo, potete sempre optare per le classiche bevande frizzanti, come si fa ad ogni festa del resto, ma io vi consiglio di optare per questa alternativa, che è senz’altro più sana ed anche interessante. I bambini saranno felici di assaggiare una bevanda colorata e fresca, comunque molto buona. Propone un sapore nuovo, per la maggior parte dei bambini almeno, dal momento che il bergamotto non è certo l’agrume più consumato (è infatti originario di alcune circoscritte zone del meridione).

Gli assaggini per una festa di compleanno a prova di intolleranze

Proseguiamo con tre assaggi salati, che possono fungere sia da antipasto che da pasto completo. Il primo è rappresentato dai coni con fiocchi di latte ed erbe provenzali.  coni con fiocchi di latte ed erbe provenzali. Se state organizzando una festa di compleanno per il vostro bambino, certamente sarete alla ricerca di ricette che non solo siano gustose, ma anche interessanti e che possano sfoggiare una resa visiva notevole. Il buffet per la festa di compleanno di un bambino non deve essere solo buono, ma anche “carino” e colorato. Ovviamente anche sano, nutriente e benefico per la salute. E’ con questa consapevolezza che ho pensato ai coni con fiocchi di latte ed erbe provenzali.

L’aspetto è quello di un cono gelato, ma è una merenda salata gustosa e salutare, vista la presenza di erbe aromatiche. La seconda serie di assaggini è composta dai cake pops di mortadella e semi vari. I Cake pops sono dei piccoli bocconcini a forma di lecca lecca e possono essere realizzati con del pan di spagna sbriciolato oppure con avanzi di torta mescolati con marmellata o nutella! Potete utilizzare gli avanzi di un panettone o di un pandoro e perchè no anche della colomba. L’importante è che una volta pronti li infilzate in bastoncini, ricoprite di cioccolato fuso e decorate con zuccherini, granella, confettini colorati, farina di cocco, granella di pistacchi o nocciole e tutto quello che avete a disposizione! Potete sbizzarrivi nelle feste a tema a personalizzarli come più vi piace! Anche in questo caso l’idea è di “vestire” una preparazione salata come se fosse un dolcetto. Qui, lo ammetto, si cede al gusto ma rimane comunque un piatto non troppo pesante.

Infine, si vira un po’ sul classico con il rotolo di focaccia salame e cime di rapa. Un rustico cotto al forno molto semplice da realizzare e pronto in cinque minuti (se si esclude la cottura). Nonostante la presenza del salame, non è affatto grasso. Il rotolo di focaccia con salame e cime di rapa è una vera squisitezza, per giunta molto semplice da preparare. E’ la classica pietanza che rende il massimo con il minimo sforzo. A patto, ovviamente, di scegliere ingredienti di qualità e rispettare le dosi e le indicazioni che vi darò nella sezione preparazione. Il rotolo di focaccia salame e cime di rapa è ottimo per ogni occasione, ma io lo consiglio soprattutto per le feste dedicate ai bambini, magari le feste di compleanno o qualsiasi altro tipo di evento. E’ infatti adatto in particolare ai bambini in quanto è una ricetta semplice, genuina e nutriente

Dolci gluten free colorati e davvero buoni

Per quanto riguarda il dolce, propongo le rose di pasta sfoglia con mele e cannella, che spiccano per l’impatto visivo, oltre che per il gusto. Sono una carica di dolcezza, ma comunque salutare. La rosa di pasta sfoglia con mele e cannella è un dolce molto particolare, un’occasione per una merenda all’insegna del gusto e dell’estetica. Può essere ovviamente inserita anche all’interno di un buffet, io la consiglio in particolare per le feste di compleanno dei bambini dal momento che non sono solo squisite, ma anche belle da vedere. Sono inoltre molto semplici da preparare, per quanto richiedano un minimo di manualità nella fase finale che consiste nell’arrotolare l’impasto (già ridotto a strisce) per formare le rose. Si tratta però di un’operazione alla portata di tutti, se realizzata con un po’ di attenzione.

Per la torta, infine, vi propongo due alternative: le ho chiamate rispettivamente Torta di Buon Compleanno e la Torta di Compleanno al riso. In verità, sono molto simili: pan di spagna, bagna con sciroppo di agave, succo di fragola, farciture alle fragole, formaggio e pasta di zucchero per decorare. La prima però è realizzata con la farina di teff integrale, mentre la seconda con la farina di riso. Beh, a voi la scelta e buon compleanno!

La torta di compleanno al riso è la torta perfetta per la festa di compleanno del vostro piccolo, soprattutto se tra i commensali è presente qualcuno che soffre di intolleranza al glutine. E’ proprio questo il motivo principale che giustifica questa ricetta, ossia la totale mancanza di glutine che si ottiene con la sostituzione della farina bianca con la farina di riso integrale. Proprio a questo ingrediente dedicherò uno dei paragrafi successivi.

Il secondo motivo consiste nell’impatto visivo. Qualsiasi preparazione dolciaria deve essere “bella”, e la torta per la festa di un bambino non fa eccezione. In questo caso, la resa estetica è garantita dalla pasta di zucchero, che vi consentirà di dare libero sfogo alla vostra fantasia. La pasta di zucchero, essendo pienamente malleabile, si presta alla formazione degli effetti più singolari. Insomma è un’occasione per rendere unica una torta come questa.

La torta con macarons è un ottimo modo per festeggiare. E’ diversa dalle solite torte, se non altro per la decorazione che prevede la presenza dei macarons. Con questo termine si indicano dei pasticcini molto particolari, originari della Francia, che assomigliano a dei biscotti tenuti assieme da una farcitura. Sono però morbidi, e composti da due mezze cupolette realizzate con albume, farina di mandorle, zucchero e colorante alimentare. Una delle caratteristiche principali dei macarons, infatti, è proprio il loro colore, che determina una certa capacità decorativa. La farcitura dei macarons è realizzata in genere con il cioccolato, ma sono diffuse varianti anche a base di creme alla frutta.

La presenza dei macarons non è l’unico elemento sui generis di questa torta. Si segnala anche l’utilizzo di una farina speciale, ovvero quella di fonio. La ragione di questa scelta è sia gastronomica che organolettica (ne parlerò in un prossimo paragrafo). E’ difficile preparare la torta di compleanno con macarons? A giudicare dalla foto alcuni di voi potrebbero pensare di sì, ma in realtà è sufficiente seguire con attenzione la ricetta per ottenere un buon risultato.

Torta di compleanno per bambine

Perché è così speciale la torta di compleanno per bambine?

Oggi vi presento una coreografica torta di compleanno da preparare per la festa delle vostre bambine. Una torta che è sia buona che bella da vedere, e che all’occorrenza può rimandare ai colori e alle forme tipiche dell’infanzia. Sta comunque a voi conferire questa caratterizzazione. La ricetta prevede l’applicazione della pasta di zucchero, che è l’ingrediente ideale per creare effetti estetici e decorazioni. Da questo punto di vista, ho scelto di lasciare il più ampio margine di libertà, dunque potete letteralmente sbizzarrirvi.

Per quanto da fuori possa apparire complessa, in realtà questa torta di compleanno, almeno come l’ho concepita io, è davvero un gioco da ragazzi. Si tratta infatti di preparare il pan di Spagna, una semplice ma gustosa bagna, e un’altrettanto semplice e gustosa farcitura. La composizione del dolce è facile, l’unica difficoltà è la decorazione finale ma confido nella vostra fantasia!

Il segreto della nostra torta di compleanno

Il vero segreto della torta di compleanno per bambine non sta nella decorazione, bensì nel formaggio cremoso senza lattosio Exquisa. E’ un prodotto eccezionale che si fa apprezzare per gusto, caratteristiche nutrizionali, texture e basso contenuto di grassi. Soprattutto è del tutto privo di lattosio, una caratteristica importante dal momento che di intolleranti al lattosio, in Italia, se ne contano milioni.

Il processo di estrazione del lattosio avviene in maniera del tutto naturale, ovvero sottoponendo il latte all’enzima lattasi in modo che il lattosio si sciolga in glucosio e galattosio. Il formaggio cremoso senza lattosio Exquisa gioca un ruolo importante nella preparazione della nostra torta di compleanno, infatti, insieme alla panna, forma sia il ripieno che la copertura (che verrà a sua volta sormontata dalla pasta di zucchero).

Perché abbiamo utilizzato la farina di teff integrale?

Un ingrediente molto particolare della torta di compleanno per bambine è la farina di teff integrale, che insieme alle uova, allo zucchero e ad altri ingredienti forma il pan di Spagna. Il teff è un cereale particolare e non molto conosciuto in Italia, ma molto prezioso (soprattutto nella sua variante integrale. E’ quello che si definisce “super-alimento”, dal momento che eccelle per caratteristiche nutrizionali.

Oltre alla scontata quantità di carboidrati, apporta molte proteine e soprattutto molte fibre. Anche l’apporto in termini di vitamine è eccellente. Si segnala, in particolare, un’abbondante presenza della vitamina A e della vitamina C. Eccezionale è inoltre la concentrazione di sali minerali, e soprattutto di potassio. Infine il teff integrale è anche senza glutine, dunque può essere consumato anche dai celiaci e dagli intolleranti. Che gusto ha il pan di Spagna la teff? Sicuramente gradevole e con alcuni richiami alla nocciola. Insomma, quella al teff, è una farina particolare, che conferisce un sapore inedito e gradevole al pan di Spagna della nostra torta di compleanno. Un modo per festeggiare col botto!

Ecco la ricetta della torta di compleanno per bambine:

Ingredienti:

Per il pan di Spagna:

  • 200 gr. di uova intere;
  • 80 gr. di zucchero bruno di canna;
  • 40 gr. di malto di riso;
  • 60 gr. di amido di riso;
  • 60 gr. di farina di teff integrale.

Per la bagna:

  • 100 gr. di succo di fragole;
  • 50 gr. di sciroppo di agave;
  • 1 baccello di vaniglia.

Per il ripieno e la decorazione:

Preparazione:

Per la preparazione della torta di compleanno per bambine iniziate montando le uova e lo zucchero a velocità media, fino ad ottenere un composto stabile. Badate bene, il volume deve raddoppiare. In alternativa fate la prova della frusta, ossia controllate che il composto formi un filo in sospensione senza toccare il fondo, non appena questo si verifica allora il composto è pronto. A questo punto setacciate le farine, l’amido e il malto di riso, poi uniteli al composto. Mescolate lentamente per sciogliere i grumi, poi versate tutto in uno stampo già imburrato e infarinato. Cuocete in un forno preriscaldato per 10-15 minuti a 180 gradi.

Nel frattempo realizzate la bagna: semplicemente versate in un pentolino tutti gli ingredienti (succo di fragole, sciroppo di agave e baccello di vaniglia), portate a ebollizione e infine fate raffreddare. Per quanto riguardo il ripieno e la decorazione, mescolate il formaggio spalmabile Exquisa e la panna, poi montate come se doveste fare una panna montata.

A questo punto montate il dolce. Tagliate il pan di spagna per lungo dividendolo in due parti. Inzuppate la parte che farà da base, stendete la crema di formaggio e panna, distribuite in abbondanza le fragole fresche tagliate a pezzetti, poi applicate la seconda parte e inumidite anche questa. Conservate in frigo per un’ora. In seguito spalmate uno strato molto sottile di farcitura fino a ricoprire tutta la torta, poi stendete la pasta di zucchero fino a ricavare uno spessore di 0,3 cm. Con la stessa pasta di zucchero realizzate le forme e gli effetti che desiderate. Un appunto riguardo le dosi: la ricetta è pensata per un diametro di 20 cm e un’altezza di 3 cm. Se volete realizzare basi differenti, sarà necessario aggiungere degli addensanti come il guar (1 grammo per ogni 400 grammi di uova).

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

2 commenti su “Festa di compleanno per gli intolleranti, consigli utili

  • Gio 10 Giu 2021 | Serena ha detto:

    Cosa vedono i miei occhi. Quando arrivano le feste dei bambini non so mai cosa fare per accontentarli tutti. Ma con queste ricette sicuramente ho risolto il problema. Sei forte

    • Gio 10 Giu 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

      Serena se ti serve qualche ricetta per qualche situazione particolare non esitare a chiedere. Se posso aiuto volentieri a risolvere questo tipo di problema. A presto

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Migliori piatti stranieri

I migliori piatti stranieri più apprezzati al mondo

Perché un focus sui piatti stranieri? I migliori piatti stranieri fanno parte delle abitudini alimentari degli italiani. E’ una verità scontata, ma che dimostra come la cucina italiana non sia...

I migliori piatti italiani

I migliori piatti italiani, apprezzati in tutto il...

Alla riscoperta della cucina italiana Quali sono i migliori piatti italiani più famosi e apprezzati in patria e all’estero? Sembra una domanda superflua, se posta da un italiano. Eppure può...

colazione per i bambini

La colazione per i bambini che rientrano a...

Il rientro a scuola dalle vacanze, un momento stressante Il rientro a scuola dopo le vacanze estive prevede una sana colazione adeguata per i bambini, soprattutto dopo un periodo di vacanze molto...

verbena

La verbena, una pianta officinale dalle mille proprietà

Le principali caratteristiche della verbena La verbena è una pianta perenne appartenente alla categoria delle verbenacee, che si trova spesso allo stato selvatico ed ha dimensioni contenute (in...

carne di coniglio

La carne di coniglio, un’alternativa a pollo e...

Un approfondimento sulla carne di coniglio La carne di coniglio fa da sempre parte della tradizione culinaria italiana. Se ben trattata, è un' ottima carne squisita, morbida e adatta alle...

colazione per gli studenti

La colazione per gli studenti, alcune idee nutrienti

La colazione per gli studenti, il pasto più importante della giornata La colazione per gli studenti (e non) è il primo e il più importante pasto della giornata, secondo gli esperti. In Italia si...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


30-03-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti