Cake Pops, ideale per una festa di compleanno!

Cake pops
Stampa

Voglia di dolce? Ecco i cake pops!

Sapete cosa sono i cake pops? Oggi lo scoprirete: vi spiegherò come portarli in tavola con molta soddisfazione e con tanti complimenti al seguito, da parte di e amici. Volevo cominciare l’anno nuovo con qualcosa di nuovo, con uno di quei dolcetti bellissimi da vedere e buonissimi da gustare che fanno la felicità dei e non solo…

E così visto che possiamo utilizzare dei semplici ritagli di torte precedentemente preparate… per deliziare ogni palato. Ottimi a colazione, a merenda e come dessert, questi dolcetti li ho preparati con i muffin che avevo appena sfornato e ai quali ho aggiunto del cioccolato fondente fuso.

Ecco cosa dovreste sapere per preparare anche voi questo piccolo peccato di gola…

Queste deliziose  di torta hanno la stessa forma dei lecca lecca e sono ricoperte di cioccolato e decorati secondo la nostra fantasia e quindi in tanti modi diversi. Le due cose importanti che non possono mancare per la loro realizzazione sono i bastoncini da lecca lecca, di plastica o di legno, e una mattonella di polistirolo (vanno bene anche quelle di spugna da fiorista) ricoperta con l’alluminio.

Su questo “piano”, potrete appoggiare i cake pops, una volta pronti, per farli asciugare. Ogni è diverso, in particolare per le decorazioni. Tuttavia, se seguirete la che vi proporrò fra poco, porterete in tavola tanta dolcezza, ma anche importanti nutrienti e un valido carico di energia. In pratica, sono perfetti per le feste, ma anche per la colazione e la merenda.

Aggiungeranno al vostro pasto fibre e carboidrati, zuccheri e proteine, minerali e vitamine. Naturalmente, non dovrete abbuffarvi, anche se so benissimo che non sarà facile resistere. Questi dolcetti si presenteranno come un alimento completo da aggiungere alla vostra colazione, proprio grazie a ingredienti come farina, zucchero di canna, uovo, latte di quinoa, burro, cacao amaro, cioccolato fondente e mascarpone senza lattosio.

Dagli Stati Uniti un’idea per allietare le feste

I cake pops sono delle preparazioni davvero speciali, d’altronde lo si intuisce dalle foto. All’apparenza, sono dei lecca lecca, ma al primo morso si rivelano dei deliziosi dolci. L’idea è semplice ma geniale, ossia creare delle mini-torte e infilzarle con un bastoncino. Essendo colorati, squisiti e belli da vedere, sono l’ideale per allietare le feste di qualsiasi tipo. Preparare i cake pops in occasione di compleanni, eventi e party, significa fare sempre bella figure e regalare un attimo di spensieratezza a grandi e piccini. Tra l’altro, si caratterizzano anche per l’estrema varietà. Non esiste una ricetta unica di cake pops, quindi potete giocare liberamente con la fantasia.

I principi di base, però, sono sempre gli stessi, ossia un cuore fatto di pan di spagna sbriciolato (o un qualsiasi altro impasto della medesima consistenza), una glassa dal carattere zuccherato e decorazioni minute di grande impatto. La storia dei cake pops è davvero singolare. Non fanno parte, infatti, della tradizione anglosassone, pur provenendo dagli Stati Uniti. Di fatto, sono stati inventati pochi anni fa, nel 2009. Sono frutto dell’intuizione di Angie Dudley, autrice di Bakerella, un blog incentrato sui dolci. Ebbene, Angie Dudley ha iniziato un po’ per gioco, proponendo quello che – inizialmente – appariva un ibrido tra un pasticcino e un leccalecca.

Cake pops

Ha recuperato una torta al pan di spagna avanzata dal giorno prima, l’ha sbriciolata e le ha dato la forma di una pallina, infine l’ha riposta nel freezer per poi glassarla. Così nasceva il primo cake pop. Sembrava una invenzione destinata a rimanere confinata nella community del blog, ma in pochissimo tempo è diventata virale, a tal punto da scatenare delle vere e proprie “gare di creatività”. Oggi i cake pops sono una realtà diffusa anche in Europa, una presenza se non proprio ricorrente comunque non trascurabile in feste di qualsiasi tipo, soprattutto dedicate ai bambini.

Le mille varianti dei cake pops

Uno dei tanti pregi dei cake pops è la loro versatilità. Come ho già accennato, non esiste un solo cake pop, ma tanti cake pops differenti e deliziosi, ossia quanti ne può partorire la nostra creatività. La variante più diffusa prevede una base di pan di spagna, una glassa al cioccolato fondente e una bella spolverata di granella di nocciole come decorazione finale. E’ possibile comunque utilizzare altre tipologie di impasto, purché sia particolarmente morbido. Per esempio, alcuni cake pops vengono realizzati con l’impasto dei plumcake. Inoltre, è possibile preparare varianti gluten-free, per farlo è sufficiente optare per le farine alternative attualmente a disposizione: farina di riso, di mais etc. Se contestualmente volete conferire al dolcetto un carattere più rustico, potete optare per la farina di fonio o per quella di avena.

Cake pops

Avete ampio margine di discrezione anche per quanto riguarda la glassa. Potete sostituire la classica glassa con cioccolato fondente con la nutella o con la crema di pistacchi. Infine, potete optare per una glassa standard, realizzata con zucchero a velo e acqua. Se desiderate conferire un tocco di colore in più, potete integrare nella preparazione del glassa anche dei coloranti alimentari. Questa pratica, anzi, è piuttosto diffusa, come si evince dall’abbondanza di cake pops verdi o rosa. Inoltre, potete “dare colore” anche senza utilizzare i coloranti, preparando i dolcetti con delle semplici marmellate o delle composte alla frutta.

I miei cake pops preferiti

Voglio suggerirvi una variante particolare di cake pops, è una variante che preparo nelle occasioni di festa, soprattutto quando partecipano i bambini. Anche in questo caso avete ampio margine di discrezione, soprattutto per quanto concerne la decorazione. La particolarità dei “miei” cake pops è quella di essere di tre tipi diversi: uno ricoperto di glassa al cioccolato bianco, l’altro ricoperto di glassa al cioccolato fondente e l’ultimo a base di cacao amaro. Il risultato è a mio parere ottimo, anche dal punto di vista cromatico, vista l’alternanza tra chiaro e scuro che cattura l’attenzione.

Cake pops

L’impasto è di pan di spagna, a tal proposito suggerisco delle farine esotiche e gluten-free in modo da permettere il consumo dei cake pops anche a chi soffre di celiachia. Io amo preparare i cake pops con il fonio, ma vanno bene anche con il grano saraceno, la farina di amaranto e persino quella di banana. Le due glasse sono molto semplici da realizzare: il cioccolato fondente va fuso a bagnomaria o al microonde. Stesso discorso per il cioccolato bianco, mentre il cacao amaro va unito al burro fuso. Molto interessante – e divertente – è la fase di decorazione. Il mio consiglio è di preparare più decorazioni e creare tanti cake pops diversi. Io personalmente alterno la granella di nocciole, la granella di pistacchi, gli zuccherini e le codette. Spesso utilizzo anche i macarons sbriciolati, visto il loro colore caratteristico che funge da guarnizione.

Ecco la ricetta dei miei cake pops:

Ingredienti per 20 pezzi circa:

  • 300 gr di pan di spagna (al fonio, al grano saraceno, alla banana, all’amaranto),
  • 80 gr. di cacao amaro,
  • 50 gr. di burro chiarificato,
  • 300 gr. di cioccolato fondente,
  • 300 gr. di cioccolato bianco.

Per la decorazione:

  • 150 gr. di cioccolato bianco o fondente,
  • 50 gr. di granella di pistacchi,
  • 50 gr. di granella di nocciole,
  • 8 macarons di vari colori,
  • 50 gr. di cocco grattugiato,
  • q. b. di codette o palline zuccherate,
  • q. b. di decorazioni di zucchero.

Preparazione:

Per la preparazione dei cake pops iniziate riducendo il pan di spagna in briciole usando le mani, poi distribuitelo equamente in tre ciotole diverse. Lo scopo è di ottenere tre tipologie di impasto. Sciogliete il cioccolato bianco e il cioccolato fondente separatamente, usando il metodo a bagnomaria o al microonde. A parte, sciogliete anche il burro. Versate il cioccolato bianco fuso in una ciotola e il cioccolato fondente fuso in un’altra. Nella terza ciotola, invece, versate il cacao amaro e il burro fuso. Mescolate per bene i tre composti fino ad ottenere degli impasti sufficientemente compatti.

Modellate gli impasti (senza mai contaminarli uno con l’altro) e ricavate delle palline grosse quanto una noce. Adagiate le palline di impasto su una teglia e fatele riposare in freezer per 15 minuti. Intanto occupatevi delle decorazioni. Con lo stesso metodo, fate sciogliere separatamente il cioccolato bianco e il cioccolato fondente, poi versateli in due ciotole diverse facendoli raffreddare.

Estraete le palline di impasto dal freezer e infilzatele con dei bastoncini da lecca lecca, facendo attenzione a non romperle. Intingete i cake pops così ottenuti nel cioccolato fuso tenendoli dai bastoncini e lasciando scolare il cioccolato in eccesso. A questo punto, passate i cake pops nelle granelle che avete preparato: macarons sbriciolati, palline di zucchero, cocco, codette ecc.. Sistemate i cake pops in un vaso pieno di riso per farli raffreddare, e concludete facendoli riposare ulteriormente in frigorifero. E ualà, i vostri cake pops sono pronti per essere gustati!

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


21-01-2014
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti