Rigatoni con zucca e salsiccia: un primo davvero squisito!

Rigatoni con zucca e salsiccia
Commenti: 0 - Stampa

Un primo a base di sapori semplici

I rigatoni con zucca e salsiccia sono decisamente una pietanza salva-pranzo. In pochi minuti e con semplicità possiamo preparare un primo davvero gustoso, sano e sfizioso. Il dolce della zucca, unito alla sapidità della salsiccia, forma un equilibrio perfetto che condisce la pasta con armonia. Questa pietanza è un’ode all’autunno, periodo in cui la zucca è nel picco della sua stagionalità. L’acquisto di una zucca intera è spesso un impegno che ci induce a consumare nel breve periodo molte pietanze a base di zucca.

Questo primo è una buona alternativa, in sostituzione dell’altrettanto goloso risotto con speck, zucca e gorgonzola o della meravigliosa e delicata vellutata di zucca. Con questo ingrediente, lo vedrete bene sfogliando le pagine di questo blog, possiamo spaziare tra dolci e salati, ottenendo pietanze in ogni caso strepitose.

Pasta con zucca e salsiccia, buona e nutriente

Avete voglia di provare il sapore dei rigatoni con zucca e salsiccia? Vi daremo tante buone motivazioni per assaporare questa pietanza, anche al di là dell’indiscutibile bontà in termini di sapore. Ridurre la zucca ad una mera decorazione per Halloween sarebbe davvero un inutile spreco, soprattutto considerando l’apporto nutritivo di questo ingrediente. Questo primo, infatti, può avvalersi della presenza di un elemento straordinariamente ricco di proprietà nutrizionali, la zucca, appunto.

La zucca è un ortaggio ipocalorico che può vantare un’azione diuretica e calmante. Grazie alla presenza della vitamina A, si attribuiscono alla zucca anche proprietà antinfiammatorie ed antiossidanti. Non mancano i sali minerali, quali sodio, potassio, calcio, magnesio e fosforo. Inoltre, si possono sottolineare aminoacidi, vitamina E, fibre e cucurbitina, tutte sostanze fondamentali per il nostro benessere. La zucca è preziosa non solo in cucina ma anche nel mercato cosmetico in quanto le sue proprietà naturali vengono sfruttate anche per la preparazione di maschere nutrienti per il viso.

Rigatoni con zucca e salsiccia

Un piacevole contrasto tra dolce e sapidità

Il sapore dei rigatoni con zucca e salsiccia è il risultato di un connubio riuscitissimo e vincente tra sapori contrastanti. Da un lato la consistenza morbida e dolciastra della zucca e dall’altro la sapidità strutturata della salsiccia. Con una pasta di buona qualità, meglio ancora se di tipo consentito così da essere compatibile con una dieta senza glutine, possiamo comporre una pietanza meravigliosa, aromatizzata finemente da scalogno e maggiorana.

Quando prepariamo questo primo, la nostra cucina viene avvolta da una gradevolissima nuvola di profumi. La preparazione è piuttosto veloce, ma già prima che il piatto sia servito a tavola, ci vediamo arrivare ospiti in cucina, incuriositi dal profumino. Con ortaggi, carne e carboidrati, un piatto come questo può definirsi perfetto e completo di per sé per un pasto equilibrato.

Se, tuttavia, avrete comunque voglia di presentare un secondo in abbinamento a questi rigatoni con zucca e salsiccia, consiglieremmo giusto un po’ di verdure lesse, un’insalata o al magari un po’ di vellutata di verdure. Lasciatevi spazio nello stomaco per godere a pieno di una pietanza così deliziosa, saziante e nutriente. La zucca stessa, soprattutto in abbinamento alla pasta, potrà avere un effetto saziante ma potrete essere tranquilli perché assolutamente ipocalorica ed adatta a qualsiasi tipo di dieta. 

Ed ecco la ricetta dei rigatoni con zucca e salsiccia:

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 gr. di rigatoni consentiti,
  • 180 gr. di salsiccia,
  • 1 scalogno,
  • ½ bicchiere di vino bianco,
  • 400 gr. di zucca a dadini,
  • 3 cucchiai d’olio extravergine d’oliva,
  • 1 rametto di maggiorana,
  • q. b. di sale e pepe

Preparazione:

Per preparare i rigatoni con zucca e salsiccia, cominciate mondando la zucca e ricavando dei dadini con la sua polpa. Passate poi alla preparazione della salsiccia, estraendo la carne sbriciolata dal suo budello. Recidete la pellicina con un coltello e poi spingete il tutto con le mani. Lavate ed asciugate le foglioline di maggiorana. Passate dunque a mondare lo scalogno, sbucciandolo ed affettandolo finemente.

In una padella antiaderente con un cucchiaio d’olio, rosolate le fettine di scalogno per qualche minuto. Quando vedrete appassire lo scalogno, mettete in cottura la salsiccia sbriciolata. Mescolate per un paio di minuti e versate del vino bianco, circa mezzo bicchiere, per sfumare. Continuate la cottura per ulteriori 8 minuti. In un’altra padella, versate due cucchiai d’olio e scaldateli con la maggiorana. Dopo un po’, aggiungete i dadini di zucca ed insaporite con del sale. Lasciate cuocere mescolando frequentemente.

Nel frattempo, lessate i rigatoni in abbondante acqua, leggermente salata. Versate la pasta, scolata al dente, direttamente nella padella con la salsiccia, assieme ad un mestolo d’acqua di cottura. Unite nella stessa padella anche la zucca leggermente ammorbidita con tutti i suoi succhi di cottura. Spadellate tutti gli ingredienti assieme per qualche minuto ed insaporite con del pepe appena macinato e qualche fogliolina di maggiorana. Non appena l’acqua di cottura sarà stata assorbita e si saranno legati gli ingredienti, impiattate i rigatoni con zucca e salsiccia. Servite il piatto ancora caldo e buon appetito!

5/5 (48 Recensioni)
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


11-10-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Maccheroncini con scampi e fiori di zucca

Maccheroncini con scampi e fiori di zucca, un...

Maccheroncini con scampi e fiori di zucca, un delicato mix di ingredienti I maccheroncini con scampi e fiori di zucca sono un primo fuori dall’ordinario. In primo luogo perché sono conditi con...

Calamarata con merluzzo e datterini

Calamarata con merluzzo e datterini, un primo estivo

Calamarata con merluzzo e datterini, un primo leggero La calamarata con merluzzo, carciofi e datterini, lascia intendere un piatto a base di calamari, o magari un secondo di pesce. Invece si tratta...

Spaghetti con sarde e bottarga

Spaghetti con sarde e bottarga, un primo che...

Spaghetti con sarde e bottarga, colore e gusto per un ottimo primo di pesce Gli spaghetti con sarde e bottarga sono un piatto che incarna il rapporto tra la cucina italiana e il mare. D’altronde,...

Fettuccine Alfredo

Fettuccine Alfredo, una celebre ricetta italoamericana

La singolare storia delle fettuccine Alfredo Le fettuccine Alfredo sono una delle ricette più famose al mondo. Benché un po’ dappertutto siano considerate “italiane”, in realtà fanno parte...

Riso rosso con zucchine e menta

Riso rosso con zucchine e menta, un primo...

Riso rosso con zucchine e mente, altro che risotto Il riso rosso con zucchine e menta è una suggestiva alternativa al risotto. Anche perché rispetto a quest’ultimo porta spunti differenti. E’...

Formaggi vegetali,

Formaggi vegetali, non solo per i vegani

Cosa sono i formaggi vegetali? Per alcuni non dovrebbero essere nemmeno chiamati formaggi, per altri sono invece un’alternativa addirittura preferibile ai formaggi tradizionali. I formaggi...

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti